Minieri: "È Arrivato il Momento della Mia Rivincita"

Dario Minieri
Dario Minieri è già al secondo ITM di queste World Series of Poker

"Ora basta, ora ho fame di braccialetti". Dario Minieri si racconta in esclusiva dalle WSOP 2013

Dario Minieri è da sempre considerato una delle vere super star del poker italiano. Anche se una serie di annate sfortunate hanno portato qualcuno a pensare che...

Il suo stile super aggressivo gli ha fruttato tre final table EPT e sistemato un braccialetto sul polso durante le WSOP 2008. Oltre a farlo diventare un eroe per un’intera generazione di giovani grinder nostrani.

Negli anni dei successi, sembrava che nulla potesse fermare Dario. Poi, all’improvviso, uno stop che lo ha visto scomparire dai risultati che contano per quasi due lunghissimi anni.

Roberto Baggio. Valentino Rossi. Paolo Maldini. Alberto Tomba. Marco Pantani. Gli italiani hanno sempre avuto bisogno di un icona dello sport al quale fare riferimento – e per un po’di tempo il romanaccio Minieri è sembrato essere quel nome di cui tutti avevamo bisogno nel poker.

Riusciranno le WSOP 2013 ad essere l’inizio di qualcosa di importante per Darietto? Per ora è riuscito a mettere da parte un ITM nell’evento $3K Shootout ed al momento di pubblicare questa intervista sta attaccando la vetta del chipcount  del Pot-Limit Hold’Em da $5K con ancora solo due tavoli in gioco.

Per farlo rilassare un po’, il nostro inviato alle WSOP Matt Showell lo ha preso da parte provando a fargli raccontare la sua storia.

PokerListings: Sei al tuo secondo ITM di queste World Series. Come sta andando il torneo?

Dario Minieri: Per ora mi sembra molto bene. Ieri è stata una giornata importante per me e sono stato molto vicino a portare il mio stack a 700.000 chips, quasi il 25% del totale in gioco. Poi però ho perso AK contro QQ.

Oggi ho voglia di non pensarci e continuare solo a giocare. Ieri sono stato molto fortunato per la maggior parte della giornata e sono riuscito a stare anche molto concentrato – il che è un buon mix. Spero di riuscire a ripetermi oggi.

La lunghissima zona bolla di ieri sembra averti aiutato. Raccontaci come è andata.

Dario Minieri 3
"Il poker è un gioco bellissimo. Basta conoscerlo."

Ho avuto un episodio molto fortunato al tavolo perché ero chip leader e gli altri stack erano tutti molto più piccoli – quindi nessuno cercava di attaccarmi al tavolo.

Ho trovato molte buone occasioni per giocare perché gli stack più piccoli erano tutti alla mia sinistra.

Poi, sì, la zona bolla è andata bene. Cosa non comune, perché in un torneo come le World Series non è facile riuscire ad “abusare” della bolla.

Visto che questo torneo non ha avuto moltissimi player, quando siamo rimasti in 27 tutti hanno cercato di andare ITM e nessuno ha provato a rischiare di uscire dal gioco. Tutto a mio vantaggio.

Gli ultimi anni non ti sono andati poi troppo bene, in termini di risultati al tavolo. Quanto è importante per te riuscire a riaffermarti riportando il tuo nome al top del mondo del poker?

Ho bisogno di prendermi una rivincita e penso di starlo facendo proprio in questo momento. Sono concentratissimo in quello che faccio ed ho fame di altri braccialetti.

Non ho fatto nulla negli ultimi due anni, spero che tutto questo comincia a cambiare ora.

L’idea della rivincita ti ha spinto per caso a cambiare il tuo modo di gocare?

Io cerco sempre di migliorare il mio gioco al tavolo ed oggi mi sento più maturo di qualche tempo fa. Nonostante questo non mi sembra di aver fatto molto per cambiare il mio approcio al gioco.

L’esplosione del poker in Italia è ormai roba per i libri di storia. Cosa rimane nel 2013?

Il gioco continua a crescere. C’è stato un periodo in cui, a causa dei problemi economici del Paese, la crescita ha smesso di essere significativa – ma ora penso si sia tornati nella direzione giusta.

Questo è un gioco bellissimo. Ti fa conoscere persone, ti mette in discussione e sfida il tuo cervello. Per stare al tavolo bisogna pensare davvero tantissimo.

Chiunque in Italia amerebbe il poker se imparasse a

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti