Fabrice Soulier “Sono davvero felice di non vivere più in Francia”

fabricesoulier

Ci sono davvero poche persone altrettanto qualificate per commentare lo stato del poker in Francia in questo momento quanto il giocatore Fabrice Soulier.

Il suo successo dentro e fuori dal feltro parla da sé, ma è il fatto che è ancora in gioco - e senza grosse battute d’arresto -  da ben 15 anni dice anche di più.

Il nostro inviato Dirk Oetzmann lo ha incontrato in occasione dell’EPT Deauville per una veloce chiacchierata sullo stato del gioco in Francia e sulla sua decisione di lasciare il paese. Abbiamo inoltre discusso con Fabrice del futuro dell’EPT in Francia e sulla nuova tappa maltese aggiunta al programma del 2015. 

 

I numeri di questa tappa dell’EPT sono andati sempre più giù negli ultimi anni. Pensi che resterà in programma?
Spero sinceramente di si. Mi piace avere un EPT in Francia, perché penso che il paese merita e visto il grande mercato che c’è per il poker.
Penso solo che sia il momento sbagliato dell'anno, perché il tempo è davvero pessimo qui nel mese di febbraio.
Credo che i giocatori francesi preferirebbero avere tornei a buy-in medio. Quelli da 2000 o 1000 Euro stanno lavorando abbastanza bene.

Soulier 4

Cosa pensi della nuova tappa dell’EPT a Malta?


E se venisse spostato a Monaco. Cosa ne pensi?

Io personalmente vorrei vedere altri eventi pokeristici a Monaco, quindi senza dubbi mi piacerebbe. Everest Poker dovrebbe organizzare qualcosa di grande lì ma ancora una volta si finisce per incontrare impedimenti burocratici. Se fosse per me a Monaco organizzerei almeno un paio di volte all’anno degli eventi a grosso buy-in tipo da 10.000, 50.000, e anche 100.000. C’è davvero un grosso potenziale in quel posto ed è vicino abbastanza da poterlo ancora considerare un evento francese.

 

L’adoro! Soprattutto perche mi sto trasferendo sull’isola proprio a Marzo quindi potrò giocare in casa.  Lo scorso anno ho preso parte al Battle of Malta ed è stato davvero un evento entusiasmante e poi ho potuto vivere l’isola dal punto di vista di un poker player e mi è piaciuto molto. A questo posso aggiungere che il mio sponsor ha anche un ufficio lì.

 

Tornando in Francia, la polizia ha recentemente chiuso il famoso Aviation Club a Parigi. Sembra una vera e propria chiusura verso il mondo del poker…

Sto cercando davvero di restare calmo e dire qualcosa di carino verso il mio paese ma è difficile contenersi. Non è solo il poker, al momento sembra che se la stiano prendendo con tutti, con qualsiasi tipo di attività!

Tutto ciò che prevede uno spirito imprenditoriale viene letteralmente ucciso. Fintanto che lavori per il tuo stipendiuccio e paghi le tue tasse non ci sono problemi. Se invece vuoi avviare qualcosa di tuo e provare a crescere, allora è un disastro, Non puoi fare altro che andartene. Io l’ho fatto nel 2003 e ora sono contento di non vivere più in Francia.

 

fabrice soulier malta

Dopo il recente attacco terroristico in Francia, ti senti colpito personalmente tanto più che lavoravi nel settore dei media?

Si certo! Ho 45 anni e la rivista Charlie Hebdo è stata una compagnia per molti anni. Non mi piace che qualcuno debba dirmi di cosa posso o non posso ridere, cosa posso o non posso trovare divertente. Io sono per la libertà di parola, di espressione. Quando ho saputo quel che era successo non nascondo di aver pianto come un bambino.

 

Hai mai pensato che un attacco terroristico possa prendere di mira un evento di poker?

Ad esser sincere si, ci ho pensato, soprattutto nei giorni scorsi quando mi preparavo a raggiungere Deauville. Tuttavia non possiamo vivere nel terrore, ci sono terroristi dappertutto ormai ed è impossibile rintracciare ogni singola cellula terroristica.

 

Non sei però del partito “buttiamo fuori gli immigrati” vogliamo sperare…

Assolutamente no! Non sono per nessun provvedimento drastico e ne tantomeno ad esser sincere condivido le posizioni dell’estrema ala destra della Francia. Credo che stia facendo più male che bene al paese al momento…

 

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti