Javier Gomez Zapatero regala alla Spagna il WPT Praga

javier gomez zapatero wpt praga

Dopo tre ore e mezza di heads-up, Pavel Plesuv si arrende al secondo posto nonostante una chip lead enorme. Field ridotto al WPT Praga.

Ci sono volute tre ore e mezza per passare da 6 a 2 giocatori, ce ne sono volute altrettante per determinare il vincitore del WPT Praga, lo spagnolo Javier Gomez Zapatero, che ha avuto la meglio su un tavolo finale che all'inizio si presentava così:

Fahredin Mustafov (Bulgaria) – 2.840.000 chip

Pedro Marques (Portogallo) – 1.756.000

Abdelkader Benhalima (Algeria) – 1.271.00

Pavel Plesuv (Moldavia) – 895.000

Javier Gomez (Spagna) – 665.000

Henrik Hecklen (Danimarka) – 256.000

Sulla carta, il danese Henrik Heckleng era di gran lunga il giocatore più pericoloso, da top 500 del GPI - mentre nessuno dei suoi avversari rientrava nei migliori 3.000.

Ma Hecklen partiva con poche chip ed è stato eliminato in fretta. Viceversa, gli altri due short-stack sono riusciti a recuperare e alla fine a sfidarsi per il titolo.

Heads-up da montagne russe

Gomez ha iniziato l'heads-up con il doppio delle chip dell'avversario, ma Plesuv ci ha messo poco a riportarsi in pari. I due si sono scambiati il vantaggio più volte, fino a quando Plesov ha vinto un piatto enorme con A-9 contro A-7, spedendo Gomez a soli 7 big blind.

Il moldavo sembrava a un passo dalla vittoria, ma Gomez ha vinto un paio di all-in e alla fine ha chiuso il WPT Praga con A T contro A 3 di Pavel Plesuv.

La vittoria è valsa allo spagnolo $190. 347, mentre Plesuv si è dovuto accontentare $130.524.

Il payout del final table:

1. Javier Gomez Zapatero - $190.347

2. Pavel Plesuv - $139.524

3. Fahredin Mustafov - $84.296

4. Pedro Marques - $62.434

5. Abdelkader Benhalima - $46.771

6. Henrik Hecklen - $37.090

Tanta qualità, poca quantità

zapatero poker wpt

Il field non è stato eccezionale, ma i big non sono mancati. Tra i giocatori del Day 1 ricordiamo Kevin McPhee, Adrian Mateos, Gaelle Baumann, Sylvain Loosli, Stephen Chidwick, Tony Dunst, ma anche Yann Dion e Steve O'Dwyer, entrambi arrivati a un passo dal final table (eliminati rispettivamente al 15° e al 14° posto).

Nel Day 1B ci hanno provato Charlie Carrel, Pierre Neuville, Eugene Katchalov, Fedor Holz, Pablo Gordillo, Dermot Blain, Ludovic Geilich, Ismael Bojang, Vitaly Lunkin, Manig Loeser, Luca Moschitta, Martin Finger e Byron Kaverman.

Numeri in calo, come detto. Eppure solo tre anni fa, Marcin Wydrowski (Polonia) superò un field di 567 giocatori portandosi a casa €325.000 - 72 player in the money.

Nel 2013, il tedesco Julian Thomas emerse da un field di 306 player e uscì dal King's Casino del Corintia Hotel con oltre €200.000.

L'anno scorso il WPT non ha fatto tappa a Praga, mentre quest'anno il numero degli iscritti è sceso a 253, 27 dei quali andati a premio.

Ovviamente c'è ampio margine di miglioramento, specialmente se si guarda a eventi dal buy-in più basso, organizzati da operatori come RedBet, 888poker e Ongame.

Il World Poker Tour ha intrapreso un nuovo percorso negli ultimi anni, passando da eventi grossi a eventi dal buy-in più basso ma con più fermate, come i tornei Regional e National.

Il WPT Praga, ad ogni modo, si merita più di 250 giocatori. Sembra che la distanza, sempre più ampia, tra PartyPoker e il WPT non sia stata ancora colmata.

Il Prague Poker Festival continua

Il WPT Main Event è finito, ma i tornei di poker non si fermano qui: c'è ancora parecchia carne al fuoco.

Nei prossimi giorni le luci della ribalta saranno su tre eventi di Open Face Chinese Poker, prima che RedBet prenda le redini con il suo Main Event.

Potete trovare maggiori informazioni sul calendario completo del Prague Poker Festival 2015.

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti

×

Sorry, this room is not available in your country.

Please try the best alternative which is available for your location:

Close and visit page