Le Migliori Mani di Poker – Nove carta alta e andiamo a Comandare

Kassoufvs Lau

A parte i November Nine, nessuno può vantare il clamore suscitato durante il WSOP Main Event dal player inglese Will Kassouf.

Non a tutti piace il "gioco chiacchierato" alla Kassouf, ma non si può negare che l'inglese abbia sviluppato il suo stile. Questa settimana, ne vedremo un esempio.

L’Azione dal flop al river

Sono rimasti solo in 57 dei 6.737 partiti nel Main Event WSOP 2016. Il prossimo salto nei premi scatterà a 54 left, e si passerà da 117.000 a 142.000 dollari.

Lo stack medio è di 5,9 milioni di chip; i bui sono 50.000/100.000/15.000. Il pro player asiatico Ka Kwan Lau ha circa 8 milioni di chip, è seduto in prima posizione, pesca

   

e rilancia a 225.000. Alla sua sinistra, Kassouf (10 milioni di chip) controrilancia a 535.000. Immediatamente dopo, l'israeliano Adi Abuzagal esita: è uno degli short stack. Alla fine decide di foldare.

Poche mani dopo, Abuzagal viene eliminato al 54° posto per 142.000 dollari.

Tutti gli altri foldano rapidamente e tocca di nuovo a Lau. Il giocatore di Hong Kong chiaam e il piatto sale a 1,355 milioni di chip. Il flop è

     

Check di Lau e Kassouf punta 550.000, prontamente chiamati. Il piatto vale 2,455 milioni di chip e gli stack effettivi sono di 7 milioni. Il turn è

 

Lau fa ancora check e Kassouf lo imita. Il piatto vale sempre 2,455 milioni e gli stack effettivi sono identici. Il river è  

 

Lau fa check e Kassouf esce puntando 1,25 milioni. Dopo un po' di tanking, Lau folda e Will Kassouf vince un piatto da 3,705 milioni di chip.

L'inglese aveva

   

Dato che la sua pocket pair era stata annullata dalla doppia coppia più alta sul board, questo corrisponde a un bluff con 9-carta alta.

 

Analisi della Mano

Pre-flop, Lau rilancia dalla prima posizione con A-K, mossa piuttosto standard. Kassouf decide di attaccare il raise con una coppia di 9.

Questa è una mossa che ha sia dei vantaggi sia degli svantaggi. Inoltre, con una mera middle pair, Kassouf costruisce un piatto grosso contro uno dei big stack del tavolo.

Ma anche gli svantaggi sono significativi. Abugazal trova una coppia di jack e folda, perché sente puzza di guai. Quindi, Kassouf è riuscito a far foldare una mano migliore e ad avere posizione.

Tra l'altro, Abugazal avrebbe dovuto provarci, ma ha pensato di trovarsi contro due range molto forti.

Ecco come si è giocata la mano a Las Vegas:

 

 

Un flop pericoloso

Lau decide di fare solo call per controllare il piatto contro un range forte. Non c'è nulla di sbagliato in questo approccio, perché ovviamente A-K è troppo forte per foldare, ma lui è fuori posizione.

Il flop Q T T centra il range di entrambi, dato che tutti e due contengono molte carte alte.

In realtà, a Kassouf non piace molto vedere solo overcard, ma piazza comunque una c-bet.

Quando Kassouf punta sul flop, Lau può anche semplicemente foldare, ma ha due overcard e un progetto di scala a incastro - abbastanza per giustificare un call con pot odds di 4 a 1 contro molte mani.

 

Kassoufvs Lau flop2

La situazione ideale per un bluff al river

L'8 al turn è quasi sicuramente una carta inutile. Quando Kassouf fa check dopo Lau, sta limitando il suo range e "spiegando" all'avversario di non avere un 10.

Tenendo conto dell'action pre-flop, il range di Kassouf ora si riduce a A-A, K-K, Q-Q, J-J, difficilmente T-T, magari 9-9 e qualche bluff improbabile.

Kassouf dal check di Lau capisce che difficilmente avrà una donna. Una donna avrebbe puntato per far pagare coppie alte e magari asso-carta alta.

Questa informazione, unito al suo range forte, fornisce a Kassouf le basi ideali per bluffare. Un bluff credibile, tra l'altro, dato che Kassouf sta raccontando una storia coerente.

Il dilemma di Lau è che non può battere molte mani del range di Kassouf. Ci sono alcune mani con le quali divide il piatto, ma con la maggior parte delle altre perde. In virtù di ciò, un fold è giustificato nonostante le pot odds di 3 a 1.

Conclusioni

Abbiamo visto una mano tanto interessante quanto entusiasmante. Kassouf si è costruito un range forte dall'inizio, ed è riuscito ad usarlo per bluffare al river.

Ka Kwan Lou avrebbe dovuto piazzare un call molto rischioso per smascherare il bluff di Kassouf. Dal suo punto di vista, chiamando avrebbe ottenuto difficilmente più di uno split pot.

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti

×

Sorry, this room is not available in your country.

Please try the best alternative which is available for your location:

Close and visit page