Isabelle Mercier “Il Texas Hold’em è diventato brutale! Preferisco l’OFC”

isabelle mercier praga

Abbiamo incontrato Isabelle Mercier, uno dei volti più noti del poker dopo il boom degli anni 2000, ora tornata in scena vincendo un evento OFC a Praga.

Isabelle era una di quelle giocatrici appassionate che negli anni del boom del poker fu di ispirazione per molte donne, grazie soprattutto al suo gioco aggressivo.

La Mercier era infatti nota con il nick di “NoMercy” (Nessuna Pietà) prima di trasferirsi a Monaco abbandonando, almeno temporaneamente, la scena pokeristica.

Isabelle a sorpresa è riapparsa durante l’ultimo Praga Poker Festival, ma non ai tavoli del texas holdem.

La Mercier infatti ha preso parte ad un evento di Open Face Poker, ed ha anche portato a casa il primo premio, ricordando a tutti il perché del suo nickname. Poche ora dopo, senza probabilmente neanche aver dormito, era già seduta ai tavoli del OFC high roller, tanto che le abbiamo chiesto:

 

Pensi che il sonno sia sopravvalutato?

(ride) Se ti riferisci al fatto che non ho dormito abbastanza, posso dirti che è anch peggio di come sembra. Ieri alle 7 di mattina ero già in viaggio da Monaco. Sono stata a Parigi e poi son volata qui a Praga e ho iniziato il torneo alle 8 di sera.

Abbiamo finito la mattina dopo alle 10 e alle 3 del pomeriggio ero nuovamente al tavolo. Ovviamente sono contenta che non si tratti di una video intervista perché il mio aspetto non deve essere dei migliori.

Devo dire che a tenermi sveglia è soprattutto l’adrenalina. Questo gioco è cosi entusiasmante.

isabelle mercier 2015
La Mercier ha fatto suo uno degli eventi OFC al Praga Poker Festival

Solo due anni eri una presenza fissa in televisione, poi però sei sparita. Cosa è successo?

Mi sono stabilita a Monaco e non avevo voglia di continuare a viaggiare di continuo e ho scelto di lanciarmi nell’industria del gioco.

Ho lavorato diversi anni nel settore e il mio approccio era molto diverso dal loro ad essere onesta. Io sono americana e mi viene da dire “dai ragazzi buttiamoci! Dobbiamo rischiare” e a Monaco piuttosto ti rispondono “ma no, aspettiamo e vediamo come va”.

A un certo punto ho sentito l’impulso di “fare” e non di “aspettare” e “progettare”.

 

L’Open Face Chinese ti ha riportato al poker?

La verità è che avevo anche perso molto del mio interesse nell’Holdem. Così ho iniziato a dedicarmi al Chinese poker.

Questo in realtà è successo diversi anni fa, quello che mi ha motivato a tornare è stato soprattutto l’aver scoperto la versione Pineapple che trovo molto appassionante.

 

mercier pokerstars

Che è successo a quella grande giocatrice di Texas Hold’em?

Crdo che il gioco sia cambiato molto negli ultimi anni e ho perso il mio interesse. Vedo ai tavoli un sacco di giovani, anche 18enni e mi sembra di non far più parte della generazione del Texas hioldem.

C’è qualcosa di vile e brutale nell’holdem che manca invece nell’Open Face dove anche se la fortuna ha il suo ruolo, credo che alla fine ci siano così tante decisioni da prendere e un gioco da costruire che la meritocrazia vince sulla pura fortuna.

 

Meno stress quindi nel OFC?

Si alla fine è più simile a una partita a scacchi. Non ci sono grossi bluff o 5-bet da metter in scena. È tutto più intellettivo, come ad esempio nella versione 2-7, che ho scoperto quest’anno, e che adoro.

Siamo solo all’inizio e questa variante sta diventando sempre più appassionante a mio avviso.

 

Stai indossando la patch di TonyBet…

Beh si conosco Tony da una vita e quando ho scoperto che nella sua poker room era possibile giocare online a OFC l’ho contattato e abbiamo iniziato a collaborare.

Tra le altre cose sto pianificando di trasferirmi a Montreal cosa che mi permetterebbe di rietrare nel Playground Poker Club dove si tengono molti eventi live di OFC.

Per ora sono soddisfatta di essere ambasciatrice di Tony G, e ovviamente sono felicissima di avere già vinto uno degli eventi di Open Face qui a Praga!

 

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti