Mustapha Kanit scatenato: final table all'EPT Super High Roller Barcellona

mustapha kanit3

Continua l'anno magico di 'Mustacchione', che nel torneo da 50.000 euro di buy-in centra un altro tavolo finale. Oggi, però, partirà da short-stack.

Aggiornato al 21/08/2014

EPT Super High Roller Barcellona,  nono posto per Mustapha Kanit

All'italiano serviva un'impresa per rientrare nella corsa verso le prime posizioni, invece è uscito con tanta sfortuna contro una mano che dominava.

Un vero peccato. Perché chissà come sarebbe potuto andare il final table dell'EPT Super High Roller di Barcellona, per Mustapha Kanit, se solo non fosse sceso sul flop un bruttissimo 8. Ma questa è un'altra storia.

Quella che vi andiamo a raccontare, invece, è ciò che è accaduto realmente. Dopo poche mani dall'inizio del tavolo finale, il nostro 'mustacchione' decide giustamente che, da small blind e dopo un solo rilancio d'apertura, A-Q è più che sufficiente per andare all-in. L'original raiser, Scott Seiver, passa con 6-6, ma Sven Reichardt opta per un discutibile call con A-8.

Finisce così, con un premio di circa 105.000 euro, il tavolo finale dell'italiano, che si porta a casa però una vincita netta di soli 5.455 euro, dato che il torneo aveva un buy-in di 50.000 e Kanit ha usufruito dell'opzione re-buy. Per Mustapha arriva comunque la conferma di potersela giocare costantemente contro i migliori: una bella iniezione di fiducia per l'incombente Main Event.

Passiamo al resto della cronaca, cominciando dalla vittoria di Olivier Busquet, che al termine di un deal con il secondo classificato, Daniel Colman, si porta a casa quasi 900.000 euro. Il buon Daniel continua a ottenere risultati strabilianti, dopo essersi aggiudicato il Big One for One Drop delle WSOP 2014 e aver scatenato un putiferio per non aver neppure esultato.

Erano diversi i protagonisti attesi per questo atto finale del Super High Roller. In ordine di piazzamento, troviamo Scott Seiver al quarto posto e Samuel Trickett al quinto, eliminati entrambi dall'americano che non amerà il poker, ma quando gioca ci dà dentro davvero di brutto.

Peggio di loro ha fatto Daniel Shak, non andato oltre l'8° posto. Il suo giustiziere? Un Olivier Busquet che per ben tre volte ha visto la coppia d'assi di partenza, tanto per far capire che quando la fortuna ti dà una mano, e tu sei già un giocatore decisamente forte, non ce n'è davvero nulla per nessuno. Completano il tavolo finale il terzo posto di Vladimir Troyanovskiy, il sesto di Sven Reichardt e il settimo di Morten Klein.

 

Ecco dunque l'esito dell'EPT Super High Roller di Barcellona 2014:

1-      Olivier Busquet €896.434

2-      Daniel Colman €843.066

3-      Vladimir Troyanovksiy €473.200

4-      Scott Seiver €364.200

5-      Sam Trickett €288.400

6-      Sven Reichardt €225.500

7-      Morten Klein €177.500

8-      Dan Shak €138.600

9-      Mustapha Kanit €105.455

 

La cronaca dell'evento

In Italia di giocatori forti ce ne sono parecchi. Ma da un po' di tempo a questa parte, guardando i risultati, ce n'è uno che spicca al di là di ogni ragionevole dubbio: Mustapha 'mustacchione' Kanit.

L'azzurro, infatti, dopo aver dato spettacolo qualche mese fa durante gli Aussie Millions, ed essersi ripetuto anche alle WSOP 2014, con la bellezza di tre tavoli finali raggiunti, sta continuando a dimostrare come i risultati, nel mondo del poker, non siano certo frutto del mero caso o della pura fortuna.

Siamo all'EPT Super High Roller di Barcellona 2014, un torneo da 50.000 euro di buy-in, e Mustapha Kanit è ancora lì, a giocarsela con il gotha del poker mondiale, con quei pochi giocatori del pianeta che sono in grado di sborsare certe cifre. 77 le entries totali (frutto dei re-buy), per 53 giocatori che sono riusciti ad approdare al Day 2 di ieri.

Grande prestazione per Morten Klein, che aveva cominciato con sole 85.000 chip (ultimo in classifica, 15 big blind appena) e che addirittura ha raddoppiato due volte durante il primo giro della seconda giornata di gioco. Ha rischiato anche di uscire, quando il suo A-K ha incontrato la coppia di re di Daniel Colman, pescando però un asso.

Eliminato, fuori dalla zona premi, Daniel Negreanu, incapace di arrivare persino alla pausa cena. Nella mano che lo ha visto compromettere il suo stack, Negreanu ha floppato un progetto di colore e di scala bilaterale, ma Saar Wilf lo ha superato chiudendo un colore più alto del suo. Poi ci ha pensato lo stesso Klein a dargli il colpo di grazie, ancora con flush vs overflush.

Da segnalare una mano incredibile: Sam Trickett non si accorge del rilancio di Oliver Busquet e manda la vasca da small blind con 7-5. Chiaramente l'original raiser chiama con 6-6, ma soccombe al river quando in aiuto del britannico arriva un fortunoso 7, in grado di fargli fare double-up. Trickett, poi, arriverà al tavolo finale con il secondo stack più piccolo.

Ecco dunque la situazione del final table del Super High Roller:

1-      Morten Klein 3.780.00

2-      Vladimir Troyanovskiy 3.370.000

3-      Sven Reichardt 3.225.000

4-      Dan Shak 2.690.000

5-      Olivier Busquet 2.045.000

6-      Daniel Colman 1.420.000

7-      Scott Seiver 1.310.000

8-      Sam Trickett 760.000

9-      Mustapha Kanit 690.000

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti