La Global Poker League cambia: niente San Diego e Wembley, si gioca solo a Las Vegas

global poker league5

Alex Dreyfus ha comunicato la decisione di non disputare i playoff al TwitchCon di San Diego e le finali a Wembley, spostando tutto a Las Vegas.

Nel suo tentativo di ‘sportificare’ il poker, la Global Poker League ha deciso di cambiare rotta: niente più playoff a San Dieto, al TwitcCon 2016, né finali alla Wembley Arena: entrambe le fasi si giocheranno a Las Vegas.

Oltre a queste grosse modifiche, come spesso succede quando si tenta di evitare che due grossi eventi si sovrappongano, Alex Dreyfus, il papà della GPL, ha deciso anche di spostare le date di playoff e finali.

La seconda metà della stagione della Global Poker League è stata così spostata al 20 settembre, con la regular season che si chiuderà il 27 ottobre. I GPL Playoffs andranno quindi in scena il 29 e 30 novembre, con le GPL Finals che slitanno al 1 dicembre.

Evidentemente, Dreyfus si è reso conto che giocare durante le World Series of Poker 2016 non è stata un’idea vincente, un po’ perché tanti giocatori hanno trascurato le GPL per dare la caccia al braccialetto, un po’ perché gli spettatori erano concentrati proprio sulle WSOP e non sugli altri eventi.

GPL: un primo bilancio

L’obiettivo dichiarato di Dreyfus è sin dall’inizio quello di rendere il poker più simile a uno sport che a un gioco. La GPL ha esordito con una serie di sfide heads-up e six-handed, con protagonisti alcuni dei top player mondiali come Jason Mercier, Olivier Busquet, Daniel Cates e i nostri Max Pescatori, Mustapha Kanit e Dario Sammartino.

Ma l’aspetto ‘sportivo’ della lega non è riuscito a ingranare come Dreyfus avrebbe voluto. Questo nonostante i giocatori non investivano neppure un centesimo di tasca loro; anzi, venivano pagati per cercare di accumulare punti per le rispettive squadre.

the cube
Il celeberrimo The Cube

Anche l’esposizione mediatica è stata un problema. Attualmente le sfide vanno in diretta su Poker Central e su Twitch, due media non esattamente raggiungibili come la televisione – dove WSOP e WPT sono presenti da anni.

Cosa ci attende in autunno?

La seconda metà della prima stagione della Global Poker League inizierà tra un mese, con i Montreal Nationals e i Moscow Wolverines rispettivamente al comando della GPL Americas e della GPL Eurasia.

I Las Vegas Moneymakers, gestiti da Chris Moneymaker, saranno chiamati al duro compito di risalire la china per evitare l’eliminazione; stessa cosa, ma nell’altra conference, per i Berlin Bears.

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti