GPL: qualcosa ha funzionato e qualcos’altro no…

gpl online
Tanto divertimento e Tanti problemi tecnici...

Il divertimento non è mancato, ma durante il Day 1 ci sono stati molti problemi tecnici. Inoltre, tanti fan non avevano ben compreso la struttura dei match.

Martedì, mercoledì e giovedì sono andati in scena i primi match della Global Poker League, format innovativo al suo esordio assoluto. Molti gli aspetti positivi di queste prime giornate, anche se non sono mancati intoppi sui cui lavorare.

Pollice in su per…

Partiamo dalle cose buone che si sono viste durante la GPL. I 12 team che si sono sfidati in una piattaforma creata appositamente per la Global Poker League ci hanno fatto divertire. Divise tra GPL Eurasia e GPL Americas, le squadre hanno partecipato in maniera attiva: chi si aspettava che i player prendessero sotto gamba la manifestazione, ha sbagliato di grosso.

Lo streaming su GPL.tv e Twitch a carte scoperte ha permesso agli spettatori di seguire le dinamiche di gioco in maniera coinvolgente. I commentatori, Sam Grafton e Griffin Benger, hanno fatto un buon lavoro, sebbene si debbano ancora registrare un po'. Meglio forse Laura Cornelius ed Eric Danis, che hanno condotto il pre e il post show nello studio della GPL.

Pollice in giù per…

Passiamo agli aspetti negativi. Nonostante una lunga fase di preparazione (mesi, se non anni), ci sono stati problemi tecnici durante lo streaming (poi risolti dal Day 2): buffering continui che non hanno di certo aiutato a mantenere alto l'interesse degli spettatori.

Ci sono stati anche dei problemi audio, sia nel duo Benger-Griffin, che sembravano parlare da un bagno, sia per Cornelius e Danis - anche se in minore misura. L'effetto eco avrebbe potuto essere cancellato utilizzando materiali insonorizzati, cosa che probabilmente non è stata presa in considerazione.

Confusione nel regolamento?

cates vs elky
Cates contro Elky, uno dei match più commentati

Il pubblico ha dimostrato di non aver compreso appieno le regole della Global Poker League, e questo non è un problema del pubblico, ma della GPL stessa, evidentemente non abbastanza chiara in fase di presentazione del prodotto.

Molti utenti di Twitch si aspettavano di vedere fisicamente i giocatori seduti al tavolo: quando si sono accorti che si trattava di una partita online, molti sono rimasti delusi. Una critica, questa, che è stata immediatamente accolta, va detto.

Nel Day 2, infatti, gli heads-up si sono svolti tramite l'utilizzo di webcam, cosa che ha permesso agli spettatori di vedere e sentire i protagonisti. Un miglioramento non di poco conto, che ha aumentato il tasso di coinvolgimento del pubblico in maniera esponenziale.

In definitiva possiamo dire che, per essere stata solo la prima settimana, la Global Poker League ha avuto un impatto sostanzialmente positivo. Certo, alcune cose vanno limate, altre sistemate, altre ancora probabilmente cambiate in maniera drastica, ma la strada è segnata e da qui in avanti si può solo migliorare.

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti