La guida agli Spirt Poker Awards: tutti i vincitori

ThorHansen PLAwards

Per la terza volta, PokerListings assegnerà degli speciali riconoscimenti ai giocatori che si sono distinti e fatti notare di più nel panorama del poker internazionale.

L'idea dello Spiri Poker Awards è di premiare l'entusiasmo e la passione per il poker, metendo in evidenza il le prestazioni e le conquiste dei giocatori che non necessariamente stanno sotto i riflettori per tutto il tempo.

Che dire di Thor Hansen, il nostro vincitore del Living Legends Award lo scorso anno. L'icona del poker norvegese ha vissuto il poker di Las Vegas per decenni prima ancora che il poker online fosse stato inventato.
Hansen ha giocato con tutti i mafiosi che hanno governato Sin City e ha vinto il suo primo braccialetto nel 1988, quando Chris Moneymaker aveva ancora dodici anni.

Nel 2012 ha affrontato la diagnosi peggiore che si possa ricevere da un medico, e a causa di un cancro sembrava gli restassero pochi mesi da vivere. Tornò in Norvegia per curarsi e da allora combatte non solo con la malattia ma anche a poker online dove ha vinto un evento SCOOP. Quest’anno è tornato in scena alle WSOP andando a premio ben 5 volte.  

Awards 2014


Nessuno aveva mai sentito parlare di Dominik Panka prima di gennaio 2014 quando ha vinto il Main Event PCA e l'evento high roller a Deauville prima che il mese fosse finito.

Panka rappresenta una nuova generazione di giovani giocatori che uniscono grandi abilità nel poker con un atteggiamento umile e il desiderio di ottenere di più nella vita oltre ai risultati del torneo.
Dopo aver vinto il Rising Star of the Year al Battle of Malta 2014, Panka ha confermato le sue capacità tornando sull’isola alcuni mesi dopo e arrivando terzo al Main Event dell'EPT.

Shannon Shorr ha ispirato tantissimi giocatori di poker per molti anni. Un professionista nel vero senso della parola, Shorr gestisce per conti suoi le finanze e l'organizzazione, senza alcun contratto di sponsorizzazione. Nel suo blog, parla del suo viaggio attraverso la vita e il mondo del poker.

Naoya Kihara per esempio. Kihara è ancora relativamente sconosciuto in Europa, pur essendo stato il primo giocatore giapponese ad aver vinto un braccialetto WSOP - Takahiro Nakai è diventato il secondo questa estate – ed è una punta di diamante del la promozione del poker in Estremo Oriente.
Dopo aver vinto il PL Award come Most Ispiring Player, Kihara è salito al numero uno del GPI giapponese, si è unito alla squadra di PokerStars, ha superato la soglia di un milione di dollari di vincite, e ha essenzialmente viaggiato in tutto il mondo.

awards 2013

Luca Moschitta, che è stato il primo a vincere nella categoria delle “stelle nascenti” ha riportato ben 17 piazzamenti internazionali dalla fine del 2013, e si è affermato inoltre come testimonial di PlanetWin365.

Negli ultimi due anni dalla vittoria dell’Award le sue vincite si sono raddoppiate portandolo a oltre 800.000 dollari e al 25esimo posto tra gli italiani più vincenti di sempre.

Luca si è anche trasferito a Malta per poter giocare online sul .com e dalla bella isola continua a curare il proprio blog personale.

Alle ultime WSOP Moschitta è andato a premio ben 4 volte.

Chiudiamo poi con quello che al momento è il più chiacchierato dei nostri passati vincitori nella categoria Living Legend: Pierre Neuville.

Il giocatore belga a 72 anni è tra i November Nine in questa ultima edizione delle World Series of Poker 2015, dimostrando come il poker non discrimini nessuno.  Leggi di più su questo fantastico poker player in questo articolo di Pokerlistings.


Visita la nostra pagina degli Spirit Poker Award e vota per i candidati dell’edizione 2015!

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti