Le Migliori Mani di Poker – Antonio Esfandiari va in Tilt

esfandiari negreanu

In questa mano che andremo ad analizzare, Antonio “The Magician” Esfandiari perde il controllo al flop e commette un errore fatale che gli costa 40.000$.

Anche prima di vincere il primo BIG ONE for ONE DROP portandosi a casa 18 milioni di dollari, Antonio Esfandiari  era considerato uno dei migliori giocatori al mondo. Ma a volte, anche i migliori commettono degli errori.

Dal flop al river

Stiamo seguendo i fantastici tavoli cash game presentati da Poker night in America. Non manca la presenza di grandi giocatori al tavolo, nomi come Bertrand Grospellier, Randy Lew, Maria Ho, Daniel Negreanu e ovviamente Antonio Esfandiari.

I bui dovrebbero essere 25$/50$, ma a causa di quattro(!) 'straddle', siamo già arrivati a 800$ solo per entrare in questo piatto.

Tutti lasciano la mano fino ad arrivare a Esfandiari che è il terzo ad effettuare lo straddle con in mano

    

Antonio crede nella sua mano, ma l'unico giocatore dopo di lui è Daniel Negreanu con

    

 Proprio il canadese rilancia fino a 3.800$. Gli stack sono molto alti, Negreanu ha di fronte a lui circa 40.000$ che corrispondono a 800 bb o 50 straddle da 800$.

Esfandiari chiama, quindi nel piatto troviamo 8.000$ con stack effettivi di circa 36.000$.

Il flop è

       

Esfandiari fa check e Negreanu punta 5.000$. questo fa pensare Esfandiari per un po' di tempo,  successivamente esegue un check-raise fino a 14.000$.

Negreanu spinge rapidamente all-in per quasi 38.000$. Esfandiari chiama riluttante e Negreanu mostra una coppia di Re.

Decidono di giocarsi il piatto per due volte e il risultato è

1st piatto:

             

2nd piatto:

             

Daniel Negreanu si porta a casa il piatto completo per 84.000$.

Analisi della mano

Uno schiaffo in faccia ad Antonio Esfandiari che in realtà si mette da solo nei casino. Ecco qual è stato l'errore di “The Magician”.

Pre-flop, Esfandiari limpa, con una mano da considerare abbastanza forte in questa situazione. Avrebbe probabilmente potuto rilanciare, ma è sempre una buona idea variare il proprio gioco e a volte cercare di rappresentare delle mani più deboli.

Inoltre, Esfandiari non è in posizione, e probabilmente non vuole ingrandire troppo il piatto, trovandosi ad affrontare un giocatore straordinario come Negreanu.

Negreanu effettua un grande rilancio che fa intuire la qualità della sua mano. Il canadese è un maestro del poker fatto da piccole puntate, e sa esattamente come utilizzare a suo vantaggio le puntate e i rilanci di piccola entità.

Vederlo puntare così tanto può significare semplicemente una cosa. In ogni caso, la mano di Esfandiari è troppo buona per essere foldata in questa situazione, quindi la sua chiamata è corretta.

Guarda qui come si è svolta la mano:

Il flop T 8 3 è quasi perfetto per Esfandiari, ma non ha delle ragioni per prendere il comando. Dall'altra parte, Negreanu ha tutte le ragioni per puntare:

1. Probabilmente ha la mano migliore.

2. Un dieci e forse un otto in mano di Esfandiari lo farebbero chiamare.

3. Progetti come due picche o 9-7 potrebbero chiamare.

 

Esfandiari perde il lume della ragione

Facciamo un riassunto della situazione, prima di  analizzare il successivo comportamento di Esfandiari. Dopo la puntata di Negreanu, Esfandiari deve chiamare 5.000$ in un piatto da 13.000$.

Dopo tale azione, gli stack effettivi sarebbero di 33.000$ con 18.000$ nel piatto, quindi nessuno dei giocatori sarebbe pot-committed.

Non è facile capire cosa abbia portato Esfandiari al rilancio, ma possiamo dire senza dubbio che non si è trattato di una buona idea.

Il check-raise fino a 14.000$ è un errore per tre ragioni:

1. Trasforma la sua mano in un bluff.

2. È difficile che una mano peggiore lo chiami.

3. Non ha più la possibilità di lasciare la mano.

 

Perché non esegue semplicemente un call?

Daniel Negreanu vs Antonio Esfandiari straddle

In questa situazione, una chiamata sarebbe stata migliore di un rilancio. È ovvio che in questa situazione sarebbe stato difficile foldare la top pair con top kicker, dato che in molti casi Negreanu avrebbe effettuato una c-betin ogni caso e potrebbe sempre essere in semi-bluff.

In entrambi i casi, sarebbe corretto eseguire un call, perché farebbe sì che eventuali bluff e semi-bluff stessero nel piatto.

Esiste inoltre una differenza cruciale. Eseguendo un check-raise, normalmente Esfandiari non sarebbe in grado di vincere più di 13.000$ nel caso il suo avversario lasciasse la mano, ma rischiando al contempo 40.000$ nel caso il suo avversario decidesse di giocare.

Ora, è possibile pensare che Esfandiari avrebbe perso in ogni caso il suo denaro dopo il cinque al turn, ma è anche possibile pensare ad un rallentamento da parte gli Negreanu, e questo avrebbe permesso a Esfandiari di perdere meno denaro.

L'aspetto ancora più importante è che avrebbe potuto investire molto meglio il suo denaro. Facciamo un ipotesi. Diciamo che Negreanu è in bluff completo e decide di spingere tutto al river.

In questo caso, Esfandiari non avrebbe vinto solamente 13.000$ investendone 40.000$; in alcuni casi avrebbe addirittura potuto vincere 40.000$.

Tiriamo le somme

Commettendo un errore inspiegabile, Antonio Esfandiari butta 40.000$ per la felicità di Daniel Negreanu.

Si è trattato di un accoppiamento non fortunato per The Magician – due mani ottime nelle ultime posizioni. In ogni caso, sarebbe stato possibile utilizzare il suo denaro in modo molto migliore nella gestione del piatto.

Negreanu non aspettava altro, ricevendo il regalo con felicità senza fare molta fatica a sfruttare un errore del suo avversario.

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti