Lo sapevate che...le massage girl sono vietate alle WSOPE?

poker massage girl

Una delle classiche leggine "alla francese" le ha messe alla porta. Scopriamo insieme quale tremendo pericolo le massage girl rappresentano per la Francia intera

Nel corso degli ultimi anni la presenza tra i tavoli delle massaggiatrici è diventata una costante assoluta nel mondo del poker.

Meno che in Francia, ovviamente – visto che dall’altra parte delle Alpi amano sempre fare le cose a modo loro per distinguersi da tutti gli altri.

Come succede ormai dal 2011, anche queste WSOPE di Enghien-les-Bains hanno dovuto registrare la cronica assenza delle ragazze del gruppo Goldfingers, il gruppo di massaggiatrici più conosciuto del circuito che negli anni ha portato sollievo a migliaia di giocatori.

Vi state chiedendo anche voi quale sia stato il problema che ha impedito alle ragazze di trovare posto in sala come durante tutti gli altri tornei? Alla risposta ci pensa Maeva Taranne, parte del gruppo delle Goldfingers che qui ad Enghien si è dovuta accontentare di uno (scomodissimo) angolo accanto all’ingresso.

“Non abbiamo alcun tipo di problema in nessuna parte del mondo”, ha spiegato  Maeva. “Ma la polizia sul gioco francese ha deciso di impedirci di girare tra i tavoli perché ha paura che potemmo vedere le carte dei giocatori. A quanto pare hanno avuto in passato un problema simile con un giornalista”.

La dura legge del…massaggio

ali tekintamgac wpt barcelona
Ali Tekintamgac
 

Lo scandalo al quale si riferisce Maeva Taranne è quello che ha visto protagonista Ali Tekintamgac, un giocatore tedesco beccato a fare qualcosa di molto sbagliato nel 2010 durante il Partouche Poker Tour di Cannes.

Secondo quanto scoperto dopo il torneo, Tekintamgac avrebbe avuto dalla sua tre complici-giornalisti il cui compito sarebbe stato quello di riuscire a sbirciare le carte dei suoi avversari per poi comunicargliele con i “soliti” segnali dei bari.

E siccome la legge è sempre la legge, anche le World Series of Poker hanno dovuto adeguarsi a quanto previsto dal codice francese, come per stessa ammissione del co-direttore delle WSOP Jack Effel e della Tournament Director di casa Barrière Lucille Denos.

“Quando decidi di organizzare un torneo in un casinò oppure in una location di proprietà degli organizzatori, non puoi esimerti dal rispettare le regole del casinò.”

“Per entrare nella zona dedicata al torneo c’è bisogno di una speciale autorizzazione e noi possiamo garantirla solo a professionisti essenziali come i giornalisti. Per il momento, purtroppo, non possiamo fare lo stesso per le massaggiatrici”.

Decisione che, ovviamente, non lascia Taranne soddisfatta.

“Non ho mai sentito una lamentela da parte di un giocatore. Al contrario, so che sono tutti molto felici di ricevere un massaggio mentre giocano.”

“Cose del genere capitano solo in Francia”

maeva joana
Maeva Taranne (a sinistra)
 

Per capire cosa ne pensino i giocatori, visto che abbiamo la fortuna di poter sfruttare il nostro diritto d’accesso ai tavoli, siamo andati a chiederlo direttamente a loro.

“Quando giochi per 12 ore di seguito ed hai qualche problema alla schiena, un massaggio aiuta moltissimo. Quindi – sì, non avere massaggi ai tavoli è un po’triste.”

“Dicono che le ragazze potrebbero vedere le carte? Certo, il rischio esiste – ma sta ai giocatori proteggerle in modo che non le veda nessuno. In più mi sembra che le ragazze dei massaggi godano in generale di una buona reputazione.”

Ancora più duro il pro di casa Manuel Bevand, che non risparmia alcuna critica al suo paese.

“Cose del genere possono capitare solo in Francia. Bandire le massaggiatrici dai tavoli è stupido per i giocatori ma danneggia soprattutto le ragazze perché non le permette di lavorare.”

Che poi è quello che conferma anche la stessa Maeva Taranne: “Per noi una scelta simile significa perdere soldi, perdere clienti – non può certo farci piacere”.

“Dicono che è una questione di sicurezza? Che io sappia non c’è mai stato un singolo problema. Ed una massaggiatrice non sceglie chi andare a massaggiare.”

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti