Chi sono i November Nine delle WSOP 2016? Conosciamoli meglio

November Nine 2016 WSOP

Hanno superato uno dei field più numerosi degli ultimi 5 anni per approdare al tavolo finale delle WSOP che si terrà a partire da fine ottobre 2016. Ecco i November Nine!

Aggiornato al 12-09-2016

Questa edizione delle WSOP ha riservato non poche sorprese nel suo Main Event che nelle fasi finali sembrava poter portare ad una serie di November Nine tutt’altro che sconosciuti.

In parte è cosi, anche se i super favoriti sono stati eliminati in corso d’opera, vedi Marchese e Obst, molti dei finalisti dell’edizione 2016 delle WSOP sono giocatori navigati con oltre 1 milione di vincite nei tornei live ed altrettanti nell’online.

Mai come quest’anno infatti il numero di principianti è davvero ristretto, cosi come anche il numero di giovanissimi in favore di un ricco roster di 30enni. Tra i non-americani abbiamo uno spagnolo, un belga e un ceco a rappresenteare l’Europa.  Troviamo poi un canadese e 5 Statunitensi.

Ma veniamo al dunque e conosciamo meglio i November Nine del 2016:

 

 

#1 - Cliff Josephy

Cliff Josephy november nine 2016

Chip Count: 74,600,000
Positione: 1
Paese: USA
Età: 49
Città: Muttontown, NY
Guadagni: $2,641,620
WSOP ITM: 17
Nickname Online:  JohnnyBax
Twitter:  @JohnnyBaxPoker  

Senza troppi giri di parole diciamo che francamente Cliff Josephy sarebbe il vincitore ideale delle WSOP. Un poker player con una carriera alle spalle, grandi guadagni, la stima da parte del mondo del poker e un’età che dice: l’esperienza conta.

Per Cliff sarebbe il coronamento di una carriera pokeristica già ricca di risultati notevoli a partire dai due braccialetti WSOP conquistati rispetivamente nel 2005 e nel 2013.

Ad un certo punto della sua carriera tra il 2005 e il 2006 Josephy è stato anche alla posizione numero 1 dei più vincenti giocatori di poker online.

Insomma un poker player completo, che oltre alla passione per i tavoli verdi ha spesso lavorato in quel di Wall Street.

Se macini l'inglese guarda la video intervista di Pokerlistings

 

#2 - Qui Nguyen

Qui Nguyen November nine 2016

Chip Count: 67,925,000
Positione: 2
Paese: USA
Età: 39
Città: Las Vegas
Guadagni: $52,986
WSOP ITM: 1
Nickname Online: 
Twitter: 

Con poco più di 50.000 dollari vinti in carriera, il giocatore di Las Vegas Qui Nguyen certo non sembra uno dei più temibili tra i November Nine del 2016.

Peccato che la sua performance nel Main sia stata davvero eccezionale e da 25esimo a 27 giocatori rimasti, Qui ha scalato la cima come nessun altro arrivando al secondo posto nel chipcount finale.

Un risultato davvero inaspettato per un giocatore che prima di questa deep run vantava un solo altro piazzamento a premio nel circuito delle WSOP.

Eppure Nguyen è riuscito, contro ogni pronostico, ad eliminare uno dietro l’altro i giocatori più favoriti in gara come Tom Marchese e James Obst.

Se macini l'inglese guarda la video intervista di Pokerlistings

 

#3 - Gordon Vayo

Gordon Vayo November Nine 2016

Chip Count: 49,375,000
Positione: 3
Paese: USA
Età: 26
Città: Bloomington
Guadagni: $1.561,834
WSOP ITM: 26
Nickname Online:  holla@yoboy
Twitter: @GordonVayo

Se c’è un giocatore tra i November Nine di questa edizione che può davvero dire di aver atteso e lavorato tutta la vita proprio per arrivare sin qui, questo è Gordon Vayo.

Originario dell’Illinois e ora residente a San Francisco, iniziò la sua avventura nel poker che aveva solo 16 anni, tanto che nonostante ora sia 26enne è uno dei player con più esperienza in questa finale delle WSOP.

Vayo gioca sempre le World Series e vanta ben 26 piazzamenti a premio nel corso degli anni, oltre ad aver sfiorato il milione di dollari in vincite live. Guadagni di una vita che ora verranno senza dubbio più che raddoppiati nel giro di qualche mese.

Nell’online Gordon ha anche maggiore esperienza e vanta guadagni superiori rispetto ai circuiti live dove comunque si è difeso bene arrivando anche secondo in un evento WSOP nel 2014 per oltre 300.000 dollari.

Se macini l'inglese guarda la video intervista di Pokerlistings

 

 

#4 - Kenny Hallaert

Kenny Hallaert November nine 2016

Chip Count: 43,325,000
Positione: 4
Paese: Belgio
Età: 34
Città: Hansbeke
Guadagni: $1,317,530
WSOP ITM: 22
Nickname Online:  SpaceyFCB
Twitter: @SpaceyFCB

Con il Belgio sempre più coinvolto nella scena del poker non ci sorprende vedere anche quest’anno un suo giocatore arrivare tra i November Nine.  Kenny Hallaert, esattamente come Pierre Neuville lo scorso anno, è un player navigato con molta esperienza sia live che online.  

Hallaert non è solo un giocatore ma anche l’organizzatore del Belgium Poker Challenge, un tour di poker live che fa due fermate nelle città di Namur e Spa.

Prima di questa deep run nel Main che lo ha portato al tavolo finale, Kenny si è anche ben piazzato nell’European Poker Tour, nel Master Classics of Poker e anche all’UKIPT.

Nella lista dei giocatori più vincenti di sempre in Belgio, Hallaert è alle spalle di grandi nomi come Davidi Kitai, Neuville, Michael Gathy e Kevin Vandersmissen. 

Se macini l'inglese guarda la video intervista di Pokerlistings

 

#5 - Michael Ruane

Michael Ruane November nine 2016

Chip Count: 31,600,00
Positione: 5
Paese: USA
Età: 28
Città: Maywood, New Jersey
Guadagni: $44,942
WSOP ITM: 3
Nickname Online: 
Twitter: 

Uno dei motivi per cui molti conoscono il nome di Michael Ruane nel mondo del poker non è per i suoi risultati ma per essere stato arrestato nel volo di ritorno in America dalle PCA.

All’epoca il player insieme al fratello e al cugino avevano diviso il bottino di 26 mila dollari delle Pokerstars Caribbean Adventure pensando cosi di non dover dichiarare nulla perché ciascuno viaggiava con meno di 10.000.

Una storia vecchia su cui ora il player può farsi grosse risate essendosi assicurato un posto nel tavolo finale più ricco dell’anno.

Nelle fasi finali del Main, Ruane è stato protagonista di diverse ottime mani tra cui una contro Obst che gli è valsa molto del suo attuale stack.

 

 

#6 - Vojtech Ruzicka

Vojtech Ruzicka november nine

Chip Count: 27,300,000
Positione: 6
Paese: Repubblica Ceca
Età: 30
Città: Liberec
Guadagni: $1,246,791
WSOP ITM: 17
Nickname Online:  Vojta_R
Twitter: @Vojta_R

Era dai tempi di Martin Staszko nel 2011 che non si vedeva un giocatore della Repubblica Ceca al final table delle WSOP.

Vojtech Ruzicka è pronto a raccogliere l’eredità del suo predecessore e magari anche a fare meglio. Di certo al player non manca l’esperienza visto che gioca a poker a livello professionale da almeno 6 anni e tra i suoi risultati vanta anche un secondo posto al WCOOP Main Event  del 2011 per oltre 700.000 dollari.

Ma Rusicka ha esperienza anche nei tornei live, in particolare all’EPT, oltre ad avere piazzamenti al German Championship of Poker.

Alle WOSP prima del 2016, era arrivato settimo in un evento bounty lo scorso anno.

In una intervista a Pokerlistings ha dichiarato di voler aiutare il poker online in Repubblica Ceca, dal momento che rischia di essere completamente vietato.

Se hai familiarità con l'inglese guarda la video intervista di Pokerlistings

 

#7 - Griffin  Benger

Griffin Benger November nine 2016

Chip Count: 26,175,000
Positione: 7
Paese: Canada
Età: 31
Città: Toronto
Guadagni: $2,395,406
WSOP ITM: 13
Nickname Online:  Flush_Entity
Twitter: @GriffinBenger

Un volto noto nel mondo del poker quello si Griffin Benger, solo un paio di anni fa sembrava all’apice della sua carriera pokeristica che lo ha visto, tra le altre cose, trionfare nella prima edizione del celebre Shark Cage per 1 milione di dollari.

Benger è stato una leggenda nel mondo dei videogame, in particolare Counter Strike, e ha poi studiato giornalismo sportivo e lo abbiamo anche visto nei panni di commentatore nella prima edizione della Global Poker League.

Il player canadese dopo un 2014 brillante ha poi avuto un 2015 non particolarmente entusiasmante, ma di certo torna in grande stile nel 2016 qualificandosi tra i November Nine.

In realtà Benger non è estraneo alle deep run nel Main Event, che proprio nel 2014 lo aveva visto arrivare sino alla 90esima posizione. Due anni più tardi il canadese si supera ampiamente.

Griffin si è qualificato al Main grazie ad un satellite di 888poker e nonostante sarà impegnato a Novembre per le finali ci ha confessato che potrebbe fare capolino al prossimo Battle of Malta.

Se macini l'inglese guarda la video intervista di Pokerlistings

 

 

#8 - Jerry Wong

Jerry Wong November Nine 2016

Chip Count: 10,175,000
Positione: 8
Paese: USA
Età: 34
Città: Brooklyn, NY
Guadagni: $1,365,539
WSOP ITM: 19
Nickname Online: Hummylun
Twitter: @HumLun

Jerry Wong si è trovato nell’eccitante, e stressante, situazione di essere il chip leader al Day 6 con 80 giocatori ancora in gara. La pressione è molta e come sappiamo non sempre si riesce a spuntarla.

Per Jerry però le cose sono andate bene ed è sopravvissuto ad altre 71 eliminazioni.

Giocatore professionista dal 2008, con ben 3,3 milioni di vincite online, Wong certo ha l’esperienza e le abilità per una eventuale rimonta al tavolo finale delle WSOP.

Jerry ha dimostrato negli ultimi anni di essere molto abile sia davanti a giocatori in carne ed ossa che dietro ad uno schermo.

Ha vnto un braccialetto WCOOP nel 2014 mentre tra i suoi migliori piazzamenti live troviamo un terzo posto nel Main Event delle PCA nel 2013 per un premio di 725.000 dollari.

 

 

#9 - Fernando Pons

Fernando Pons November Nine 2016

Chip Count: 6,150,000
Positione: 9
Paese: Spain
Età: 37
Città: Palma
Guadagni: $20,653
WSOP ITM: 0
Nickname Online: 
Twitter: 

Lo scorso anno per l’Italia c’era il semi -conosciuto Federico Butteroni, ma il 2016 è stato l’anno della Spagna che dopo i due braccialetti vinti può ora vantare anche un suo connazionale tra i November Nine.

Fernando Pons sarà anche corto in stack ma considerando il suo investimento di 30 dollari per partecipare al Main Event si può dire che la sua impresa è grandiosa.

Pons si è infatti qualificato tramite un satellite di 888Poker ed è alla sua prima esperienza alle WSOP. È arrivato a Las vegas il 10 di Luglio con  in mente di fermarsi solo per 5 giorni,.

Infatti, come dichiarato nell'intervista esclusiva a Pokerlistings, non aveva neanche informato il suo capo che si trovava alle WSOP. Inoltre Pons ci ha confidato di avere una strategia segreta per rimontare al final table.

Prima di lui nel vicino 2014 troviamo un altro giocatore spagnolo tra i finalisti delle WSOP: Andoni Larrabe che chiuse al sesto posto. Riuscirà Pons a fare di meglio?

 

 

La strategia Post Main Event: Giocare o Prendere una pausa?

Come sempre dopo lo stress che si accumula nelle giornate del Main Event, i November Nine si trovano dinnanzi ad una scelta: continuare a giocare prima delle finali a novembre o prendersi una pausa?

 

strategia poker november nine
Allenarsi o riposarsi? È questo il dilemma…

 

Ebbene alcuni credono che continuare a giocare in grandi tornei sia il modo migliore per tenersi allenati, mentre altri credono che sia il modo migliore di rivelare ancora di più il proprio gioco agli avversari!

Quest’anno le acque si sono divise e mentre alcuni dei player sembrano essere spariti dalla scena del poker live, altri non solo sono stati presenti ma hanno anche portato a casa qualcosa:

  • Gordon Vayo ha vinto le WinStar River Poker Series in Oklahoma per un premio di  587.000 dollari.
  • Kenny Hallaert ha fatto suo l’ Online Grand Prix su PartyPoker contro 4531 giocatori portando a casa  64.000.
  • Vojtech Ruzicka è stato protagonista di una deep run all’ultimo EPT Barcellona dove ha poi chiuso il main Event in 24esima posizione.
  • Fernando Pons è andato a premio durante l’Etrellas Main Event a Barcellona.
  • Jerry Wong ha piazzato due ITM in due eventi del WPT e del Seminole Hard Rock Poker Open. 

 

Due Minuti per conoscere i November Nine delle WSOP 2016

Se mastichi l'inglese dai un'occhiata a questo video di presentazione dei November Nine 2016

 

Il Payout dei November Nine 2016

1: $8,000,000
2: $4,658,452
3: $3,451,175
4: $2,574,808
5: $1,934,579
6: $1,463,906
7: $1,250,000
8: $1,100,000
9: $1,000,000

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti