Intervista a Victor Ramdin :“Ivey ha salvato la mia carriera"

victor ramdin ept sanremo

Il giocatore PRO di PokerStars Victor Ramdin, ci racconta della malattia del figlio e di come Phil Ivey lo abbia aiutato a credere in se stesso

Victor Ramdin è nato in Guyana e si trasferì negli Stati Uniti quando era ancora un bambino.

Abbandonò le scuole superiori e si guadagnò da vivere facendo il tassista prima e l'agente immobiliare  poi.

Quando approdò al poker era già 35enne, e la sua storia mostra che non è mai troppo tardi per una carriera ai tavoli verdi.

All'EPT di Sanremo Victor ha incontrato i nostri inviati Dirk Oetzmann e Christian Henkel, per raccontare a PokerListings la sua particolare esperienza col mondo del poker, dal quale si è dovuto a volte assentare per assistere il figlio malato.

 

L’incontro con Phil Ivey

"Ho iniziato a giocare nel 2002 ", dice Ramdin . "Ho avuto un certo successo nella fase iniziale, ma poi ha colpito un muro, e il in particolare 2005 è stato un anno disastroso per me.

Tutto quello che ho fatto al tavolo è andato storto . Sapete come va certe volte  Ero frustrato  e letteralmente senza un soldo in tasca. Stavo per abbandonare il poker una volta per tutte."

Nella vita e nel poker, però, le cose possono prendere una piega inaspettata esattamente come è stato per Victor.

"Incontrai  Phil Ivey, ma non ho avevo mai realmente conosciuto o frequentato. Era già al top nel 2005.

Ero letteralmente devastato in quel momento ma lui si avvicinò a me e disse , ' Ti ho visto giocare  Victor ', così ho chiesto a Phil cosa avrei dovuto modificare nel mio gioco e lui mi ha risposto 'nulla'.

Allora continuai a giocare allo stesso modo e un paio di mesi dopo vinsi il WPT Foxwoods per 1,3 milioni di dollari. Posso dire che Phil Ivey ha letteralmente salvato la mia carriera."

victor e phil

Quel genio di Phil Hellmuth


Victor Radmin non ha mai perso la sua umiltà ed anche ora che è un grande del poker ha sempre spazio per l'ambizione e l'ammirazione.

"Il mio idolo è Phil Hellmuth . Hellmuth può ottenere dentro la tua testa come nessun altro . Si può fare cattivi giocatori giocano peggio . Lui si convince a fare cose stupide .

E qualunque sia la dimensione di un campo è , sia 50 giocatori o mille , Hellmuth trova il modo di uscire in cima ."

 

La lotta con la Malattia del figlio

Oggi , Victor Ramdin trascorre la sua vita in parte a New York, in parte a Las Vegas e a Toronto, dove possiede alcune proprietà.

Ha un figlio che soffre di una malattia cronica chiamata “cefalea a grappolo”.

"I suoi mal di testa iniziano al mattino e possono durare per diverse ore. Dopo di che mio figlio è talmente esausto che non può fare nulla. La sua mente è così annebbiata che ha già perso due anni di scuola superiore . "

Negli ultimi mesi Ramdin aveva preso una pausa dal poker per sostenere il figlio, che ora fortunatamente sembra aver recuperato .

"Mi ha detto,’ hai fatto la tua parte papà , ora vai fuori e fai quello che ti piace veramente!’ . Ho sentito che mi era permesso di tornare a giocare ." (sorride).

 

*È stato un onore per Pokerlistings incontrare Victor Radmin, un eccezionale poker player, e ancora di più, una persona eccezionale.

 

 

 

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti