Negreanu: Ivey e Juanda smentiranno Lederer

Questa settimana, finalmente, il mondo del poker ha sentito la versione del proprietario di Full Tilt Poker, Howard Lederer. Ma non tutti credono alla sua spiegazione degli eventi che hanno portato al Black Friday

Uno di questi, per esempio, è Daniel Negreanu, che ha avuto da ridire sulle parole (e sul modo) di Lederer.

Abbiamo intervistato via mail proprio il giocatore canadese, il quale ci ha detto che la versione degli eventi di Lederer verrà contraddetta da giocatori come Phil Ivey e John Juanda, che non sono affatto contenti delle lamentele del loro ex collega.

Negreanu ha parlato delle azioni di Full Tilt dopo il Black Friday, definendole 'premeditate' e 'criminali'.

Continuate a leggere per conoscere l'opinione di Negreanu sul perché Lederer non abbia parlato fino ad ora, e sull'effetto che queste potrebbero scatenare nel circuito del poker live.

PokerListings.com: In generale, quanto credi sia precisa la ricostruzione della situazione fatta da Lederer, e quanta verità c'è nelle sue parole, tenuto conto di quello che sai / hai saputo dagli altri giocatori di FTP?

Daniel Negreanu: Be', su Reddit un impiegato di alto livello di FTP ha scritto tipo "30% verità, 30% improbabilità, 30% bugie e 10% di fandonie assolute". Direi che sono d'accordo. Ho sentito diversi commenti, che so per certo trattarsi di bugie belle e buone, nel tentativo di far sembrare Lederer l'unico salvatore e di far finire tutti gli altri nell'occhio del ciclone.

PL: In particolare, con le accuse contro Ivey, Juanda e Lindgren, quanto della versione di Lederer corrisponde con ciò che sai in base ai rapporti che hai con queste persone?

DN: Prima di tutto, non vedo l'ora che parlino altre persone, in modo che la verità venga a aglla. Juanda si è offeso pesantemente dei commenti di Howard su di lui, e Juanda ha ragione al100%.

Ho parlato con Ivey, e sono sicuro che anche lui parlerà, perché non è affatto felice delle bugie che si è sentito raccontare. Quando sentirete la versione di Ivey della storia, sono sicuro che capirete perfettamente perché Phil non ha fatto assolutamente nulla di male.

Non voleva avere a che fare con nessuna delle attività criminali che Ray, Howard e Chris stavano pianificando. La sua storia sarà supportata anche da altri membri di FTP. Per quanto riguarda Erick, è impossibile perdonarlo. A questo punto è chiaro che ha un problema col gioco d'azzardo che gli ha fatto fare cose folli.

Howard ha utilizzato quell'intervista per sviare la rabbia dalla sua persona, ma era LUI il presidente di FTP, il capo di Ray Bitar. Lui e Chris hanno messo Ray al comando. Non sono stati i prestiti presi dai giocatori a distruggere la compagnia, sono state le decisioni prese da lui, da Ray e da Chris. Semplice.

PL: Da quello che abbiamo visto finora, Ledere ha fatto intendere che fosse assolutamente ignaro delle difficoltà finanziarie precedenti al Black Friday, che la sua unica preoccupazione sono sempre stati "i clienti di Full Tilt", e che qualche azionista della room non ha fatto altro che mettergli i bastoni tra le ruote.

Ci credi?

DN: Ha detto di non saperne molto: normale, no, che un presidente non conosca ciò che succede nella sua compagnia? Se non ne sapeva nulla, va accusato comunque perché sono cose che avrebbe dovuto sapere.

Non so cosa creda davvero, lui. Io penso che sia una persona abbastanza arrogante da pensare di non aver fatto nulla di male, ma mi è difficile credere che non sapesse niente di qualsiasi problema economico precedente al Black Friday.

PL: Pensi che Howard Lederer e/o Chris Ferguson abbiano commesso un crimine?

DN: Sì, e Howard lo ammette nell'intervista. Il crimine che secondo me è imperdonabile è ciò che è successo dopo il Black Friday. La compagnia era senza soldi, eppure continuavano a dichiarare che i soldi dei giocatori erano a posto e al sicuro.

Ancora peggio, hanno continuato ad accettare depositi dal resto del mondo, nonostante fossero insolventi.  Il fatto che la compagnia abbia iniziato con tutte le carte in regola ora è assolutamente irrilevante. Dopo il Black Friday, e non so dirlo in altre parole, hanno messo in piedi una cosa simile allo schema di Ponzi. Hanno utilizzato il denaro dei giocatori non americani per sperare di restituire i soldi a quelli americani.

Howard lo ammette nella sua intervista. Invece di fare la cosa GIUSTA, dichiarare bancarotta o al massimo chiudere il sito per un po', hanno continuato a rubare i depositi dei giocatori, accettandoli. Lui ha pensato che questo approccio andasse bene, perché l'AGC non sembrava avere nulla da obiettare. Ma è una frode. È un crimine, e questo era il loro piano.

PL: Lederer allude a un ritorno al poker giocato. Si merita di essere accettato nuovamente dal mondo del poker?  

DN: Mi spiace dirlo, ma la comunità pokeristica ha dimostrato di avere poca forza di volontà, quando si tratta di confrontarsi.

Per esempio, sua sorella Annie Duke è stata coinvolta non in uno, ma in due scandali, tra UB e Epic Poker, eppure si fa ancora viva agli eventi delle WSOP come nulla fosse. I giocatori di UB hanno ricevuto i loro soldi? No. Gli impiegati e i milioni di dollari di freeroll sono stati pagati? No, ma lei continua a farsi vedere.

Non penso che Howard sarà accolto a braccia aperte, ma la sua intervista convincerà alcuni che lui non è stato quell'imbroglione che in realtà ha ammesso di essere stato, ma che è in realtà l'unico salvatore.

Non è che qualcuno gli impedirà di giocare i tornei, o che qualcuno cercherà di picchiarlo, se vorrà giocare potrà farlo. Non penso che riuscirà a tornare presto quanto crede, però, dato che la sua intervista è arrivata prima che il DOJ gli desse di nuovo addosso, il 10 settembre.

Vorrei aggiungere un'altra cosa. Lui dice "che doveva ai giocatori questo silenzio": penso che abbia detto una cosa assurda. Nessuno dice che doveva discutere i dettagli dell'accordo dopo il Black Friday, o che doveva confermare se i giocatori avrebbero riavuto i loro soldi o meno. Un semplice "mi dispiace tantissimo per quei giocatori che non hanno ancora ricevuto il denaro e anche se non sono sicuro che possa succedere, posso promettere che FTP farà di tutto per soddisfare i giocatori". Perché non è riuscito a dire nemmeno una cosa come questa? Non ci sono scuse: è una vergogna.

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti