Ferdinando Lo Cascio: “Dopo le WSOP sono pronto per l’Italian Poker Open"

IPO Lo Cascio

Ferdinando Lo Cascio ha dato spettacolo alle WSOP 2014 e intanto si prepara a giocare la prossima edizione estiva dell’Italian Poker Open.

Dal 31 luglio al 4 agosto il Casinò Campione d’Italia ospiterà infatti  la quindicesima edizione dell’IPO, a cui si potrà partecipare anche grazie ai satelliti di qualificazione.

Registrandoti attraverso Pokerlistings potrai provare anche tu ad approdare direttamente al Main Event dell’IPO 15.

Al torneo prenderà sicuramente parte uno dei nuovi giovani volti di Titanbet, Ferdinando Lo Cascio, ottimo poker player italiano che negli ultimi anni si è distinto tanto nei live che nell’online.

ipo15 satelliti

Il palermitano Ferdinando sogna ora una grossa vincita per consacrare ulteriormente il suo successo e per questo è volato direttamente alle WSOP 2014 dove ha tenuto l’Italia col fiato sospeso nel Mixed Max.

La corsa di Lo Cascio si è fermata all’undicesimo posto per una moneta di 27.509$. Prestazione notevole che lo ha visto quest’anno ancora più vicino all’agognato braccialetto. 

Abbiamo raggiunto Ferdinando per raccogliere in questa intervista le sue impressioni a caldo sulle WSOP e parlare dei suoi progetti futuri.

 

Cosa ci puoi raccontare di questa edizione delle WSOP? Ti eri fissato un obiettivo prima di raggiungere Las Vegas?

Beh a dir il vero, eran cominciate completamente in salita queste Wsop, avevo già giocato  7 MTT a Vegas, 6 eventi Wsop e un 1000$ DeepStackExtravaganza del venetiam. E per colpa di una run non troppo favorevole, soprattutto in alcuni dei tornei disputati, non ero riuscito a giungere ad un day (ricordiamo che qui, centrare il day2 significa andare a premio o quasi). Poi ieri questo evento ha sicuramente modificato il mio morale, ero abbastanza deluso, prima del "mixedMax", ma questa deep run, e il gioco espresso mi han dato nuovamente fiducia. Come ho già detto in altre interviste, credo di aver giocato il miglior torneo live in assoluto, credo di aver espresso un ottimo poker, poi si sa, serve quel pizzico di fortuna in più per vincere...

 

Cosa intendi quando dici che gli italiani sono svantaggiati in diversi eventi WSOP, come i 6 e 4 max?

Si quel che intendevo riguardava soprattutto i 4max, in Italia questa formula non è molto frequente, quindi affrontare le fasi finali di un torneo, in una modalità da te non troppo "giocata" potresti avere qualche difficoltà. Anche se devo dire che ieri mi sono adattato con non troppe difficoltà, anzi.... se quelle donne avessero retto, magari staremmo parlando di un altro torneo...

 

Nel 2014 ti sei ben distinto ai tavoli del  WPT di Venezia, quali altri eventi hai in programma di giocare nei prossimi mesi?

Nei prossimi mesi sicuramente giocherò la prossima edizione delle IPO, poi avevo fatto un pensierino ad EPT Barcellona, ma ancora è tutto da vedere... E poi nei prossimi giorni prenderò parte probabilmente agli ultimi eventi Wsop 2014, il LittleOneDrop e il MainEvent... Solitamente non faccio programmi, quindi vedremo... :)

 

Lo scorso anno ti abbiamo visto ai tavoli del Battle of Malta. Ti rivedremo anche a novembre?

Non so, come detto in precedenza non faccio programmi a lungo termine, mancano ancora diversi mesi, potrei tornare, perchè no :)

Lo Cascio

Ultimamente i poker player azzurri si stanno facendo molto notare all’estero. Ci sono dei giocatori italiani a cui ti ispiri o che rispetti particolarmente?

Non credo di ispirarmi a nessuno dei regs italiani, rispetto quasi tutti, e in molti casi sono più amici che semplici colleghi.

 

La Sicilia sembra essere una delle regioni più prolifere in assoluto quando si tratta di giovani talenti del poker. Credi sia una coincidenza o ci sono altre motivazioni?

Sinceramente credo sia solo una casualità. L'esser di Palermo non ha inciso nell'intraprendere questa strada e carriera, anzi noi da un punto di vista geografico per quanto riguarda i tornei live italiani siamo parecchio svantaggiati...

 

Sappiamo che sei davvero un abile giocatore di poker online, continui a preferirlo alle competizioni live o quest’ultime iniziano ad affascinarti di più?

Il live mi ha sempre affascinato, anche se sono un tipo che soffre non poco le tante ore al tavolo, dopo le prime 5/6 spesso comincio ad avere mal di testa... L'online è il lavoro vero e proprio, quello che ti permette di vivere di poker, live si prova a fare quel "bigshot" che potrebbe cambiarti in alcuni casi il roll, in altri la carriera, in altri ancora la vita... 

 

Moltissimi tuoi colleghi sono attivissimi su Twitter, mentre tu sembri preferire le pagine Facebook. C’è un motivo in particolare? Credi che l’essere attivo sui social possa aiutare la carriera di un giovane poker player?

Non amo molto twitter, invece con FB ho un certo "feeling". La mia pagina FB ormai è più un blog o una pagina pubblica, accetto praticamente tutti e mi piace parlare un pò di tutto, soprattutto calcio e poker... Credo che possa aiutare con la visibilità, penso di essere fra i PRO italiani più seguiti e conosciuti nonostante live non abbia ancora (per poco.. spero) fatto il cosiddetto “bigshot” che ti da grandissima notorietà..

 

Segui Ferdinando Lo Cascio sulla sua pagina Facebook e incontralo alle prossime IPO. Partecipa anche tu all'Italian Poker Open, registrati a Titanbet per giocare i satelliti di qualificazione.

 

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti