Martin Jacobson tra Poker, Allenamento, Alimentazione e Caffè!

martin jacobson 3
Tra le altre cose Jacobson gioca nella Global Poker League

Il fenomeno svedese Martin Jacobson, prima e dopo le WSOP non si è mai fermato. Ecco i segreti del suo successo.

Martin appartiene a quella ristretta cerchia di poker player che ha decisamente fatto la gavetta prima di vincere il Main Event delle WSOP ed ha continuato a collezionare successi anche dopo la vittoria del torneo di poker più importante del mondo.

Lo svedese non è solo un poker player esemplare con una grande etica, ma anche un modello per i giovani grinder che vogliono scalare la cima e allo stesso tempo mantenere uno stile di vita salutare.

Non è un segreto infatti che Jacobson oltre alla palestra si dedichi a yoga, meditazione e un’alimentazione salutare.

Ciò che molti non sanno è che Martin è anche un gran consumatore di caffè, convinto, come molti altri, che la caffeina possa aiutare molto durante un torneo di poker, sia esso live oppure online.

Il Caffè Bulletproof per mantenere la concentrazione al tavolo?

bulletproof coffee poker

Bulletproof Coffee è una combinazione di burro vegetale non salato, misto a una miscela di caffè di alta qualità con dell’olio concentrato di cocco.

Certo i puristi del caffè espresso staranno storcendo il naso in questo momento, ma sono molti gli sportivi e i giocatori di poker, oltre a Martin Jacobson, a fare uso quotidiano di questa bevanda mattutina, che il suo inventore, Dave Asprey, fondatore della Bulletproof Executive, definisce salutare e miracolosa.

Dopo aver visto Jacobson sorseggiare il caffè Bulletproof proprio durante il Main Event delle WSOP, dove ha poi portato a casa 10 milioni di dollari, cominciamo anche noi a pensare che fare un tentativo non guasta!

In realtà il “segreto” della bevanda è trattare i grassi non come nemici del corpo, ma come un aiuto, soprattutto a inizio giornata. I grassi forniscono una carica di energia tale da permettere un miglior funzionamento delle funzioni cerebrali, maggiore concentrazione e soprattutto meno appetito durante il resto della giornata.

Il giocatore svedese infatti ha sottolineato:

bevo il Bulletproof ogni giorno, soprattutto perché i grassi presenti impediscono un rilascio istantaneo della caffeina che viene invece assorbita un po’ per volta”.

Cosa questa molto vantaggiosa durante lunghe sessioni di poker in cui è fondamentale mantenere viva la concentrazione e il focus sul gioco.

L’intervista di Pokerlistings

 

 PL: Hai ricevuto molti riconoscimenti positivi dopo la tua vincita. Non si è sentita nemmeno una critica.

MJ: Si, è stato assolutamente straordinario. Ho apprezzato realmente tutte le citazioni positive. Penso che le persone stiano comprendendo quanto ho lavorato duro ed è realmente incredibile che questo finalmente porti i suoi frutti.

  

PL: Cos'è stato decisivo per la vittoria del Main Event WSOP?

MJ: Probabilmente il fatto che prima del tavolo finale non mi sono mai trovato a correre il rischio di perdere tutte le mie chip. Sono riuscito a giocare in modo tranquillo per tutto il torneo.

 

PL: Il momento più memorabile, oltre ovviamente alla vittoria?

MJ: Direi la mezz'ora prima dell'inizio del tavolo finale. Eravamo in piedi al di fuori dell'edificio ed era presente Ryan Riess. C'era così tanto in palio e tutti noi avevamo atteso quattro mesi questo momento. È stato realmente emozionante, un momento realmente speciale.

Martin Jacobson intervista

PL: Com'è cambiato il tuo modo di grindare da novembre?

MJ: Non molto. Questa vincita non ha realmente cambiato il mio modo di giocare così tanto. Non si è mai trattato solamente di denaro.

Intendo che il poker in principio era tutto basato sul denaro, ovviamente, perché stavo cercando di trovare un modo di guadagnare per vivere. Ma una volta riuscito in questo, il poker è divenuto qualcos'altro.

Sono stato abbastanza fortunato da riuscirci alcuni anni fa. Ora la vincita del main event è ovviamente un volume di denaro totalmente differente, ma non cambio come persona, non cambia il mio stile di vita. Mi offre solo più libertà per fare quello che amo, e questo significa che posso continuare a giocare.

 

PL: Ok, ammettilo: Tutto questo si deve al celebre “bulletproof coffee”?

MJ: (risate) Si! È una combinazione di molte cose, ma questa è sicuramente una delle tante.

 

PL: Tutto quello sappiamo è che tutti dicono sia terribile (gli italiani perlomeno).

MJ: Adoro il suo gusto. Inoltre quando lo bevo sento di avere molte più energie e la mente sgombra rispetto a quando facevo una colazione tradizionale.

 

PL: Stai usando qualche altro tipo di sostanza per migliorare la prestazione?

MJ: Si. Recentemente ho iniziato a usare CILTEP. È un prodotto di una compagnia chiamata Natural Stacks chi vende integratori naturali.

Permette di concentrarsi per molte ore e l'ho assunto dall'inizio delle World Series.

In generale mi affascina che sappiamo ancora molto poco sul fuunzionamento del nostro corpo e del nostro cervello e su quanti prodotti e sostanze posmigliorare le prestazioni al tavolo da poker!

 

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti