Intervista a Sam Trickett: dall'EPT ai tavoli cash di Jachtmann

sam trickett 3

Il nostro collega Christian Henkel ha incontrato il poker player inglese che nelle ultime settimane si è fatto ben notare sia al WPT venezia che in occasione dell’EPT Vienna.

Intorno a Sam Trickett si sprecano molte storie e noi abbiamo indagato per vedere quante di queste sono fondate. Alcuni rumors all'EPT Vienna Main Event, parlavano del campione del mondo PLO Jan-Peter Jachtmann e del fatto che abbia organizzando un tavolo PLO High Stakes cash game ogni notte presso la costosa penthouse del Sanssouci Hotel.

Si suppone che tu debba aver partecipato alle poker night organizzate da Jachtmann. Puoi realmente essere in grado di concentrarti su un torneo da 5000€ di buy-in nello stesso momento?

Posso concentrarmi su entrambi. Sono abituato a giocare entrambi: i più grandi tornei ed i più grandi tavoli di cash game nello stesso tempo. Ma la scorsa notte era realmente tardi.

Ho dormito sei ore. Abbastanza da non incidere più di tanto sulle mie decisioni nel corso del main event.

Ma ho perso alla grande la scorsa notte ed oggi nel non avevo speranze. Ero così in forma ieri che ora penso che abbiano una bambola voodoo all'interno della penthouse ... (Risate)

Come hai fatto a partecipare alla partita?

Conosco alcuni dei ragazzi da molto tempo quando stavo a Vienna, per esempio Gregor Reichardt, che era floorman nella high roller lounge del Montesino.

Ho sempre dato grande azione nelle partite precedenti, quindi ora sperano che incrementi i loro bankroll (risate)

Conosci i tedeschi che giocano ad altri giochi. Hanno realmente distrutto i Live-High Roller Events nel 2012 e 2013, e tu sei stato sempre uno dei pochi giocatori europei a poterli fronteggiare sullo stesso livello. Che cosa pensi rispetto al gruppo di teutonici che spaventano il gruppo di giocatori esperti?

Non mi ha mai sorpreso. Giocano la maggior parte di questi tornei. E sono giocatori da torneo migliori della della maggior parte dei giocatori presenti. Allenano le loro menti praticamente ogni giorno, sfidandosi tra loro. Inoltre sono dei ragazzi simpatici.

 

sam trickett

Chi è migliore di loro?

Domanda sbagliata. Quoss, Gruissem, Reinkemeier e Kurganov. Quattro ragazzi e quattro stili differenti.

Qual è lo stile di Gruissems?

Non posso dirti esattamente tutte le mie letture su di lui, ma pensa ai tornei di poker in un modo completamente differente della maggior parte dei giocatori da torneo.

È sempre molto creativo nel suo gioco postflop e nello scoprire possibilità di bluff, che nessun altro potrebbe indovinare. La maggior parte dei giocatori da torneo preferisce avere molto controllo del pot.

Sembra invece che a lui non interessi il controllo del piatto. Questo può realmente fare una grande differenza nei tornei con un grande buy-in.

E Tobias Reinkemeier?

Lui gioca la partita in modo meno aggressivo di Gruissem. Tobias gioca la partita perfetta, in modo ideale senza mai commettere errori. Ti punisce per ogni debolezza che riesce a scoprire in un torneo.

Vivono tutti in Inghilterra. Li conosci anche privatamente?

No. Io non vivo a Londra. Normalmente gioco alcuni tavoli cash game privati, ma non gli ho mai incontrati a questi tavoli. Vivo a Lincoln una città nel nord-est dell'Inghilterra vicina a Nottingham e Sheffield.

Però gli incontro abbastanza spesso nei tornei dal vivo. E mi sono scontraro con loro in tornei  highroller e super highroller.

Sono al momento gli unici ragazzi con i quali mi sono scontrato in questi tornei.

Tornando alle partite high stakes cash game. Sei abituato ad essere coinvolto nelle partite di cash game più costose al mondo in Macau. Ma abbiamo sentito che non te lo permettono più? Sei troppo bravo o troppo pericoloso?

Ero abituato a giocare le partite più importanti a Macau. E penso che io e Tom Dwan siamo stati gli unici professionisti ai quali era permesso di giocare li. Ma ad un certo punto il gioco diminuì un po'.

E quando ritornammo, i VIP locali decisero di non lasciare partecipare nessun giocatore professionista alle partite. Quindi ho vissuto a Macau attendendo ogni giorno un invito,

ma in qualsiasi momento organizzassero una partita, questa era sempre piena di giocatori di poker professionisti occidentali, la maggior parte dei tavoli erano giocati a sei giocatori e non risultava particolarmente attraente.

Quindi ho deciso di tornare in Europa. Però Tom mi ha detto che recentemente ha ricevuto nuovamente alcuni inviti da giocatori locali. Quindi forse tornerò là a breve.

Cosa ti rende un giocatore così straordinario, al momento il giocatore europeo di maggior successo di ogni tempo?

Per essere onesto, io sono bravo, abbastanza bravo da sopravvivere agli squali più pericolosi. Ma ho avuto molta fortuna, con i miei risultati a livello highroller ed in particolare con i miei risultati nei tornei super high roller.

D'altro canto mi sono sempre comportato bene con le persone e non ho mai avuto problemi con altri giocatori di poker né tanto meno grandi litigate.

Quindi le persone si fidano di me e gli sponsor mi supportano sempre abbastanza bene. In cambio partecipo alle interviste anche se non sono assolutamente dell'umore di farlo. Come adesso (risate).

 

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti