Lyle Berman: "Mi siedo al tavolo e mi guardano come fossi uno sconosciuto…"

2d22e571c8

Ogni giovane giocatore dovrebbe conoscere e ringraziare Lyle Berman per il suo contributo al mondo del poker.

Berman è stato uno delle forze trascinanti dietro l'inizio del World Poker Tour ed è stato uno dei primi ad apparire nel mondo televisivo del poker.

Le sue innovazioni nel WPT hanno cambiato il gioco del poker e aiutato a creare le opportunità che in questo momento sono offerte ai giocatori di poker.

“Abbiamo creato un fenomeno mondiale che dura ancora sino ad oggi!” commenta lo stesso Lyle, che abbiamo incontrato alle WSOP.

Ma prima di diventare un dirigente del mondo del poker era un uomo d'affari di successo e un giocatore part-time.

 

Un solido giocatore "Vecchia Scuola”

Berman ha giocato a poker nella sua giovinezza ma fino a quando non prese in mano il libro fondamentale del poker scritto da Doyle Brunson, Super/System, non l'aveva ancora preso sul serio.

“Ho giocato molto a poker quando ero al college da ragazzo, poi smisi per andare a lavorare” ha dichiarato Berman la scorsa notte in una pausa durante il $50k Player's Championship alle World Series of Poker.

copertinasupersystemVol1001200

“Ho comprato il libro di Doyle Brunson, lo misi in uno scaffale e lo lessi nel 1982-83 e dissi 'Andrò la fuori e lo proverò giocando ai tavoli'.”

“Così ho iniziato a giocare a poker ad alti livelli con i professionisti dal 1983-1984. Oggigiorno sono un po' vecchia scuola.”

Berman ha fatto crescere il suo negozio familiare trasformandolo in un'impresa di vendite di successo, Wilson Leather, prima di combinare le sue capacità negli affari con quelle di gioco.

Mise il suo denaro all'interno del Minnesota Indian casino che si espanse per dar vita alla Lakes Gaming Corporation, che più tardi finanziò l'inizio del WPT.

Il Lavoro duro di Berman lo rese un uomo di successo a livello di affari e le sue filosofie vennero trasportate anche all'interno del mondo del poker.

“Credo che una delle cose più importanti insegnate del poker è che ci sono ramificazioni derivanti dalle proprie decisioni,” ha spiegato Berman.

“Negli affari, a volte i risultati derivanti dalla vostre decisioni possono necessitare due o tre anni, mentre nel poker possono bastare due o tre secondi.”

“E questo rinforza la teoria che ci sono ramificazioni derivanti dalle proprie decisioni. Prendere le decisioni è la vera chiave.”

 

I ragazzi di oggi sono troppo bravi nel poker

Berman continua a giocare ai tavoli mixed games più importanti ma evita gli eventi No-Limit Hold vista la qualità dei nuovi giocatori.

“Ci sono così tanti ottimi giovani giocatori dei quali nemmeno conosco i nomi. Mi siedo al tavolo e mi guardano come fossi uno sconosciuto,” ha detto Berman.

LyleBerman 304

“E sono buoni, sono ottimi giocaotri. Personalmente, oggigiorno non mi piace giocare a No-Limit Hold’em. I ragazzi sono troppo bravi.”

“Credo che bisogna scontrarsi con un certo numero di bad beat per sentire la paura. Loro non hanno ancora alcuna paura. Io ho già avuto la mia parte.”

“Viaggio molto e sono stato in Israele due settimane fa e ho incontrato due giovani ragazzi dell'esercito,” ha continuato Berman.

“Ho detto loro 'Sapete che ho influenzato la vostra vita? Giocate a Hold’em?’ Bene,  non potrebbeste giocare a poker oggigiorno se non fosse stato per me.”

“Indietro nel tempo c'era un evento da $10,000 all'anno, oggi n'è uno a settimana e a volte due a settimana.”

Berman è stato inserito nella Poker Hall of Fame nel 2002 assieme a Johnny Chan, ma non è pronto a ritirarsi, almeno nel breve periodo.

È tornato all'azione alla ricerca del quarto braccialetto proprio la scorsa notte nel $50,000 Poker Player Championship, anche se n'è rimasto con poco denaro al tavolo.

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti