Il Governo Apre alle Sale da Poker .com!

Si chiude così una difficilissima trattativa tra le poker room internazionali ed il governo: a Maggio l'apertura del mercato.

Alla fine era prevedibile.

Dopo gli investimenti multimilionari fatti negli ultimi mesi per far diventare il gioco del poker online qualcosa più di un semplice passatempo, era ovvio che le poker room internazionali, le .com tanto combattute dal governo, avrebbero provato a giocare le loro carte migliori per il loro heads up decisivo.

Quando in mattinata il responsabile dei Monopoli, Mino Ruota, ha accolto i patron di Full Tilt, Titan Poker ed Hollywood Poker, è saltato subito agli occhi di tutti come la lunga trattativa iniziata in maniera assolutamente lo scorso dicembre fosse ad una stretta finale.

Seguita da facce tesissime e penne che non smetetvano di muoversi sui bloc notes, la presentazione preparata dai responsabili delle sale da poker ha lasciato i - selezionatissimi - presenti a bocca aperta: "40% degli introiti della sala versati in tasse allo Stato Italiano più creazione e gestione di 10 istituti per combattere la dipendenza dal gioco completamente a spese di World of Poker - International", un nuovo consorzio registrato nella serata di venerdì e che comprende le sale di FullTilt poker, Titan poker, Hollywood poker, PartyPoker e PacificPoker.

"Avevamo già ricevuto una proposta preliminare ed eravamo stati chiari: a queste condizioni il discorso sarebbe cambiato totalmente. Qui non si parla solo di apertura alle sale .com: si garantisce una completa protezione dei giocatori sia dal punto di vista dei software di gioco che da quello psicologico" ha dichiarato Ruota terminando la sua bottiglietta di San Pellegrino.

"Il Governo non è mai stato contrario a priori alle sale .com: quello che chiedevamo era solamente uno sforzo, una manifestazione di interesse verso i giocatori italiani. Esattamente quello che ci è stato illustrato oggi."

"Italians like to to be spoiled  - Gli italiani amano essere viziati", ha dichiarato a PokerListings Ryan Beardsley di Titan Poker. " Speriamo solo che l'impegno preso oggi dalla World of Poker International sia la parola fine di questa lunga e dispendiosa disputa."

Per quel che riguarda le poker room che hanno legalmente acquistato la licenza per aprire dei domini .it, Ruota ha assicurato che i prossimi giorni vedranno la pubblicazione di una proposta "assolutamente vantaggiosa" per evitare spiacevoli ripercussioni.

Ma come i rappresentanti delle sale .it reagiranno alla novità di oggi, rimane un mistero.


Quello che è certo, però, è che oggi, 1 Aprile 2009, i giocatori italiani hanno vinto una partita importantissima.

 

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti