Fabio Angeli Bufalini Risponde a Candio

Il country manager di PokerStars risponde alle accuse di Filippo Candio spiegando che cosa sia accaduto al suo ruolo di PRO. Ora tocca a Candio mostrare le prove.

A poco più di una settimana dalla contestatissima intervista a Filippo Candio nella quale il player sardo ha raccontato la "sua" verità sull'interruzione del contratto con la sala PokerStars, l'ufficio stampa della poker room ci ha fatto pervenire un comunicato che siamo lietissimi di pubblicare e che speriamo possa contribuire a fare chiarezza su una delicatissima situazione.

Il comunicato parte con un commento del country manager di PokerStars, Fabio Angeli Bufalini che precisa il rapporto tra la poker room ed il giocatore dicendo che " Il Sig. Candio è stato soggetto ad un'investigazione da parte del dipartimento di sicurezza sul gioco di PokerStars.

Durante tale indagine è emerso che il Sig. Candio non ha rispettato i termini del contratto firmato con PokerStars.

Al Sig. Candio è stata data l'opportunità di spiegare il suo comportamento sulla base di quanto emerso nel corso dell'indagine ma non sono state fornite da parte sua spiegazioni soddisfacenti. Di conseguenza, sulla base dei propri diritti legali PokerStars ha preso la decisione di bloccare l'account del Sig. Candio per 6 mesi e di espellerlo dal Team PokerStars Italia.

La proposta di prendere questo provvedimento è stata fatta dal dipartimento di sicurezza sul gioco di PokerStars. "

Successivamente, il signor Bufalini ha anche ritenuto opportuno rispondere ad alcune delle accuse lanciate da Candio contro la sala da poker più famosa al mondo e che gli sono valse critiche nette in pressoché tutti i maggiori forum di poker.

" Per quanto concerne il caso di account sharing riportato dal Sig. Candio",  prosegue il comunicato " vorrei sottolineare che la persona coinvolta ha pubblicamente smentito le affermazioni fatte dal Sig Candio.

Respingo le accuse fatte su di me dal Sig. Candio nell'intervista. Sfortunatamente, né a me né a PokerStars è stata data la possibilità di commentare l'intervista del Sig. Candio prima che venisse pubblicata."

Come notato da molti lettori e come più volte ribadito dalla redazione di PokerListings su diversi forum e sul post "Candio e Pokerstars: Voglio Dire la Mia", quello del mancato contraddittorio è stato un problema che non abbiamo cercato di nascondere fin da principio quando, per non perdere l'esclusiva, decidemmo di procedere con la pubblicazione dell'intervista nonostante l'impossibilità di avere una risposta immediata da parte del signor Bufalini o altri rappresentanti di PokerStars.it

La conclusione del comunicato firmato da Fabio Angeli Bufalini lascia sperare che Candio possa dimostrare concretamente le accuse personali lanciate contro il rappresentante della poker room perchè il " Mi riservo tutti i miei diritti in relazione ai commenti diffamatori che sono stati fatti su di me in questa intervista dal Sig. Candio. " fa pensare che la questione possa non essere finita qui.

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti