Le Migliori Mani di Poker – Cate Hall e una Situazione Davvero Difficile

cate hall wpt

Cate Hall ha quasi vinto il titolo di "Player of the Year" della scorsa stagione del WPT, prima di finire al 4° posto.

Un ottimo risultato, che ha aumentato la sua popolarità e le ha fatto ricevere diversi inviti a programmi tv sul poker. A "Poker Night in America", Cate ha giocato una mano con Todd Brunson che non è andata benissimo.

"Poker Night in America" è uno show di cash game con bui da $25/$50, composto da diverse celebrità del poker, come Phil Hellmuth, Alec Torelli e Todd Brunson.

Dal flop al river

Todd Brunson (stack: $12.800/256bb) è uno specialista del limit, ma qui rilancia a $150 da utg.

Foldano tutti fino alla Hall che da bottone trova

   

Cate rilancia a $475.

Lo small blind folda, ma Roger Sippl da big blind fa call, così coem Todd Brunson - esitando. Nel piatto ci sono già $1.450.

Il flop è  

     

Sippl e Brunson fanno check e la Hall punta $900. Sippl folda e Brunson chiama. Il piatto vale $3.250 e gli stack effettivi ammontano a $11.500.

Il turn è

 

Brunson fa check e la Hall ora spara $2.100. Brunson ci pensa di nuovo e chiama. Il piatto vale $7.450 e gli stack effettivi sono di $9.350.

Il river è

 

Brunson fa check per la terza volta e la Hall punta ancora, $3.500. Brunson va all-in. Il piatto vale $20.200 e la Hall deve pagare solo altri $5.960 per giocare.

Diversi minuti dopo, Cate decide di chiamare e Brunson gira

   

Todd Brunson vince il piatto più grosso della settimana, circa $26.000.

Analisi della mano

Cate Hall si ritrova in una situazione difficile. Decide di chiamare per quasi $6.000 al river. Vediamo come si è svolta la mano per entrambi i giocatori.

Brunson inizia con un raise da UTG piuttosto loose, con Q-9s, che potrebbe causargli parecchi problemi. Spesso sarà dominato, e in alcuni casi finirà per avere la seconda mano migliore.

Cate Hall trova la seconda mano di partenza migliore da bottone e quindi controrilancia. Dato che è da bottone, la forza della sua mano è ben nascosta.

Sippl non dovrebbe chiamare da big blind. Preso in mezzo tra la Hall e Brunson, che deve ancora agire e potrebbe pure rilanciare di nuovo, dovrebbe foldare.

Ma il suo call è parte del motivo per cui il piatto diventa così grosso. Brunson ora ha pot odds di 4 a 1 e non può foldare niente.

Heads-up e fuori posizione contro la Hall, probabilmente si sarebbe sbarazzato della sua mano marginale.

Rivedi qui la mano:

Un Flop innocuo

Su flop 9-6-5, la Hall può essere piuttosto sicura di avere la mano migliore. Inoltre, i suoi avversari potrebbero avere mani con cui sono disposti a pagare, cosa ancora più importante.

Tutti fanno check fino a lei, che va in c-bet e trova un cliente. Ora la Hall deve attribuire a Brunson un renge.

Questo range include coppie medie, come T-T, 8-8 e 7-7, ma anche mani che hanno centrato qualcosa e hanno un progetto, come T-9s, 9-8s, 9-7s, 7-6s o mani forti come 8-7s e set.

Hall cerca di vincere di più…

Il 2 al turn è una carta innocua per la Hall, dato che non cambia il valore delle mani.

Quando Brunson fa check, lei punta ancora. Dato che Brunson può avere mani peggiori della sua, ma comunque disposte a pagare, la sua puntata è giustissima.

Ma in realtà il 2 ha aperto qualche nuova possibilità per Todd Brunson. Ha aggiunto un progetto di colore alla sua top pair, e ora può rappresentare una monster facendo un bel check-raise.

Questo renderebbe più difficile per la Hall continuare. La sua overpair non migliorerà quasi mai da qui, e dovrebbe giocare tutto il suo stack.

Questa avrebbe potuto essere la mossa migliore per Brunson. Anche contro una overpair avrebbe avuto un'equity del 32%, rendendo l'all-in un'opzione praticabile.

Inoltre, Brunson potrebbe anche avere già la mano migliore, facendo foldare bluff come A-K o A-Q. Forse per questo motivo non ha rilanciato.

... ma finisce per perdere tutto

Hall mano poker

Il river è la carta dei sogni per Brunson. Ora può essere piuttosto sicuro di avere la mano migliore e si tratta solo di massimizzare il profitto.

Fare check è un'ottima decisione, dato che probabilmente la Hall ha una overpair o il nulla. Se Brunson puntasse, l'avversaria potrebbe chiamare con l'overpair o foldare in caso fosse in bluff.

Ma se Brunson fa check, probabilmente la Hall punta con tutto il suo range.

Ed è proprio ciò che succede. La Hall punta poco per far pagare mani marginali come 8-8, 7-7 o T-T. Questa puntata la mette nei guai, ma la size è giusta, dato che ci sono molte mani nel range di Brunson che pagherebbero quella cifra esatta.

Quando Brunson, un player con un'immagine piuttosto tight, improvvisamente va all-in, la Hall avrebbe dovuto comunque trovare la forza per foldare.

Ovviamente è possibile che Brunson avesse mancato il progetto di colore (cosa successa per davvero), ma pensare che possa bluffare e dare al suo avversario pot odds irresistibili di 3,6 a 1 è irrealistico.

Nonostante le pot odds, la Hall avrebbe dovuto costringersi a foldare, dato che un 9 rientra sicuramente nel range di Brunson, così come mani quali 8-7, 6-6 o 5-5.

Tiriamo le somme

Un call pre-flop loose di Roger Sippl è ciò che dà il via a questa mano spettacolare tra Cate Hall e Todd Brunson.

La giocatrice è in controllo su ogni street, ma quando Brunson svela un check-raise ben pianificato, Cate decide di fare un hero call che doveva evitare.

Come spesso succede, tutto si riduce ai range, e quello di Brunson non contiene nessun bluff dopo questa sua ultima mossa.

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti