Jaime Staples ci racconta il peggior Main Event di sempre

Optimized NWM jamiestaples

Partecipare a un EPT Main Event costa 5.300 euro. Se vedi solo quattro mani, vuol dire 1.300 euro a mano e se riesci a giocare una mano sola, è ancora peggio.

Questa settimana, la nostra mano ce la descrive un ospite. Jaime Staples, star di Twitch,  ci racconta com’è andato il suo Main Event del PokerStars EPT Malta. Non molto bene, ve lo anticipiamo…

Scritto da Jaime Staples

All’inizio è andato tutto bene. Ho dormito bene, ho fatto una buona colazione, mi sentivo alla grande, il tempo era ottimo, ed ero pronto a partire.

Mi siedo con i bui a 150/300, foldo le prime tre mani e alla quarta trovo due jack da under the gun.

Rilancio a 700. Col senno di poi, forse ho fatto un errore: avrei dovuto rilanciare di più, ma ormai è andata così.

Chiamano UTG+1, UTG+2, cut-off e bottone; tocca al big blind quando ci sono già cinque giocatori nel piatto.

Il big blind ha circa 17 bui e manda la vasca. Non conoscevo il giocatore, ma mi sembrava che fosse un po’ un gambler, quindi ero piuttosto sicuro che nella maggior parte dei casi i miei jack sarebbero stati in vantaggio.

 

Non sempre il coraggio paga

Jaime Staples
All'inzio tutto bene per Jamie...

Ero più spaventato dal tizio alla mia sinistra, che aveva chiamato il mio raise con sei giocatori ancora dopo di lui.

Alla fine decido di chiamare. I tre giocatori alla mia sinistra foldano e tocca di nuovo al bottone, che adesso va all-in!

Devo specificare che il giocatore da bottone era Eugene Katchalov, che aveva circa 10.000 chip più di me.

Sappiamo tutti che Katchalov è un giocatore molto forte: non riuscivo ad attribuirgli un range preciso.

Ho escluso assi e re, perché penso che con queste mani avrebbe controrilanciato pre-flop per evitare di giocare contro cinque avversari.

Ho pensato che difficilmente poteva avere due donne, perché anche in quel caso la giocata era piuttosto strana.

Bisogna anche che da un lato non volevo investire 100 big blind con due jack all’inizio del torneo, ma dall’altro c’erano anche 17 bui praticamente a disposizione nel piatto.

Alla fine, il big blind aveva A-T. Ci ho pensato parecchio.

L’unico modo per uscire indenne dalla mano era cercare di convincermi che Eugene stava pensando che il big blind aveva deciso di giocare così una mano molto forte.

Ma anche se il big blind si fosse comportato in quel modo, avrebbe pure chiamato un raise di Eugene, quindi non avrebbe fatto alcuna differenza.

 

I 3 minuti più costosi di sempre

Alla fine ho fatto call, e con mia somma sorpresa Eugene aveva davvero due donne. Il board non ha portato sorprese: né un asso miracoloso per il big blind né un jack miracoloso per me.

E lì è finito il mio Main Event. Sono durato tipo tre minuti.

Era la quarta mano che vedevo e l’unica che ho giocato. Ho parlato con un paio di ottimi giocatori, a bocce ferme, e quasi tutti mi hanno detto che ho fatto bene, quindi non mi pento molto della mia decisione.

 

jaime staples2
Meglio tornare a Twitch...

 

In generale però mi dispiace. Sono passati tre giorni da quella mano e non ho ancora giocato a poker.

Penso che Eugene abbia pensato che non voleva piazzare una 3-bet per poi dover chiamare uno shove, ma al mio livello di poker – e io non sono così bravo come lui – si fanno sempre più chip controrilanciando con le donne invece di fare call, perché è una mano forte e perché ci sono tantissimi flop molto brutti per le donne.

Altri giocatori mi hanno confermato che con due donne avrebbero controrilanciato pre-flop, ma Eugene l’ha giocata in quel modo: è un tipo molto ‘tricky’!

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti