Phil Ivey Abbandona le WSOP e Denuncia Full Tilt!

Phil Ivey non parteciperà alle WSOP 2011 ed ha deciso di denunciare Tiltware come conseguenza del “Black Friday”. Vi speghiamo perchè.

Utilizzando la sua pagina Facebook come mezzo di comunicazione, Ivey ha dichiarato di non voler partecipare alle WSOP 2011 nel momento in cui moltissimi player americani non sono ancora stati pagati dalla sala dopo il celebre Black Friday, il venerdì nero del poker americano.

È la prima volta che Ivey parla pubblicamente di Full Tilt dopo la chiusura della sala ai giocatori americani da parte del Dipartimento di Giustizia americano.

Nonostante molti altri giocatori di poker abbiano pensato allo scherzo oppure ad un furto dell’account di Ivei, è stato proprio il player a confermare quanto detto con un secondo comunicato del suo manager.

Come conseguenza della sua decisione, Ivey è stato l’assente più importante al 25.000$ Heads Up Championship che ha dato il benvenuto alle nuove WSOP.

Qui di seguito vi riportiamo una traduzione completa di quanto scritto da Ivey in sei differenti “status message” su facebook.

Per molti anni sono stato fiero di dirmi un giocatore di poker. Questo straordinario sport mi ha portato un posti nei quali avrei solo immaginato di poter andare e che ho salutato con grandi successi. È dunque con grande rimpianto che mi sento obbligato, oggi, a rilasciare le seguenti dichiarazioni.

Sono profondamente triste ed imbarazzato dal fatto che Full Tilt non abbia pagato il denaro che deve. Sono imbarazzato sia perchè molti giocatori non hanno oggi la possibilità di giocare nei tornei, sia perchè questi hanno anche subito un danno economico.

Non giocherò ler World Series of Poker perchè non consider corretto giocare quando gli altri non possono.  Sto facendo di tutto per trovare una soluzione al problema nel più breve tempo possibile.

Il mio nome e la mia reputazione sono stati trascinati nel fango dall’inattività e dall’indecisione di altri – e, parlando a nome di tutti i giocatori di poker, io rifiuto di continuare stare in silenzio.Ho già fatto causa elettronicamente a Tiltware proprio in relazione agli account dei giocatori. Come penso tutti possano capire, questa non è stata una decisione semplice per me.

I non posso accettare la non-azione davanti alla necessità di restituire il proprio denaro ai giocatori e mi fa star male l’idea che chi mi ha supportato in tutta la mia carrier venga trattato in maniera così miserabile. 

Spero sinceramente che queste dichiarazioni spingano chi può risolvere il problema ad un’azione immediata.

PokerListings continuerà a seguire la questione raccogliendo anche alter reazioni sul campo direttamente dale WSOP 2011.

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti