Intervista a Pamsi, l’originale Poker YouTuber che ha conquistato il Sud America

20160926 pl pamsi 03

Abbiamo parlato con la youtuber di poker più popolare del momento. Pamsi è stata intervista dai nostri colleghi di PokerListings Spagna per parlarci del suo canale di poker.

Il nostro collega spagnolo Alvaro Quiroz ha raggiunto per un’ intervista una delle personalità più trendy nel mondo del poker in castigliano e in tutto il mondo. Ci riferiamo a Pamela Balzano, meglio conosciuta come Pamsi.

La youtuber  argentina continua a deliziare ogni settimana con i tuoi video sul tuo canale "Pamsi Time", che è stato preso di mira da tantissimi giocatori amatoriali che solo ora si stanno avvicinando al poker.

I suoi video sono originali, educativi, informativi e soprattutto divertenti oltre che pieni zeppi di disegni e parole. Si perché in Argentina si parla tanto, e veloce anche.

Date un’occhiata al suo canale per farvi un’idea e leggete la nostra esclusiva intervista!

 

 

Come è iniziata la tua avventura di streamer di poker?

Beh, intanto ho lavorato come fotografa per circa due anni. Il poker ha attirato la mia attenzione, mi piaceva la parte del conteggio dei punti e tutto ciò che si può fotografare al tavolo verde.  

Se mia madre vedesse una pagina che spiega una mano di poker di certo non la comprenderebbe. Ed è allora che ho pensato di poter fare qualcosa di originale, di poter avviare uncanale youtube che spiega tante cose a chi non ha le idee chiare e vuole capire il gioco.

Non c’era nessuno a far questo su Youtube e mi son detta: ok sarò io la prima!

Volevo puntare tutto sulla guida al gioco, sul far comprendere come funzionano le cose nel mondo del poker, così che anche chi non lo conosce si può avvicinare mentre si diverte a guardare i miei video.

 

Ti aspettavi questa reazione da parte del pubblico?

Da una parte sì, perché ho pensato che fosse originale e diverso, almeno all’inizio credevo che avrebbe in qualche modo attirato l’attenzione.  Quello che non mi aspettavo è che passata la fase iniziale il canale avrebbe retto bene e continuato a fare visualizzazioni.

Solo il primo video messo ha registrato 18.000 visite, che nel mondo del poker è molto perché si tratta di una piccola nicchia rispetto a YouTube in generale, senza contare che il video non è in inglese.

 

Quali sono i progetti tuoi progetti a lungo termine?

Il poker è sempre stato per me come una questione in sospeso. Mio fratello gioca da molti anni e come tutti mi chiede perché non gioco anche io visto che posso anche avere un coach personale gratuito accanto.

Questa è la domanda che mi viene fatta più spesso! (ride).

"Credo che la mancanza di dedizione mi spinga a non giocare. Ho difficoltà a mettermi seduta a studiare!"

Per il futuro sto pianificando di continuare con i miei video. Se devo essere onesta, mi sarebbe sempre piaciuto giocare a poker, e credo che dovrò prima o poi dedicarmici.

 

pamsi fotografa
L'avventura di POamsi nel poker è iniziata con la fotografia

 

 

Ti ci vedi a sponsorizzare degli eventi di poker come madrina?

Sì, mi piacerebbe! Certo, ora ho iniziato a lavorare con 888poker, e  sto realizzando video per loro. Mi piace molto perché è un lavoro divertente in cui mi sento a mio agio.

 

 

Il Poker in famiglia

Com’è stato per i tuoi genitori accettare il poker online come un lavoro?

Sicuramente è stato esilarante! Bene, ora rido, ma forse prima non era così. Mio fratello ha iniziato a giocare quando era nell'ultimo anno di scuola, al liceo. Ha giocato a scacchi e tutti i suoi amici giocavano a poker e cosi anche lui ha provato.

Immaginate è l'ultimo anno di liceo, i miei genitori hanno cominciato chiedendogli che cosa avrebbe fatto, e speravano di vederlo dedicarsi a un titolo universitario.

Ma ha iniziato a giocare e certo in un primo momento non ha avuto il supporto dei miei genitori.

Un aneddoto divertente

Mia madre rimuoveva ogni notte il cavo di internet quando andava a dormire per assicurarsi  che mio fratello non potesse giocare la notte. Si innervosiva a pensare  che sprecava cosi il suo tempo.

Mio fratello era arrabbiato in un primo momento ma poi si placò. In realtà aveva semplicemente comprato un altro cavo con cui si andava a collegare a internet per giocare di notte!

Quello che è successo è che i miei genitori a un certo punto hanno cominciato a rendersi conto che aveva talento, perché giocava in modo professionale, in modo responsabile. In più riusciva a guadagnare e mantenersi e da allora non si sono più opposti.

 

Il Poker in Sud America

Come vedi la situazione attuale dei giocatori di poker in Sud America?

Penso che il livello sia aumentato enormemente. Per i giocatori dell'America Latina è sempre stato difficile raggiungere il livello senza screditare chiunque, europei e americani. In aggiunta è una questione di numeri.

Ma io la penso così, che il livello dei giocatori sta davvero aumentando molto. "Negriin" è un chiaro esempio di chi gioca testa a testa con i migliori del mondo. Ma è sempre più complicato ed è anche una questione economica.

 

pamsi poker
Pamsi in un torneo live

 

I cambiamenti di Pokerstars

Cosa pensi dei nuovi circuiti live di Pokerstars? Bisogna dare l’addio anche al Latin American Poker Tour?

Li vedo bene. Credo che tutto quello che vuole fare un nuovo marchio, è interessante. Forse è arrivato il momento di cambiare. Anche le World Series of Poker stanno cambiando e ad esempio ora si sono estese e vengono anche in Sud America.

Nel complesso va bene, si tratta di qualcosa di nuovo e dobbiamo aspettare di vederlo in pratica per poter giudicare.

 

Infine, non possiamo non chiederti se stai pensando di venire in Europa per il Battle of Malta?

In Europa sicuramente!  Amo l'Europa. Voglio tornare. Inoltre, c'è molto più movimento nel mondo del poker. Mi piacerebbe molto, ancora non è nei miei piani, ma sicuramente in futuro non mancherò.

 

Guarda uno dei video di Pamsi per renderti conto di quanto è fuoi di testa!

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti