Il 2010 del Poker Italiano in Pillole [1]

shuffle

Riviviamo insieme tutti i momenti più importanti del poker italiano nel 2010. Prima tappa: viaggio da gennaio a maggio tra rapine, EPT ed informazione.

Gennaio: Cassandre, saluti e telefonini

Se è vero che il leit motif del 2009 era stato il poker live ed il tentativo (fallito, ora possiamo dirlo) di portare dignità e serietà in una discussione che abbiamo tutti lasciato nelle mani di personaggi quanto meno impreparati, sembra naturale trovare a gennaio qualche colpo di coda della polemica passata ed una serie di articoli che promettevano un 2010 molto simile a quello che abbiamo avuto davvero.

Decisamente interessante, a quasi dodici mesi di distanza, riprendere in mano il piccolo manifesto pubblicato proprio qui su PokerListings a proposito dei "4 errori che fanno male al poker live".

Pur innescando una serie di reazioni che hanno avuto delle spiacevoli conseguenze anche sul rapporto personale tra l'autore (uso la terza persona ma sono sempre io) e numerosi operatori del settore, l'articolo sembra oggi un ritratto piuttosto ben riuscito di quello che è stato l'esito della guerra Santa che i fondamentalisti del poker live hanno perso volontariamente per il loro non aver saputo raccogliere in maniera costruttiva quattro semplicissimi consigli.

 

 Sempre figlia del 2009 anche l'altra notizia di rilievo del poker (non giocato) di gennaio: Fabio Angeli Bufalini lascia Pokerstars e chiude così la sua avventura lasciando che i riflettori possano finalmente puntare su Filippo Candio e segnare l'inizio di un anno che per il pro cagliaritano è stato uno di quelli che si raccontano ai nipotini davanti al caminetto di una casa ai piedi del Bastione di Saint Remy.

Perla di Gennaio, poi, un'interessante articolo dedicato a come imbrogliare nel poker su Facebook: denunciando un vero e proprio scandalo abbiamo infatti provato a mostrare a tutti i nostri lettori le falle del popolare Zynga poker. Ppubblicando un articolo con l'intero script realizzato da alcuni furbi programmatori per rubare chips agli altri giocatori abbiamo quindi dimostrato l'incredibile importanza di giocare solo su siti di poker sicuri perchè, Zynga docet, l'aspetto della sicurezza rischia sempre di condurre a sorprese troppo poco piacevoli.

Febbraio: EPT Copenhagen, de Vivo e l'informazione

Archiviato definitivamente il 2009 con le ultime polemiche di gennaio, il mese di febbraio ha rimesso l'accento sul poker giocato ai tavoli con un risultato che da solo sembra oggi un riassunto del poker italiano nel 2010.

 

EPT Copenhagen: ad un passo dalla storia

Dopo uno degli heads up più lunghi della storia dell'European Poker Tour, la tappa di Copenhagen del campionato di poker europeo ha infatti visto il tricolore italiano salire sul podio con lo stupendo secondo posto ottenuto da Francesco de Vivo.

Al termine di un testa a testa finale durato 4 ore e 240 interminabili mani di poker, de Vivo ha raggiunto il risultato migliore della sua carriera finendo dietro allo svedese Wigg e dimostrando fin dall'inizio dell'anno l'ottimo stato si salute del poker nostrano.

Sempre a febbraio, poi, il mondo dell'informazione "generalista" è sembrato accorgersi finalmente del mondo del poker cominciando a dedicare al gioco un'attenzione destinata a crescere sempre di più anche nel corso dei mesi successivi.

Primo (e principale) effetto è stato senza dubbio quello di veder comparire al numero 222 di Sky il canale PokerItalia24, un'emittente interamente dedicata al poker e destinata nel corso di pochi mesi a diventare un appuntamento fisso nelle abitudini degli amanti del poker grazie ad un palinsesto decisamente interessante e la competenza di personaggi come il direttore della rete Maurizio Caressa.

Tutta per PokerListings, poi, la soddisfazione di esser riusciti a finire sulle pagine di Repubblica ottenendo la possibilità di diventare co-responsabili della sezione dedicata al poker del prestigioso quotidiano.

Un accordo importante e destinato a durare qualche mese che - in maniera decisamente piacevole, ci ha dimostrato come il lavoro svolto negli ultimi anni abbia portato buoni frutti.

Marzo: Rapina all'EPT , sport e Lituania

Aperto dal tavolo finale dell'IPT di Sanremo, il mese di marzo non ha portato grande fortuna facendo registrare immediatamente la vittoria di Valdemar Akos Kwaysser, player ungherese capace di giocare un ottimo poker e  di portarsi a casa la picca del torneo organizzato dal PokerStars.it.

Notizia del mese, poi, quella che arriva direttamente dall'European Poker Tour di Berlino e che, nel giro di una manciata di secondi, fa il giro del mondo portando il poker in una dimensione decisamente meno romantica del solito.

 

Con un'irruzione da film hollywoodiano - passamontagna ed armi in pugno incluse - cinque uomini hanno infatti sconvolto il penultimo giorno del torneo con una rapina all'EPT di Berlino portando un insolito terrore tra i tavoli,  scappando con un bottino milionario e facendo nascere una serie di pesanti interrogativi legati all'effettiva sicurezza di un circo ricchissimo come quello degli eventi internazionali di poker.

Notizie per fortuna di natura completamente differente sono invece arrivate dalla Lituania, piccolo stato della triade Baltica che il 20 di marzo ha fatto mettere agli atti del Dipartimento per l'Educazione Fisica e lo Sport la nascita della disciplina del poker sportivo mostrando a tutto il mondo come sia stato possibile riconoscere ufficialmente il poker come sport, allontanandosi da quegli inutili luoghi comuni che lo volgiono semplicemente come un gioco d'azzardo lasciato in balìa della fortuna.

Aprile: Italian Poker Awards,  Sanremo e gli occhi più belli del poker

Con la carovana dell'European Poker Tour pronta ad invadere il Casinò di Sanremo, l'Italia del poker ha salutato l'arrivo del mese di Aprile consapevole di come questo potesse rappresentare un vero palcoscenico internazionale da sfruttare fino in fondo.

 

Provando a giocare sull'attenzione mediatica rivolta all'evento, la casa organizzatrice PokerStars ha colto l'occasione dell'EPT Sanremo per lanciare la prima edizione degli Italian Poker Awards, uno speciale evento ideato per ricompensare i migliori giocatori di poker italiani e premiarli per le loro prestazioni e le capacità nel corso dell'anno pokeristico 2009/2010.

Partito dunque con le migliori intenzioni, l'EPT di Sanremo - l'ultimo del circuito prima della gran finale di Montecarlo - è invece terminato con l'affermazione di un altro nome straniero e la vittoria della giocatrice inglese Liv Boeree.

Con uno sguardo che ha incantato l'intero European Poker Tour grazie alla bellezza di due occhi glaciali ed impenetarbili, la giovane astrofisica britannica Liv Boeree è riuscita a guadagnarsi il gradino più alto di un podio fatto tutto di nomi stranieri come quello del diciottenne svedese Jakob Carlsson e del baffuto inglese Michael Piper - due uomini gloriosamente caduti sotto i colpi di uno sguardo destinato a passare alla storia.

Maggio: sole, calcio ed illusioni

Se è vero che il freddo dei primi mesi dell'anno ha aiutato il poker online a continuare la sua crescita e raggiungere cifre davvero da capogiro, il primo vero sole di questo 2010 ha avuto l'effetto opposto ed ha fatto registrare un piccolo calo del mercato portando un consistente numero di giocatori lontano dagli schermi dei pc.

 

Tradizionalmente un po' più lento degli altri, il mese di maggio di quest'anno non ha portato agli onori della cronaca fatti di tremenda importanza se non un gran numero di piani per le imminenti World Series of Poker e per una legalizzazione del poker live destinata a soccombere sotto ai colpi di un numero infinito di rinvii.

Tra gli eventi degni di nota, comunque, va segnalato l'ottimo risultato raggiunto da Matteo Taddia in grado di affermarsi e vincere la seconda tappa del Campionato Nazionale Pokerclub 2010 insieme all'ingresso di Gianluigi Buffon nel team di PokerStars: un'ottima mossa di marketing realizzata dalla poker room per fare breccia nel cuore di quell'infinito numero di appassionati di calcio che, chissà, un giorno potrebbero scoprire anche di un genuino amore per il gioco del poker.

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti