Pescatori stella… caduta al WPT Bay 101 Shooting Star

max pescatori6

Un torneo di certo unico nel suo genere, quello che si sta svolgendo a San Jose e che ha visto come protagonista il nostro Max Pescatori. Ma il ‘Pirata’ è già detto addio ai tavoli.

Il Main Event del WPT Bay 101 Shooting Star, dal buy-in di 7.500 dollari, ha da sempre avuto una particolarità. Matt Savage, fin dalla prima edizione, si è scelto con cura alcuni dei protagonisti di questo torneo.

Il direttore dell’evento, infatti, seleziona alcuni giocatori per attribuire loro delle taglie. Sono 42, e ad ogni eliminazione di una delle stelle finite ‘nel mirino’ del field, vengono attribuiti 2.500 dollari al carnefice.

Tra queste stelle, come detto, c’era anche il nostro Max Pescatori. Il giocatore italiano più vincente di sempre nei tornei live ha assunto quelle che sono le caratteristiche tenute in considerazione proprio da Savage per prendere parte al torneo.

“Le nostre stelle devono essere giocatori di personalità, devono essere personaggi popolari e soprattutto devono essere molto socievoli al tavolo”. Tre doti che a Pescatori, di certo, non mancano.

Le altre stelle al tavolo

wpt bay 101 shooting star
La parata di stelle presenti a San Jose

Max Pescatori rientra dunque nel novero di questi 42 giocatori, prescelti da Savage. Altri grandi nomi del poker e celebrità che ai tavoli si sono guadagnati una certa dose di rispetto, hanno avuto una taglia addosso.

Parliamo di gente del calibro di Joe Hachem, Ryan Riess, JC Tran e Scotty Nguyen, che nel loro palmares vantano un titolo al Main Event WSOP. Oppure altri campioni storici come Mike Matusow, Todd Brunson, Dan Shak e Mike Sexton.

Non mancano altri grandi giocatori, come il vincitore della prima edizione della prima edizione del Big One for One Drop, Antonio Esfandiari. Ma anche regular dei massimi eventi internazionali come Anthony Zinno, Jason Koon, Matt Glantz e Chris Moorman.

Molte di queste stelle, però, non hanno superato il Day 1 del WPT Bay 101 Shooting Star. Una prima giornata alla quale hanno preso parte 361 giocatori, di cui 119 hanno superato il primo taglio.

Football indigesto per Pescatori

Tornando a Max Pescatori, la sua eliminazione è avvenuta per mano di un grande esponente dello sport americano. Parliamo di Richard Seymour, che per anni ha giocato come defensive tackle nei New England Patriots.

Una figura di certo imponente, ma che anche nel poker non se la cava male. Anche se il torneo di Pescatori è stato compromesso in diverse mani precedenti, in cui la fortuna non ha girato a dovere.

Il colpo decisivo per Max, tornando al testa a testa con Seymour, ha visto l’italiano pushare con J-10 di picche, trovando il call con K-9 sempre di picche: il flop regala un 10 al ‘Pirata’, ma al river si chiude il beffardo colore per entrambi.

Anche attraverso i suoi profile sui social network, Pescatori ha espresso molta delusione già durante le varie fasi del Day 1.

Per la cronaca, Eddy Sabat comanda il chipcount dopo il Day 1A. Alle sue spalle Sergio Aido e Justin Young. Ancora in corsa, tra gli altri, il già menzionato Riess oltre a Marvin Rettenmaier e Joe McKeehen.

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti