La mano della settimana – Quando il fold è da scartare

Condividi:
28 aprile 2017, Scritto da: Dirk Oetzmann
Postato su: Dentro PokerListings
La mano della settimana – Quando il fold è da scartare

Nel poker, esistono delle situazioni in cui ci si trova in un colpo in cui l’avversario va all-in e tu hai non una buona, ma un’ottima mano.

A volte è il numero degli out a tua disposizione che influenzano la decisione, ma nella nostra mano della settimana abbiamo trovato un eroe che ha foldato top pair e flush draw nuts contro un giocatore che avrebbe poi mostrato il bluff.

Perciò, la nostra domanda è: è possibile foldare una mano del genere?

Dal flop al river

Lo scenario in cui ci troviamo ad analizzare la nostra mano è una partita cash game, presso il Seminole Hard Rock Casino in Florida.

Ci sono alcuni giocatori di grande spessore, come il nostro Mustapha Kanit, Chance Kornuth e anche Matt Berkey, ma ci sono anche un paio di ricchi amatori come Bill Perkins e Joey diPascale.

Si sta giocando ai livelli da 100/200 dollari. In questa mano Berkey fa lo straddle a 400 dollari. Giochiamo la mano dal punto di vista di Joey diPascale, che gioca con 72.000 dollari e ha in mano

   

Decide di raisare a 1.400. James Calderaro (con 30.000 dollari dietro) chiama da bottone, Mustapha Kanit (che ha 117.000 dollari) 3-betta a 6.500 dollari dal big blind.

Berkey (con 360.000 dollari dietro) chiama dopo lo straddle, lo stesso fanno prima diPascale e poi Calderaro. Abbiamo un piatto di 26.275 dollari prima del flop che recita

     

Kanit fa check, Berkey punta 11.500 e diPascale chiama con top pair. Calderaro folda e lo stesso fa Kanit con la ‘Anna Kournikova’.

Ora il piatto vede 49.275 dollari, con diPascale che ne ha 54.000 dietro. Il turn è un

 

Berkey decide di andare all-in. diPascale inizia a pensare per poi decidere di foldare. Berkey vince il pot con

   

Potete vedere la mano in questo video:

Analisi

Matt Berkey è riuscito a vincere la mano in maniera forzata, ma difficilmente Joey diPascale gradirà il suo modo di giocare questo colpo, se mai rivedrà la mano.

Ma siamo onesti e cerchiamo di capire se avremmo agito diversamente in questa situazione.

Iniziamo dal pre-flop. Una mano come A-8 è abbastanza valida per raisare, anche quando sei circondato da giocatori di grande livello.

Ma dopo la 3-bet di Kanit dal big blind, se Matt Berkey non avesse chiamato dopo lo straddle, diPascale avrebbe dovuto foldare. Così arriva il call di 5.000 su un piatto di 16.000, in vista di un altro call assai probabile.

In ogni caso, se giochi A-8 suited in un piatto 3-bettato contro giocatori abbastanza loose, devi iniziare a farti un’idea dei range dei tuoi avversari.

Quando floppi top pair

Il flop regala a diPascale la top pair e un backdoor di colore, ma in una mano 4-handed tutto ciò ha molto meno valore rispetto – ad esempio – a quando si gioca heads up.

Quindi diPascale ha bisogno di giocare in maniera molto rallentata, cercando di carpire quante più informazioni possibili.

Kanit decide di checkare, facendoci credere di avere in mano delle overcard, ma non una overpair. Di certo, con una coppia di Jack avrebbe dovuto puntare su altri tre giocatori.

La puntata di Berkey è molto più difficile da indirizzare, avendo fatto call a una 3-bet dallo straddle. Il suo range diventa improvvisamente forte, contenendo mani come A-Q ma anche 7-7 e 3-3 che hanno settato oppure overpair come 9-9.

diPascale in questo caso fa la scelta giusta. La bet di Berkey appare molto forte, perciò non si può foldare top pair. Giusto, quindi, il call.

Al turn c’è l’accelerazione

Dopo il call corretto di diPascale, Calderaro e Kanit decidono di foldare. Il 7 al turn aggiunge il flush draw nuts per Joey, ma Berkey non ci pensa più di tanto e decide di andare all-in.

berkey di pascale

Si tratta di una over-bet, perciò abbiamo bisogno di fare alcune valutazioni prima di decidere se vogliamo fare call o foldare.

Il pot prevede 103.000 dollari dopo il push di Berkey, e diPascale ha davanti a sè 54.000 dollari. Ciò significa che le sue pot odds sono di 1.9 a 1, perciò il suo call sarà corretto e profittevole nel 35% dei casi.

Ora riferiamoci al range di Berkey e alle mani contro le quali diPascale potrebbe pensare di giocare. Ci sono tre tipi di range possibili.

  1. Mani come 8-8, 7-7, 8-7 o 3-3, contro le quali diPascale sarebbe già drawing dead
  2. Mani forti come J-J, T-T o 9-9, contro le quali diPascale avrebbe ancora 14 out (nove carte di cuori, due 8 e tre assi).
  3. Bluff pieni ma con ancora sei out, come A-Q o K-Q.

La scelta giusta è il call

Quindi abbiamo provato a capire quale può essere il range di mani contro cui diPascale dovrebbe giocare. Contro la categoria 2, il call sarebbe stato la scelta migliore. Perciò ci spostiamo sulle altre due categorie prima di prendere una decisione.

C’è una sola combinazione di 8-8 e un’altra di 7-7 a disposizione di Berkey – ovvero 8 8 e 7 7 – ma ci sono anche tre possibili combinazioni di 3-3 che non possiamo non considerare in base all’azione pre-flop, così come 8-7, anche se con una sola possibile combinazione, come 8-7 di picche.

Bisogna essere realisti nel dire che ci sono dunque cinque possibili mani contro le quali diPascale sarebbe drawing dead. Ma al tempo stesso bisogna dire che ci sono più di cinque combinazioni di bluff con cui uno come Berkey sarebbe in grado di compiere questa move.

È possibile che diPascale non abbia alcuna out, ma è anche vero che il board rende obbligatorio il suo call. Il turn è la carta magica per lui, una decisione tendente al call sembrava decisamente più semplice di quanto diPascale l’abbia fatta passare.

Conclusioni

Matt Berkey è andato molto alla garibaldina in questo spot, ma alla fine è riuscito a far foldare una mano che prevedeva top pair e flush draw nuts.

Joey diPascale ci ha pensato a lungo, ma non ha colto per niente il range con cui Berkey è solito giocare. E si è trattato di un errore da oltre 100.000 dollari!

Perciò, tornando alla nostra domanda iniziale, la risposta può essere solo una: “Sì, si può foldare ma non dovresti farlo”.

 

Condividi:

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti

Bloggers
Battle of Malta: il Blog Ufficiale

Battle of Malta: il Blog Ufficiale

Benvenuti sul Blog Ufficiale del torneo Battle of Malta 2012 organizzato da PokerListings.

Ultimi posts Pagina di  
WSOP Il Blog (semi) Ufficiale delle World Series

WSOP Il Blog (semi) Ufficiale delle World Series

Scopri tutti i segreti e i retroscena delle delle World Series of Poker con il blog esclusivo di Po
Ultimi posts Pagina di  
Il Blog di Leo Margets

Il Blog di Leo Margets

La giocatrice spagnola Leo Margets ci racconta la sua esperienza in prima persona dai tavoli dei

Ultimi posts Pagina di Leo Margets