GPL: ottimo esordio di Max Pescatori, ma Tim Adams vanifica tutto

pesca6max

Il capitano dei Rome Emperors centra un 2° e un 4° posto nei Six Max, ma lo specialista degli heads-up porta a casa una sola vittoria contro i Moscow Wolverines.

Dopo un martedì che sembrava ridare vigore ai Rome Emperors, un mercoledì sbiadito ha rispedito il team nostrano al 5° posto della conference eurasiatica della GPL. E dire che l'esordio di Max Pescatori nella Global Poker League ci aveva fatto ben sperare.

Il team manager e giocatore dei Rome Emperors ha fatto il suo martedì, quando nel primo dei due Six-Max ha ceduto in heads-up soltanto ad Andrey Pateychuk dei Moscow Wolverines, dopo aver eliminato Liv Boeree dei London Royals al 4° posto. Il Pirata Italiano avrebbe anche potuto vincere, se solo nella mano decisiva il suo A-J non fosse stato superato dall'A-6 dell'avversario, fortunato a pescare proprio un 6.

Nel secondo Sit and Go, Pescatori non riesce a trovare lo spunto giusto per ingranare. Ma la classe del campione gli permette di chiudere comunque al 4° posto, aggiungendo altri due punticini che non fanno mai male, là dove altri magari al suo posto si sarebbero fatti prendere dal nervosismo e sarebbero stati eliminati prima.

Tim Adams, mercoledì, era chiamato a una prova di forza contro Sergey Lebedev dei Wolverines: fare bottino pieno avrebbe significato 9 punti importantissimi per i Rome Emperors. E invece Adams ha vinto soltanto il primo dei tre heads-up disputati, lasciando per strada 6 punti.

Anche se, come ci tiene a sottolineare lo stesso Max, si è trattato più di sfiga che di altro!

Gli altri match

kuganov danzer
Danzer distrugge Kuganov 3 a 0

Per quanto riguarda la GPL Americas, show di Tyler Kenney dei New York Rounders e di Felipe Mojave dei Sao Paulo Mets, veri mattatori dei due Six-Max. Kenney e Mojave, infatti, si sono scambiati vicendevolmente le prime due posizioni in entrambe le sfide: nel primo heads-up l'ha spuntata il fratello del più noto Bryn Kenney, nel secondo il membro dei Sao Paulo Mets si è preso la rivincita.

Negli altri heads-up della GPL Eurasia, Randy 'nanonoko' Lew ha portato 6 punti agli Hong Kong Stars, battendo 2-1 Daniel Cates dei Berlin Bears.

Cappotto invece per George Danzer dei Paris Aviators: 3-0 contro Igor Kurganov dei London Royals

e ben 9 punti per l'attuale capolista della GPL Eurasia.

Per quanto riguarda i testa a testa della GPL Americas, Jonathan Little dei Las Vegas Moneymakers ha battuto 2-1 Joao Bauer dei Mets. Stesso risultato per Faraz Jaka dei San Francisco Rush contro Eugene Katchalov dei LA Sunset, e per Pascal Lefrançois dei Montreal Nationals contro Bryn Kenney dei New York Rounders.

 

Le classifiche dopo la Terza Settimana

GPL Eurasia

1-      Paris Aviators 40 punti

2-      Hong Kong Stars 37 punti

3-      Moscow Wolverines 35 punti

4-      London Royals 28 punti

5-      Rome Emperors 27 punti

6-      Berlin Bears 22 punti

 

GPL Americas

1-      New York Rounders 40 punti

2-      Montreal Nationals 38 punti

3-      Las Vegas Moneymakers 31 punti

4-      LA Sunset 28 punti

5-      Sao Paulo Mets 28 punti

6-      San Francisco Rush 24 punti

 

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti