Le Migliori Mani di Poker – Il bluff di Holz contro de Silva

Optimized NWM Holz

Fedor Holz è una delle stelle nascenti delle poker. Quest'anno il ventunenne ha preso parte per la prima volta alle WSOP, ed è subito riuscito a dimostrare la sua abilità.

Holtz è infatti  arrivato nelle ultime posizione dell'evento più importante, anche se non tutto è andato come aveva pianificato.

Alla fine, Holz ha chiuso il torneo in 25ª posizione, ma “CrownUpGuy” ha mostrato del poker che ha fatto esaltare tutti e non solamente i commentatori TV Norman Chad e Lom McEachern.

Nella nostra mano della settimana, ve lo mostriamo mentre cerca di creare un bluff che però viene smascherato.

Dal Flop al River

Siamo al Day 5 del main event WSOP, i bui sono 20,000/40,000/5000. Tutti foldano e la parola va a Holz  che rilancia con

   

fino a 90.000. Tutti lasciano la mano tranne Upeshka de Silva dal grande buio con in mano

   

È proprio lui a rilanciare fino a 265.000. A questo punto la situazione vede Holz con uno stack che copre quello del suo avversario, il conto dice infatti 2,9 milioni contro 1,9  milioni. Decide di chiamare e il conto  mostra nel piatto 590.000 chip.

Il flop è

     

Da Silva si trova davanti e punta 345.000, Holz ci pensa poco e chiama. Ora nel piatto ci sono 1,28 milioni di chip e de Silva ha 1,3 milioni davanti a lui.

Il turn è

 

Ora de Silva effettua un check and Holz punta 425.000. De Silva chiama, e in questo momento ci sono 2,13 milioni nel piatto. Upeshka è circa 800.000 davanti a lui.

Il river è

 

De Silva fa ancora check e Holz lo spinge all-in. De Silva si prende alcuni minuti per pensare, ma alla fine chiama e vince il piatto.

Puoi rivedere qui questa mano:

Analisi

Ci troviamo davanti ad un ottima giocata da parte del giocatore americano. Un talento in grado di vincere anche un braccialetto quest'anno durante l'evento n°45. Diamo uno sguardo ai ragionamenti dei giocatori durante questa mano.

Pre-flop, Holz rilancia con una mano speculativa, e de Silva risponde dal grande buio. Con A-K, Upeshka avrebbe probabilmente gradito spingere tutte le sue chip all'interno del piatto pre-flop, ma Holz ha in mano solamente 8-7s.

Non esistono probabilmente molte mani più deboli della sua con le quali Holz effettuerebbe una chiamata sul contro rilancio. L'unico vantaggio della sua mano è quella di avere due carte vive, almeno di non trovarsi contro una overpair.

E ovviamente Holz si trova in posizione. Sul flop A J 8, da Silva effettua ovviamente una c-bet, visto che normalmente in questa situazione si dovrebbe trovare con la migliore.

Holz in questo momento può solamente foldare la mano, ma al contrario cerca di creare un piano alternativo. Dalla sua parte in ogni caso ha delle out reali e delle pseudo-out.

Le out reali (sicure al 100%) sono i due 8 e i tre 7 che ci sono ancora nel mazzo, ma le pseudo-out sono potenzialmente più interessanti. Si tratta di tutti i quadri, le donne, i 9 e forse anche i Re.

Qualsiasi di queste carte darebbe a Holz la possibilità di rubare il piatto. Inoltre esiste la possibilità che de Silva stia effettuando un bluff.

La svolta nella mano

Optimized NWM UpeshkadaSilva

La Q è realmente la carta che de Silva non vorrebbe vedere al turn. Infatti il giocatore effettua un check, questo significa che limita parecchio il suo range.

Tranne i bluff, il range di Upeshka ora diviene sostanzialmente A-K e K-K, perché mani come A-A, Q-Q, J-J, e A-Q (con le quali sarebbe stato possibile contro rilanciare pre-flop) lo avrebbero probabilmente portato all-in.

Holz lo comprende immediatamente e cerca quindi di rubare il piatto utilizzando le sue pseudo-out.

Punta 425.000 annunciando praticamente un all-in al river. In questo modo genera anche delle ottime 'pot odds' per se stesso,  visto che questa puntata deve vincere il piatto solamente una volta su quattro per dimostrarsi vantaggiosa.

In ogni caso de Silva non vuole abbandonare la mano, visto che ha ancora dalla sua parte un progetto per arrivare al 'nuts' ed è consapevole che il suo avversario potrebbe essere in bluff o in semi-bluff.

Chiamata coraggiosa al river

Optimized NWM Fedor Holz 2015 WSOP Main Event 3

Il 9 al river è la carta perfetta che aspettava Holz. De Silva effettua nuovamente un check, e Holz spinge fino in fondo.

Punta 800.000, questo è abbastanza per mettere il suo avversario all-in. Dal punto di vista di de Silva, il board non potrebbe essersi sviluppato in un modo peggiore.

La sua top pair sembra non avere più valore, oltre a questo si tratta della mano decisiva per il suo torneo.

Si prende almeno 10 minuti per pensare, prima di chiamare con A-K, probabilmente la mano che si attendeva Holz.

Upeshka si aggiudica il piatto e raddoppia il suo stack.

Le pot odds di 4 a 1 e il gioco aggressivo di Holz possono essersi dimostrati entrambi fattori che hanno portato a questa decisione, ma il range di Holz ha dalla sua parte anche un'ampia varietà di mani legittime che non avrebbero potuto solo battere facilmente la mano de Silva, ma avrebbero visto il giocatore puntare continuamente con mani come tris, colori o scale.

Quindi per de Silva si tratta della giusta chiamata, ma in ogni caso Holz ha giocato la mano in modo perfetto.

Conclusione

Fedor Holz mette alla prova il suo avversario, giocando in modo molto aggressivo e obbligandolo ad analizzare fino in fondo la mano.

Bisogna sottolineare che non esistono molti giocatori in grado di effettuare una chiamata simile al river.

Upeshka de Silva riesce ad effettuare una fantastica chiamata su di un board molto complesso e pericoloso, aggiudicandosi un piatto enorme che gli garantisce la possibilità di scalare posizioni in classifica e continuare la sua corsa all'interno del main event.

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti