La Selfie-Mania non risparmia i giocatori di poker

Candio selfie

Sobrietà e riservatezza, almeno sui social network, sono diventate appannaggio di pochi giocatori di poker. Ogni momento di vita va condiviso con tutti.

Una della manifestazioni più evidenti di questo narcisismo imperante sono i “selfie”. Una pratica cresciuta di popolarità anche in seguito alla diffusione dei cellulari con fotocamera anteriore.

Forse si tratta di una moda passeggera, ma per il momento sembra che molti non abbiano niente di meglio da fare che fotografarsi in ogni momento della loro vita, poco importa se banale o volgare.

[Leggi anche: I Social Network nel Poker: aiutano la carriera o la compromettono?]

Tra Selfie e Narcisismo

Il guru della tamarraggine Dan Bilzerian, per esempio, non poteva esimersi dal fotografarsi nudo come mamma l’ha fatto davanti allo specchio del bagno.

Per il rampollo miliardario Bilzerian sono numerosi anche gli autoscatti realizzati mentre usa armi, pratica qualche sport pericoloso o si trova in compagnia di amiche senza veli (le tre situazioni possono anche coincidere).

Così come Bilzerian, anche Shane Warne, ex giocatore di cricket australiano e giocatore di poker professionista, fa uso abituale dei social network, dove posta di frequente i suoi “selfie”.

Shane Warne

Nei giorni scorsi Warne è stato invitato come ospite d’onore per la “Cup day” a Christ Church, Nuova Zelanda. Scherzando con i giornalisti in merito alla sua reputazione di dongiovanni, ha asserito: “Entro la fine della giornata riuscirò a ottenere dieci appuntamenti con altrettante ragazze”.

Oltre al cricket e alle donne, lo sportivo non ha mancato di esternare di fronte ai media la sua passione per il poker professionistico (da qualche tempo è anche testimonial di una nota room online, che contribuisce a promuovere anche attraverso i suoi tweet).

I suoi autoscatti, ripresi anche da siti Internet per omosessuali, lo vedono spesso a torso nudo, a letto tra le lenzuola o mentre sfoggia i muscoli davanti allo specchio del bagno. In una foto Warne conferma la sua immagine di sciupafemmine mostrando numerosi segni di rossetto sul torace. Salvo alcune immagini postate, la presentazione su Twitter dell’ex giocatore lascerebbe però pensare a un esemplare padre di famiglia: “Tre figli stupendi, ho giocato a cricket, ora mi diverto a commentarlo, a giocare a poker e a raccogliere fondi a favore della Shane Warne Foundation”.

Dal tavolo verde alla terra rossa

Max pescatori selfie

Qualche settimana fa Max Pescatori ha pubblicato su Facebook alcune foto di un torneo di tennis svoltosi sotto l’antico castello di Soncino (Cremona).

In altri autoscatti, invece, il professionista ha aggiornato i suoi fan in merito ai suoi impegni più “istituzionali”, come la partecipazione insieme a Claudio Mariani a un evento svoltosi a inizio novembre.

Prima e dopo

All’inizio dell’autunno, invece, Filippo Candio ha voluto mostrare a fan e simpatizzanti i risultati di una dieta ferrea e del nuovo look dei capelli rasati a zero con un post dal titolo volutamente ironico “Scova le differenze”.

Gli autoscatti abbonandano anche nell’insolito gruppo Facebook dei “Giocatori di poker brutti, nato con l’intento di “condividere foto brutte di giocatori di Texas hold ‘em”.

L’attaccante gioca le sue carte

Di recente l’attaccante brasiliano Neymar ha palesato la sua passione per il poker attraverso alcuni selfie postati su Instagram, nei quali lo si vede al tavolo in compagnia di alcuni amici.

Il giovane Neymar da Silva Santos Jùnior è entrato nel novero dei  tanti calciatori che seguono il Texas hold ‘em in qualità di testimonial o di semplici appassionati. Nel corso degli anni hanno già prestato il loro nome per pubblicizzare famose poker room Ronaldo, Andriy Schevchenko, Gigi Buffon, Francesco Totti, Gennaro Gattuso e Luis Suarez “El pistolero”.

Neymar poker selfie

Alcuni maliziosamente hanno fatto notare che il calciatore verdeoro ha cominciato a dedicarsi al poker proprio dopo l’insuccesso contro i tedeschi e l’infortunio subìto negli ultimi mondiali. In auto, nello spogliatoio, in aereo, sul bus, mentre sfoggia il tatuaggio con la scritta “Love” e in compagnia del figlio: per Neymer ogni momento della vita è degno di essere immortalato.

Compra un’isola per sposarsi

Richard Branson, padrone di Virgin e appassionato pokerista, ha raccontato attraverso alcuni selfie postati sul suo blog il programma di recupero della fauna locale da lui promosso su Necker Island (arcipelago delle Isole Vergini Britanniche).

richardbransonselfie

L’isola è stata acquistata nel ‘78 da Branson, come spiega lui stesso sul suo blog, “per far colpo su una ragazza”, che poi è diventata sua moglie. All’epoca Branson aveva 28 anni: sei anni prima aveva fondato il gruppo Virgin.

L’isola sulla quale Sir Branson e Joan Templeman hanno convolato a nozze ha ospitato in seguito anche i matrimoni del fondatore di Google Larry Page e di Holly, la figlia di Branson. “In questi 72 acri abbiamo più di 140 specie animali, senza contare le tartarughe marine e l’incredibile varietà di vita proveniente dal mare” scrive ancora Branson.

Nel 2011 Necker Island è stata colpita da un incendio, pare causato dall’uragano Irene, che sull’isola ha colpito anche l’edificio chiamato Great House.

Surfista con aquilone e modella nuda

Sempre nelle Isole Vergini, ad Anagarda, Branson è stato immortalato dal fotografo Stephane Gautronneau mentre praticava il surf trainato da un aquilone (kitesurfing), con una modella nuda aggrappata a sè.

[Leggi anche: La Top 5 dei Poker Player più Social in assoluto]

Branson surfing

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti