I Migliori Video di Poker - Déjà vu di KK per Kassouf

William Kassouf2

C’è chi polarizza la mano, e c’è chi – come Will Kassouf – polarizza la community del poker.

L’avvocato inglese ha fatto impazzire tanti giocatori con le sue chiacchierate durante le mani al Main Event WSOP ed è diventata una sorta di pop star su ESPN.

Ma non solo il suo gioco è stato spettacolare; anche la sua eliminazione lo è stata. E la storia, come spesso succede, ha ripetuto se stessa.

 

I re di Kassouf al Main Event WSOP

Kassouf è andato a gonfie vele fino al Day 7 del Main Event WSOP. Ad un certo punto sembrava potesse arrivare persino tra i November Nine.

Ma poi il vento è cambiato, e invece di un “nine high like a boss”, per Will Kassouf le cose sono andate a ramengo.

Per prima cosa si è preso un colpo terrificante con un set d’assi contro un colore con A-J di Gordon Vayo, cosa che gli è costata un sacco di chip, prima di incappare nel classico cooler.

Il suo avversario Griffin Benger, già sull’orlo di una crisi di nervi, ad un certo punto ha dimenticato le buone maniere pokeristiche e la faccenda è scesa su un piano personale.

 

La storia si ripete

Kassouf non è un principiante dei tornei di poker. Nel 2009 arrivò al tavolo finale dell’Irish Open di Dublino.

Ora, con un bankroll rimpinguato e una certa dose di popolarità, Will ci ha preso gusto ed ha partecipato ad un paio di tornei più importanti in Europa. Di recente ha giocato il Main Event dell’EPT Malta.

Come già avvenuto al Main Event WSOP, il suo modo di giocare e di parlare ha fatto ammattire parecchi giocatori, ma le analogie con la sua run a Las Vegas non si fermano qui.

Di nuovo, nel pot in questione ha ricevuto la seconda miglior mano di partenza nel poker. E di nuovo, ha messo su un teatrino… terminato ancora una volta nel peggior modo possibile per lui.

La cosa interessante non è solo la similitudine tra le mani, ma anche il comportamento quasi identico di Kassouf. Guardate voi stessi:

 

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti