Poker e Gioco Online, in Repubblica Ceca arriva il proibizionismo?

repubblica ceca

Così come altri Stati europei quali la Polonia e il Portogallo, anche la Repubblica Ceca si avvia verso una regolamentazione del poker online.

Ma con le nuove normative varate dal Governo ceco negli ultimi giorni solo gli operatori più importanti riusciranno a rimanere a galla e a far fronte all’elevata pressione fiscale.

Da un articolo comparso negli ultimi giorni sul sito Onlinepokerreport.com si evince che dalla Repubblica Ceca così come dalla confinante Polonia giungono timidi segnali di apertura verso il poker  online, una pratica che allo stato attuale risulta illegale in entrambi i Paesi.

Meglio o peggio?

Già nel 2014 Andrej Babiš, ministro ceco alle Finanze, aveva annunciato l’intenzione di riformare le leggi che regolano il gioco d'azzardo nel Paese, aumentando la pressione fiscale su questo settore, un provvedimento che a suo dire potrebbe compensare economicamente i danni sociali.

Le intenzioni di Babiš sono diventate realtà con la legge firmata lo scorso 10 giugno dal presidente Miloš Zeman, sebbene sia stata ridimensionata la proposta iniziale di alzare le aliquote fiscali per questo comparto al 40 per cento. La legge entrerà in vigore dal primo gennaio 2017, in concomitanza con il rilascio della prima licenza.

La protesta degli hacker

Il voto al Senato ceco, invece, risale alla fine di maggio: in quell’occasione, in segno di protesta, alcuni hacker hanno messo sotto attacco il sito web dell’istituzione, che è rimasto fuori uso per qualche ora, così come i siti della Polizia, del ministero dell’Interno e del CSSD, il partito al governo nella Repubblica Ceca.

Aperture polacche

praga ponte

Sempre dal primo gennaio 2017 nella vicina Polonia dovrebbe entrare in vigore una nuova normativa che autorizza anche le aziende estere a operare legalmente sul mercato. Una legge del 2011, di fatto disattesa da molti, consente l’attività delle scommesse sportive e dei cavalli solamente alle imprese locali del settore.

Tasse salate

Ma tornando alla Repubblica Ceca, per quanto riguarda in particolare i giochi da casinò che prevedono l’impiego di generatori di numeri casuali, gli operatori che desiderano lavorare in questo Stato dovranno versare all’erario il 35 per cento dei loro ricavi. Nel poker online sarà previsto un limite di puntata di mille Corone Ceche, poco meno di 37 euro. Inoltre, sia nelle partite che nei tornei online, non sarà possibile vincere più di 50mila Corone Ceche (circa 1800 euro).

Arriva la blacklist dei siti

Sebbene non si tratti di un vero e proprio mercato segregato, scrive OnlinePokerreport, ai giocatori di nazionalità ceca dovrà essere negato l’accesso a tornei e partite cash game con limiti superiori a quelli previsti dalla legge di questo Paese, quali per esempio il “Sunday Million”. Per assicurare l’effettivo rispetto delle normative è previsto il blocco delle transazioni che non corrispondono ai requisiti di legge e l’istituzione di una blacklist con la lista dei siti Internet non autorizzati.

I siti di poker online potranno comunque farsi pubblicità allo scopo di competere sul mercato, anche se gli addetti ai lavori prevedono che l’attuazione della nuova regolamentazione porterà a una riduzione del numero dei giocatori presenti su Internet. L’elevata pressione fiscale, osservano alcuni, sbarrerà l’ingresso sul mercato agli operatori più piccoli.

Tornei a rischio?

kings casino2

L’arrivo della nuova normativa ha destato qualche preoccupazione anche tra i frequentatori dei numerosi eventi live che vengono organizzati sul territorio ceco. Proprio presso il King’s Casino di Rozvadov si trova la più grande poker room d’Europa.

La struttura sul confine tra Germania e Repubblica Ceca ospiterà dal 28 luglio all’8 agosto 2016 il “partypoker World Poker Tour” e il suo Main Event, con 1100 euro di buy-in e 200mila euro di premio garantito, che si prevede raccoglierà ancora più iscrizioni del 2015.

L’anno scorso in questa occasione vi furono 372 giocatori a contendersi circa 363mila euro di montepremi. Durante i giorni del WPT saranno anche previsti satelliti e tornei per tutte le tasche, con quote di iscrizione a partire da meno di 50 euro.

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti