Katchalov / Boeree – “Ecco come il poker vi aiuta nel mondo del lavoro”

Katchalov Boeree

Eugene Katchalov e Liv Boeree discutono i vantaggi del poker per il vostro business personale. Ecco quindi una serie di utili consigli per chi ha o pianifica di avere una propria attività.

Molto spesso i professionisti del poker fanno più che giocare a poker. La maggior parte di loro ha una o più attività in corso.
Altri erano già coinvolti in qualche business prima ancora di iniziare con il poker.
Eugene Katchalov ha investito in diverse aziende contemporaneamente, mentre Liv Boeree è profondamente coinvolta nell’organizzazione benefica Raising for Effective Giving (REG).
Durante le PokerStars Caribbean Adventure 2016, i due giocatori hanno parlato apertamente di come un’azienda può trarre profitto dalle vostra abilità di poker player.

Valorizza le perdite

"Una delle più importanti lezioni del poker  è come affrontare perdite", dice Katchalov. "Tutti perdono a un certo punto, anche se non hanno fatto niente di sbagliato."
"La stessa cosa può accadere nel mondo degli affari. Anche se si lavora giorno e notte, si può ancora fallire. Il poker ti dimostra che questo non significa necessariamente che è colpa tua. "
"Penso che, nel poker in realtà è meglio se si inizia come un perdente, perché allora si apprezzano davvero le vincite."
"I giocatori che vincono da subito spesso cadono a pezzi quando iniziano a perdere."
Liv Boeree ha effettivamente un approccio molto diverso alla questione "solo perché qualcosa funziona, non significa che hai fatto tutto giusto. Se funziona un bluff, non significa necessariamente che hai fatto le scelte migliori. Se qualcun altro ha successo, non significa che se si segue la stessa direzione si avrà successo”.

eugene Katchalov
"Anche se si lavora giorno e notte, si può ancora fallire"

Conti bancari congelati

I giocatori di poker sono spesso considerati brillanti. Perché allora, si chiede un membro della sala, uno come Daniel Negreanu ha i suoi conti chiusi da una banca?
Eugene Katchalov, confessa "Ho avuto i miei conti chiusi sia a Chase che a Citibank nel 2008, quando tutto è crollato. Ora ho una nuova banca, e spero che non succederà di nuovo ".
"Se si dispone di molto denaro ma poi finisci per spenderne il 90%, alle banche non piace", ha aggiunto Liv Boeree. "So che questo è successo a molti giocatori che hanno vinto un grande evento, ma poi hanno bruciato o riutilizzato, o ancora spostato i propri fondi  in breve tempo”.

Valore atteso

La laureata in Astro-fisica ed ex vincitrice dell'EPT Sanremo ha voluto anche sottolineare come “valore” e “soldi” non sempre coincidono e come la matematica gioca un ruolo importante in qualsiasi forma di business.
"E' un luogo comune, ma il poker o altri giochi non sono una questione di denaro.  C'è sempre un modo per trovare una qualche forma di quantificazione, e questo può ancora aiutare in qualsiasi altra attività e non solo nel gioco.”

"Anche nella beneficienza la matematica è coinvolta” continua Boeree “quello che molti non capiscono è la differenza tra efficienza ed efficacia. Immaginate una organizzazione A di carità che investe l'80% del denaro nella sua amministrazione e il 20% nel salvare vite umane, e una B che mette il 20% in amministrazione e l'80% in salvare vite umane. "
"L'organizzazione A riesce a salvare 100 vite con i suoi soldi e l'organizzazione B salva solo dieci vite."
"Quello che stiamo vedendo qui è un’organizzazione che è più efficiente, mentre l'altra è più efficace. E per chi vuole dare soldi in beneficenza, è importante capire che se li danno all'organizzazione A, stanno negando a 90 persone di avere salva la vita. "

liv boeree reg
"La matematica aiuta in qualsiasi attività, non solo nel poker”

Ieri Oggi e Domani

Alla fine della discussione, PokerListings ha chiesto ad entrambi  i giocatori di immaginare la propria vita se non avessero conosciuto il poker e di immaginare anche come invece sarà il proprio futuro.
EK: "Mi sarebbe piaciuto probabilmente investire in start-up. Ci sono un sacco di aziende interessanti con buone idee che meritano sostegno. "
"Io credo che a un certo punto, in futuro, tornerò in questo tipo di affari. Rimarrò sempre nel poker, ma probabilmente non allo stesso livello. "
LB: "Cinque anni fa, avrei sicuramente voluto essere una rock star. (sorride) Oggi, la mia scelta di carriera sarebbe certamente nel settore scientifico. "
"In futuro, la cosa al di fuori del poker che voglio fare è lavorare come consulente, per indagare le inefficienze nelle industrie.
"Continuerò a lavorare per le organizzazioni senza scopo di lucro e raccogliere fondi per beneficenza."

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti