Hold'em Prima del Flop: Guida per Principianti

Quando si gioca una partita di No-Limit Hold'em full-ring, sapere con quali carte giocare e con quali carte invece lasciare è uno dei fattori più importanti per tutti quelli che hanno iniziato da poco a giocare a poker.

Non vi capiterà molto spesso di dover prendere delle decisioni con il flop, il turn o il river, mentre invece dovrete decidere ad ogni mano se giocare o meno con le carte che vi sono capitate all'inizio.

Come sapete, alla lunga i soldi risparmiati sono soldi guadagnati. Incominciate quindi ad evitare di giocare mani poco convincenti e alla lunga ne vedrete i risultati.

Scrivere una guida al pre-flop è molto difficile, secondo alcuni addirittura impossibile, dal momento che ci sono molti fattori diversi in gioco quando si tratta di scegliere con quali mani giocare e con con quali invece è invece meglio lasciar perdere.

In questo articolo non si dirà di giocare una certa mano e invece di lasciare un'altra mano. Qui ci limiteremo a darvi le informazioni necessarie per prendere le decisioni migliori per giocare nel migliore dei modi.

La posizione è importante

Quello che dovete fare è valutare la forza della vostra mano in base alla posizione in cui vi trovate. Non dimenticate, la posizione ha quasi la stessa importanza che hanno le vostre carte e quella che può essere una mano media o debole in una delle prime posizioni può diventare una buona mano se giocata da ultimi. Giocare nelle ultime posizioni è infatti uno dei vantaggi più grandi quando si gioca a Hold'em.

Prime posizioni

Quando ci si trova in uno dei tre posti alla sinistra dei blinds. In generale bisogna giocare in maniera piuttosto "tight" quando ci si trova in una di queste posizioni e giocare soltanto le mani milgiori.

In linea di massima è bene cercare di ridurre le volte in cui si gioca in queste posizioni, perché è difficile riuscire a capire il valore delle proprie carte rispetto a quelle dei vostri avversari. Giocherete quindi con maggiori rischi di perdere, e giocare carte poco buone non può far altro che aumentarli.

Riassumendo: giocate in maniera molto "tight" dale prime posizioni. Mani come A-K - A-Q, A-Js, K-Qs, buone coppie in tasca, ecc. sono ovviamente carte da giocare. Evitate invece mani come A-Jo, A-To, carte basse anche se dello stesso seme e altre carte dello stesso seme, soprattutto se siete giocatori alle prime armi.

Posizioni centrali

Da posizione centrale (i tre posti dopo le prime posizioni) avrete problemi simili a quelli delle prime posizioni e vi capiterà spesso di giocare in posizione poco vantaggiosa. Ci saranno comunque altri giocatori prima di voi, quindi la situazione non è completamente senza speranze e potete giocare più mani di quando vi trovate ad essere tra i primi a giocare. Ancora non potete forse permettervi di fare "limp" con K J o rilanciare con T 9 ma potete invece farlo con carte del tipo A T.

Ultime posizioni

È giocando dalle ultime posizioni che si fanno soldi al No-Limit Hold'em e a volte trovarsi in una di queste posizioni con le carte giuste può rivelarsi molto redditizio.

In questo caso dovete essere voi a cercare di prendere il controllo della mano che state giocando e cercherete di rilanciare spesso con mani buone e attaccare i giocatori che si trovano fuori posizione, approfittando del fatto che giocate dopo di loro. Questo significa che avete molte più informazioni di loro al momento di giocare, il che significa un enorme vantaggio per voi.

In queste posizioni le mani medie diventano buone mani, mentre le mani buone diventano mani ottime.

Mani da giocare (per principianti)

Dovete giocare le mani che rientrano in una delle categorie seguenti:

Coppie in tasca alte: AA, KK, QQ, JJ, TT

Mani alte senza bisogno di sforzarsi troppo. Con queste mani si vince molto spesso allo showdown senza dover fare troppo. Dovete sempre rilanciare con queste carte dal momento che sono carte molto buone.

Buone con overpairs e ottime se vi capita di fare un tris. Ringraziate il cielo ogni volta che vi capitano carte del genere.

Mani Top-pair: A-K, A-Q, A-J, K-Q

Mani buone con cui è anche possibile rilanciare. Molto spesso avrete la coppia più alta con un buon kicker.

Non sono carte eccelse, ma fanno il loro dovere e vi faranno spesso vincere allo showdown.

Combinazioni alte : A-xs, Q-Js, T-9s, 8-9s, 99-22

Questo tipo di carte può far fare mani molto alte come scale, tris e colori e possono far vincere piatti molto alti. Sono inoltre mani ideali con cui vedere un flop senza troppi investimenti.

Potete giocare queste mani da posizioni centrali o giocando per ultimi. In generale queste mani vanno giocate quando ci sono ancora molti avversari in gioco. Evitate di giocare invece se sedete tra le prime posizioni.

Combinazioni basse: 5-6s, 6-7s, T-9o, K-xs, Q-Jo, etc.

Queste combinazioni sono in linea di massima troppo basse per essere giocate e nella maggioranza dei casi vi faranno fare la seconda migliore mano. Giocate queste carte da ultime posizioni, mai se siete uno dei primi a giocare.

Se le vostre carte non rientrano in una di queste categorie allora sono probabilmente troppo basse per essere giocate. In una partita di No-Limit game full-ring dovreste giocare soltanto il 20% delle vostre mani o meno. Questo vuol dire che nell'80% dei casi state prendendo un rischio.

Il No-Limit Hold'em è di per sé un gioco difficile da giocare, non rendetelo ancora più difficile giocando troppe mani.

Rilanciare e giocare contro un rilancio

Quali mani vanno rilanciate prima del flop è una questione con cui molti giocatori alle prime armi si scontrano spesso. Ovviamente dovreste rilanciare con le vostre carte più alte. Non giocate timidamente con le vostre coppie alte, quello che dovete fare è rilanciare per rendere il piatto più alto.

Dovete anche rilanciare con mani come: A-K, A-Q, A-J, K-Q, ecc. Questo perché queste carte sono migliori della media delle carte dei vostri avversari ed è nel vostro interesse contribuire ad alzare il piatto in palio.

Rilanciate quando vi trovate in una situazione che voi ritenete vantaggiosa rispetto ai vostri avversari.

Ciò significa che si rilancia quando ci si trova in una delle ultime posizioni, dove oltre alle carte avete anche il vantaggio dell posizione (ricordate quello che abbiamo detto poco fa?).

Quando un giocatore ha già rilanciato prima di voi dovreste considerare alcuni fattori. Un giocatore alza quando ha carte buone, e ciò significa che voi dovete avere carte ancora migliori per vedere il suo rilancio.

Se per esempio siete in una delle posizioni centrali e rilancereste normalmente con AA-99, da A-K a A-J e K-Q e lascereste con altre combinazioni, dovreste allora limitarvi a vedere il rilancio del vostro avversario.

Evitate di giocare carte che non sono una coppia, anche se avete un asso. Potreste rischiare di spendere una fortuna per cercare di vedere se esce un altro asso.

Mani come J-Ts - 7-8s e coppie in tasca possono regalarvi mani molto buone e sono facili da lasciare qualora le vostre giocate non vadano in porto. Sono comunque mani che vanno giocate di preferenza per un rilancio.

Regole generali: giocate "tight"

Tutti questi consigli sono soltanto consigli teorici, da tener presente quando si gioca, anche se poi al momento di sedersi al tavolo, ogni partita è una storia a sé che dipende da un elevato numero di fattori.

Non potete giocare a poker ogni volta allo stesso modo. Ci saranno sempre un sacco di fattori diversi che renderanno buone o cattive le vostre mani.

Questo vuol dire che ogni situazione va giocata in maniera indipendente dalle altre. Come stanno giocando i vostri avversari? In che posizione siete? Quanti giocatori stanno giocando? Com'è la vostra mano? Avete una top pair? Dovete rilanciare o soltanto vedere?

Fatevi sempre delle domande e chiedetevi sempre se avete una possibilità di vincere dalla situazione in cui vi trovate.

All'inizio dovete giocare in maniera piuttosto "tight", e sarà poi più semplice prendere delle decisioni in seguito. Se giocate mani poco buone prendere dei rischi che possono mettervi in situazioni piuttosto delicate e vanno quindi evitate.

Quando poi migliorerete il vostro gioco post-flop potrete incominciare ad aggiungere alcune mani alla lista di quelle da giocare nel pre-flop, dal momento che avrete più esperienza e saprete reagire meglio a situazioni più delicate.

Fino ad allora, giocate soltanto le mani milgiori e ogni decisione sarà più semplice.

 

 

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti