Petter Northug, abbandona gli sci per il poker?

northug2

Il campione di sci nordico norvegese è reduce dalle deludenti Olimpiadi di Sochi, ma si è rifatto ampiamente dando spettacolo nel poker cash game high stakes online.

Petter Northug è uno dei più forti atleti che lo sci nordico norvegese, e mondiale in genere, abbia mai avuto.

Il due volte campione olimpico ha vinto la 50 km a tecnica classica e la staffetta sprint alle Olimpiadi di Vancouver 2010, oltre a 11 titoli mondiali.

Il ventottenne ha partecipato alla spedizione olimpica anche al recente Sochi 2014, e noi avevamo dato quasi per certo una sua medaglia nell’articolo sui 10 Poker Player alle Olimpiadi di Sochi,  ma non è andata così.

Eppure qualche buon risultato, in Russia, Northug l'ha ottenuto. Solo non nella disciplina in cui è campione, ma nel poker online.

 

Northug si rifà delle deludenti olimpiadi con il poker online

Il norvegese, che gioca con il nickname 'NorthugJr', è frequentatore assiduo delle partite cash high stakes di PokerStars.

Durante le Olimpiadi di Sochi, pare abbia giocato parecchio ai tavoli del Pot Limit Omaha da 50/100 dollari.

Durante i primi giorni dei giochi olimpici, Northug ha perso circa 20.000 dollari; poi è riuscito a recuperarne 12.500 e da lì è cominciata la sua rimonta.

Per la fine delle Olimpiadi ha chiuso in profitto di circa 15.000 dollari. Ovviamente questa sua passione non è passata in secondo piano, soprattutto tra i media del suo paese.

 

peter northug

Non è un segreto che Northug ami molto il poker, ma molti hanno approfittato della sua scarsa vena durante i giochi olimpici per attaccarlo direttamente, insinuando che l'atleta si sia concentrato più sul poker online che sulle sue gare di sci nordico.

A prendere le sue difese ci ha pensato il padre, che al magazine Dagbladet ha spiegato come il poker sia una parte importante della preparazione di suo figlio, visto che lo aiuta a rilassarsi tra le sessioni di allenamento e le gare.

"Vero, ha giocato a poker nel villaggio olimpico, ma non è l'unico che ha questo passatempo", ha dichiarato Northug Senior. Alla domanda se fosse preoccupato del fatto che il figlio perda decine di migliaia di dollari, l'uomo ha replicato: "Il poker è come tutte le altre cose, è inevitabile che ogni tanto si perda".

 

Una futura carriera da poker player?

A quanto pare Northug si sta dimostrando anche un ottimo giocatore, tanto che qualcuno ipotizza per lui una carriera nel poker professionistico.

 Il norvegese è stato recentemente uno dei player più attivi negli high stake, nonché uno dei più vincenti.

Il 24 febbraio scorso è stato il secondo giocatore più vincete su PokerStars, dove si è accaparrato quasi 130.000 dollari - quasi tutti contro il player 'PimpyLimpy' in una sfida heads-up al Pot Limit Omaha da 50/100 dollari.

Tra le 3.478 mani che ha giocato, il piatto più grosso vinto da Northug ammonta a 30.700 dollari. Dopo un rilancio d'apertura di 'PimpyLimpy', Northug ha controrilanciato e il suo avversario ha fatto call. Sul flop, 5-A-9 con due carte di picche, Northug è uscito in puntata, trovando il call altrui.

 Al turn, un dieci, il norvegese ha sparato il secondo proiettile ottenendo un altro call. Il 3 al river non ha cambiato il piano dello sportivo, che ha puntato di nuovo: 'PimpyLimpy' ha optato per il terzo call, ma ha dovuto gettare le carte nel muck quando 'NorthugJr' gli ha mostrato A-A-K-8.

 

 

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti