I Migliori Video di Poker – Floppare una Scala Colore alle WSOP

scala colore flop

Come sempre le World Series of Poker riservano molte sorprese ai tavoli e di mani incredibili se ne vedono a bizzeffe. Quante volte avete visto una scala colore al flop?

Come da tradizione ad aprire le World Series è l’evento dedicato agli impiegati del casinò.

Alle ultime WSOP 2016 il final table è stato protagonista di una delle mani più clamorose viste finora, che ha visto un giocatore in particolare prendere la via verso la vittoria.

Si tratta dei due stack più grossi al tavolo, quello di Brian Mikesh e quello di Christopher Sand, entrambi impegnati a giocare con cautela per non perdere la leadership, fino alla mano che stiamo per mostrare.

Il Flop più Incredibile

Mikesh trova K Q e rilancia di due grandi bui, come è consueto fare di questi giorni. Tutti foldano a giro tranne Sand che ha in mano 9 7 e si trova in posizione di big blind.

I due restano quindi in gioco e il dealer serve un flop davvero improbabile:

incredibile flop wsop

Con un flop del genere tutti si aspettano di vedere un mare di chip piombare nel mezzo del tavolo. Ed è esattamente quello che accade.

Mikesh appare sicuro ed infatti continua a rilanciare. Fatto strano è che anche il suo avversario rilancia senza pensarci. A quel punto Mikesh inizia a dubitare seriamente della sua mano, che per essere davvero imbattibile ha bisogno di un A al river. Decide allora di rischiare tutto e va all-in.

Un Asso appare e scompare per magia al river

Ed è qui che accade l’inaspettato, cioè quando proprio un asso di quadri appare sullo scherzo come quinta carta, ma si tratta solo di pochi secondi e il dealer in realtà non ha ancora servito il river.

Dalla regia ovviamente mostravano l’unico out utile a Mikesh per battere la scala colore di Sand.

In realtà il river non sarà cosi favorevole. Guarda il video per vedere come è andata a finire:

Sarà proprio Christopher Sand a portare a casa il primo braccialetto della 31esima edizione delle WSOP rivelando che il suo coach di poker è stato sua madre:

Fu mia madre ad insegnarmi a giocare quando avevo solo 13 anni. Ne sono passati 30 da allora!

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti