Il coniglio Oswald, “papà” di Topolino, fu vinto in una partita a poker

oswald

Sempre così perfettino e inappuntabile, con quell'aria da primo della classe. A uno sguardo superficiale le vicende del topo più famoso del mondo potrebbero sembrare lontane mille miglia dal mondo del poker e del gioco d'azzardo.

Eppure, scavando nel passato di Topolino, si scopre che il suo “predecessore” Osvaldo il coniglio fortunato è stato ceduto al disegnatore di origini italiane Walter Lantz (1899-1994) durante una partita a poker giocata con il numero uno della Universal Carl Lemmle.

Dagli storici del fumetto il coniglio Oswald viene considerato il progenitore di Topolino, anche per la sua somiglianza con quest'ultimo.

Il coniglio nato da un topo

walt disney
Walt Disney all'opera...

Ma procediamo con ordine, cominciando col dire che nella creazione di Topolino Walt Disney si ispirò al personaggio di Oswald, da lui stesso inventato un anno prima.

In un lungo e particolareggiato articolo sul suo sito il blogger ultraottantenne Marino Mariani ripercorre le vicende di questo coniglio nato nel '27: dopo aver siglato un contratto con Laemmle, Walt Disney diede il via alla realizzazione della serie di “Oswald the lucky rabbit”.

Fortunato solo nel nome

Ironia della sorte, gli esordi di Osvaldo non furono molto fortunati perché, come ricorda Mariani, “il primo episodio venne respinto dalla Universal”. Di lì a poco, però, il suo successo divenne “il nuovo cavallo di battaglia della Disney Brothers”.

Intrighi a corte

Lantz
Il Celebre Walter Lantz

Un anno dopo, prosegue l'articolo “Disney rimase vittima di un tranello tesogli dalla Universal, che assunse per sé la maggior parte degli animatori di Disney, allo scopo di estrometterlo dal progetto 'Oswald'”.

Indispettito, il futuro padre del cinema d'animazione diede vita insieme al suo compagno di lavoro Ub Iwerks al personaggio del topo Mortimer, modellato sulle caratteristiche di Oswald. Il nome di Mortimer venne subito modificato in “Mickey Mouse” grazie al provvidenziale intervento di Lilian, moglie di Walt Disney.

La realizzazione dei cartoni di Oswald passò quindi nelle mani di Charles Mintz: a questo punto entrò in scena Lantz, assunto da Mintz nel '28 come direttore della serie di Oswald. Di lì a poco Mintz venne però licenziato da Lammle.

Abile tessitore

Walter Lantz 1990
Lantz è anche il creatore di Woody Woodpecker (Picchio Picchiarello)

Rimase comunque Lantz, introdotto nel jet set di Hollywood anche grazie all'amico Bob Vignola: alcuni ritengono molto importante per la costruzione della sua rete di conoscenze l'aver partecipato agli incontri settimanali di poker high-stakes organizzati dal produttore Sam van Ronkel.

In quelle occasioni Lantz rimase in disparte per quanto riguardava il gioco vero e proprio, ma ebbe occasione di socializzare con altri produttori tra i quali Carl Laemmle.

Una partita decisiva

L'abile Lantz gli fece promettere che nel caso l'avesse battuto a poker, il personaggio di Oswald sarebbe diventato suo. Detto, fatto: il disegnatore vinse la partita e ottenne la paternità del personaggio. Alcuni ritengono però questo aneddoto sia solo una leggenda metropolitana, nata dal fatto che Lantz e Lammle si vedevano ogni giovedì sera per giocare a poker.

Astuzia italiana?

epic mickey 2 l'avventura di topolino e oswald
Topolino e Osvaldo si incontrano nel videogioco Epic Mickey

Nella lingua anglosassone l'espressione “Italian job” potrebbe essere tradotta come “aumma aumma”, ossia un lavoro svolto con sotterfugi e mezzi non troppo leciti.

Da questo punto di vista le vicende del coniglio Oswald e il suo passaggio nelle mani di Lantz sembrano confermare questa immagine non proprio cristallina dei nostri connazionali all'estero.

Beninteso, senza mettere in discussione l'importanza di Lantz come artista. Questo disegnatore di origini campane è ricordato soprattutto per aver inventato il celebre personaggio del picchio Picchiarello (Woody Woodpecker).

Il  cognome originario “Lanza” venne anglicizzato in Lantz da un funzionario doganale, quando il disegnatore, ancora bambino, si trovò a emigrare in America con la famiglia.

Nessun rancore

Anche in virtù del successo riscosso da Topolino,  Disney non se la prese per il fatto che Lantz continuasse a lavorare su Oswald. Anzi, il padre del cinema d'animazione accordò a Lantz la sua benedizione personale e i due continuarono a essere amici.

Amici roditori

Le storie di Oswald e di Topolino, poi, si incrociarono ancora una volta nel 2006, molto tempo dopo la morte dei due autori, con l'acquisizione dei diritti di Oswald da parte della Disney.

Qualche anno fa, infine, Topolino e Oswald sono stati scelti come protagonisti del videogioco per Wii “Epic Mickey 2: L'avventura di Topolino e Oswald”.

 

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti