Jason Mercier “Doug Polk mi ha definito un regular pessimo”

Jason Mercier vs Doug Polk

I due professional poker player si sono stuzzicati parecchio su Twitter, dandosi vicendevolmente dello 'scarso'.

Doug Polk è uno dei giocatori di poker professionisti con meno peli sulla lingua in assoluto. Come Daniel Negreanu, anche Polk nel corso degli anni non ha mai nascosto come la pensava, né si è mai tirato indietro ogni volta che non si trovava d'accordo con il punto di vista di altri colleghi altrettanto famosi.

Un atteggiamento che ha spaccato in due la comunità pokeristica mondiale: da una parte chi apprezza la schiettezza di Doug Polk, dall'altra chi lo definisce un "attention whore" - un modo non molto carino di indicare una persona che fa di tutto per attirare su di sé l'attenzione.

Le Provocazioni di Polk

Durante le recenti SCOOP 2016, la famosa serie 'primaverile' di tornei di poker su PokerStars.com, Polk ha deciso di puntare il mirino nientemeno che su Jason Mercier, twittando il seguente messaggio:

"Se c'è qualcuno interessato ad acquistare delle quote di Jason Mercier nel torneo heads-up da $21.000 a 95 centesimi, mi invii un tweet".

Polk ha fatto questo commento prima dell'Evento #49-H delle SCOOP 2016, il No Limit Hold'eh Heads-Up High Roller ad $21.000 di buy-in.

Il ventottenne specialista del Texas Hold'em ha in pratica offerto uno sconto sulle quote di Mercier, lasciando intendere in maniera più o meno implicita di non aver alcuna fiducia sulle capacità di Jason in questo genere di eventi.

In realtà, questa sorta di faida sarebbe cominciata qualche ora prima rispetto al tweet di Polk in questione, quando Mercier aveva scritto:

"La gente continua a dirmi che Doug Polk mi ha definito un regular pessimo"

Rimani alle tue partite cash di No Limit Hold'em 'solo online', amico. Io rimarrò… a tutte le altre forme di poker".

E ancora: "Oh, e possiamo sempre sfidarci live nei tornei di No Limit Hold'em, ogni volta che vuoi. Tu e la tua intera cricca di donatori degli mtt live".

La ragazza di Jason Mercier ha persino postato una foto in cui il fidanzato sembra piuttosto divertito da tutta la faccenda. Poco dopo, Polk ha lanciato su Twitter un guanto di sfida al Team PokerStars Pro, chiedendogli di giocare heads-up all'8-Game. "Mi piacerebbe tantissimo giocare. Live o online. Ti stiamo tutti aspettando", ha replicato Mercier.

Per quanto riguarda l'Evento #49-H delle SCOOP 2016, Mercier alla fine ha deciso di disiscriversi dal torneo, affermando di essere troppo occupato a giocare su 8 tavoli in altrettanti altri eventi. 'WCG|Rider' - il nickname di Doug Polk - invece ha chiuso all'8° posto su 32 partecipanti, incassando un premio di $41.000.

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti

×

Sorry, this room is not available in your country.

Please try the best alternative which is available for your location:

Close and visit page