Max Pescatori, niente Hall of Fame: entrano Brunson e Mortensen

max pescatori5

Anche quest’anno Max Pescatori non è stato eletto nella Poker Hall of Fame: i candidati scelti sono stati Todd Brunson e Carlos Mortensen.

Niente da fare. Max Pescatori non è riuscito ad entrare nella Poker Hall of Fame: i due candidati della classe 2016 sono infatti Todd Brunson e Carlos Mortensen. Per il Pirata Italiano è il secondo anno consecutivo di delusione.

Non che l’azzurro sia l’unico rimasto a bocca asciutta. Come lui, ci potranno riprovare dal prossimo anno anche i vari Eli Elezra, Chris Moneymaker, David Ulliot, Chris Bjorin, Matt Savage, Bruno Fitoussi e Humberto Brenes.

Entrare a far parte dell’Arca della Gloria del poker, si sa, non è facile: i candidati sono tanti e i posti ogni anno sono solo due. Già solo il fatto di essere nominati è senza dubbio un riconoscimento importante per un giocatore (o un addetto ai lavori, come Matt Savage).

Sicuramente non si può dire che Todd Brunson o Carlos Mortensen non avessero i requisiti per far parte della Poker Hall of Fame, e lo stesso vale per tutti gli altri candidati – Pescatori incluso, che non più tardi di un anno e mezzo fa vinse due braccialetti alle WSOP 2015.

La dinastia Brunson

Rendiamo omaggio ai due nuovi membri della Poker Hall of Fame, cominciando da Todd, il figlio del leggendario Doyle Brunson (unica ‘combo’ padre-figlio presente nell’Arca della Gloria). Brunson junior è noto principalmente per il suo successo nel cash game high stakes.

Todd Brunson
Todd Brunson

Memorabili sono le sue sfide con il miliardario texano Andy Beal, che vanno avanti praticamente da un decennio. Secondo quanto dichiarato dallo stesso Brunson, solo l’anno scorso Beal gli avrebbe scucito qualcosa come 5 milioni di dollari.

Nei tornei, Todd Brunson non è comunque uno sprovveduto. Nel 2005 vinse il suo primo e finora unico braccialetto alle World Series of Poker, in un evento di Omaha Hi-Lo. In carriera, negli MTT live, ha incassato circa 4,2 milioni di dollari.

“Entrare in questa prestigiosa istituzione è un vero onore”, ha commentato Todd Brunson. “Sono letteralmente cresciuto partecipando a queste cerimonie e ho sempre rispettato e ammirato i suoi membri. Unirmi a loro è l’onore di una vita”.

Il primo europeo nella Poker Hall of Fame

Carlos Mortensen non sarà più sulla cresta dell’onda come qualche anno fa, ma rimane uno dei giocatori da torneo più forti della storia, l’unico capace di vincere sia il Main Event WSOP sia il WPT Championship.

Lo spagnolo, primo giocatore nato in Europa ad entrare nella Poker Hall of Fame, è anche il recordman di vincite del circuito World Poker Tour, con oltre 6,7 milioni di dollari. Insieme con Gus Hansen e Chino Rheem, è anche l’unico player ad aver trionfato tre volte in un Main Event WPT.

“Gioco a poker da professionista da oltre 20 anni”, ha dichiarato Mortensen, “Questo gioco mi ha regalato tante cose che ho imparato ad apprezzare. Ho sempre voluto far parte della Poker Hall of Fame. Essere accostato a queste leggende mi rende felicissimo”.

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti

×

Sorry, this room is not available in your country.

Please try the best alternative which is available for your location:

Close and visit page