Fernando Pons “ho una strategia segreta per una serie di raddoppi al final table”

fernando pons

Fernando Pons è diventato il secondo spagnolo nella storia del poker a diventare uno dei November Nine. Ma non vuole fermarsi li e sogna di conquistare il titolo finale.

Scritto da Alvaro Quiros

Il nostro collega spagnolo Alvaro Quiros ha intervistato Fernando Pons, o meglio, l’uomo di cui tutti parlano in Europa per la sua impresa di essere approdato nei November Nine dopo avere speso solo 30 euro per un satellite su 888poker.

Già si parla di un secondo Moneymaker che può rilanciare fortemente il poker online in calo soprattutto nel suo paese e in quelli circostanti, Italia compresa.

In realtà Fernando ha al momento l’ammontare più basso di chip che si siano mai viste al tavolo finale delle WSOP negli ultimi anni, cosa che renderebbe una sua vittoria, anche se poco probabile, un evento davvero senza precedenti.

 

“Un Sogno divenuto realtà”

“Quello che ho fatto è infondo ciò che ogni poker player sogna, è davvero un sogno divenuto realtà” commenta Pons.

Il giocatore si descrive su Twitter come “lavoratore, padre, marito e giocatore di poker nel tempo libero”.

Ed infatti Pons ha dovuto ben spiegare al suo capo cosa è accaduto e perché si è trattenuto a Las vegas più del previsto:

“Ad essere onesto non avevo detto al mio capo che stavo andando a giocare le WSOP. Sapeva solo che sarei stato in America ma era allo scuro della mia passione per il poker.

pons benger qualificati satellite
Pons e Benger si sono entrambi qualificati con satelliti online

 Quando glielo comunicai di persona ovviamente aveva già saputo tutto…”

Fernando sta pensando ora di prendersi un anno sabatico dal lavoro per dedicarsi al poker

“Ho chiesto di avere una lunga pausa dal lavoro cosi da poter giocare di più e prepararmi a dovere all’evento che mi attende."

"Giocare a poker però per me resta sempre e comunque un hobby”

Il giocatore ha iniziato la sua avventura col poker come molti altri:

“Ho iniziato grazie ad alcuni amici, come spesso accade. Prima dal vivo e poi giocando online. Oltre al poker ho sempre amato fare sport e andare a pesca.”

 

Strategia segreta per il Final Table

La speranza per Pons è quella di racimolare da subito un po’ di chip per accrescere uno stack davvero troppo ridotto per poter sperare in una veloce rimonta.

“Ho un piano, che ovviamente non ho intenzione di rivelare, per poter effettuare una serie di raddoppi!”

Cliff Josephy 3
Cliff Josephy è il grnade favorito alla vittoria

 

Al tavolo finale dovrà affrontare giocatori navigati come Gordon Vayo, Cliff Josephy, Michael Ruane, Griffin Benger e Kenny Hallaert. Lo spagnolo ha già il suo “favorito”:

“Cliff Josephy ha una grande esperienza che lo mette al di sopra degli altri. Ma al tavolo finale può succedere di tutto!”

Per prepararsi al meglio Pons ha già pianificato di essere presente a molti dei tornei live più importanti a partire dall’EPT Barcelona, oltre a vari altri circuiti nazionali in Spoagna.

 

Speranze per un “Effetto Pons”?

Tanti anni fa il cosiddetto “Moneymaker Effect” cambiò le sorti del poker ed ora in molti sperano in una vittoria di Pons per generare un secondo effetto positivo sul poker online:

“Mi lusinga essere paragonato a Moneymaker, visto tutto quello che è derivato dalla sua vittoria. Spero che la mia partecipazione al Main possa avere un qualche riscontro positivo in Spagna”

Il giocatore che risiede a Palma de Mallorca, sa bene che sono molte le difficoltà nel suo paese per i giocatori di poker:

2016 WSOP Fernando Pons
"Vivere di poker in Spagna +è quasi imposibile"

 “Oggigiorno vivere solo di poker in Spagna è quasi impossibile. I giocatori che riescono a farlo avendo la residenza nel paese sono davvero pochissimi.

In sostanza ti ritrovi a dare la metà dei guadagni allo Stato. I professionisti ovviamente preferiscono trasferirsi altrove.”

In ogni caso Pons si è già assicurato 1 milione di dollari come November Nine e a quanto pare ne ha già spesi un po’:

“Sono un uomo previdente e non ho ancorapensato a come investire questi soldi ma posso dire che un po’ li ho già spesi! (ride)”

 

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti