Riuscirà Erik Seidel a superare Daniel Negreanu?

Erik Seidel carriera

All’ormai ex eterno secondo del poker live mancano ‘pochi spiccioli’ per diventare il giocatore più vincente nella storia dei tornei.

Rischiava di passare alla storia come il giocatore capace di arrivare sempre in alto, ma incapace di raggiungere la vetta. L’eterno secondo, per parafrasare un termine solitamente utilizzato per il ciclismo. E invece Erik Seidel nel momento più maturo della sua carriera ha saputo togliersi di dosso questa scomoda etichetta.

Quest’anno, sebbene non sia stato il migliore in assoluto per lui (come vedremo tra poco), Erik Seidel ha sfondato quota 30 milioni di dollari vinti in carriera nei tornei di poker live. Poco meno di 2 milioni (1.990.476 dollari, per la precisione) lo separano dal primo posto nella All Time Money List, attualmente occupato da Daniel Negreanu.

Già una volta Erik era stato al numero 1 di questa speciale classifica, anche se ormai sono passati 5 anni. Il 2011 coincise anche con il miglior anno della sua straordinaria carriera, l’anno in cui vinse qualcosa come oltre 6,5 milioni di dollari.

Memorabile la sua partenza: a gennaio, nel giro di una settimana, vinse il Challenge da 100.000 dollari all’Aussie Millions e pure quello da 250.000, prima di conquistare l’NBC Heads-Up Championship a cavallo di febbraio – per un totale di oltre 3 milioni di dollari in circa 7 giorni di gioco.

 

erik seidel 30 milioni dollari
Già una volta Seidel occupò la prima posizione

 

Prima e dopo le WSOP 2011 (non proprio memorabili), Seidel vinse un milione di dollari in un torneo da 100.000 al Bellagio di Las Vegas, per poi chiudere l’anno con due tavoli finali consecutivi nella (sfortunata) Epic Poker League.

[Leggi anche: Chi Vince oggi? Johnny Chan batteva Erik Seidel alle WSOP del 1988]

 

2016: un altro anno da ricordare

Non che quest’anno il buon Erik si possa lamentare. Da quando si è concentrato particolarmente sugli High Roller il suo winrate è schizzato verso l’alto. Basti pensare che su 19 piazzamenti a premio nel 2016, ben 10 sono arrivati in tornei dal buy-in inarrivabile per la gran parte dei giocatori di poker. 

Tornando alla sua strepitosa carriera, Erik Seidel può vantare 7 tavoli finali al World Poker Tour, uno dei quali vinto (al Foxwoods nel 2008). Solo cinque giocatori hanno ottenuto più final table di lui al WPT, dove è arrivato in the money ben 22 volte (5° posto in assoluto).

daniel negreanu
Negreanu potrebbe presto perdere la corona...

 

Per quanto riguarda le World Series of Poker, invece, Erik è a -1 dai 100 piazzamenti a premio. Nei 18 anni di carriera, Seidel è il 2° giocatore con più in the money nella storia delle WSOP, dietro soltanto all’inarrivabile Phil Hellmuth con 118. Per non parlare dei suoi 8 braccialetti, ovviamente.

Dal 1998 ad oggi, infine, sono ben 60 i premi pari o superiori a 100.000 dollari incassati dall’americano (per una media di circa 2 l’anno). Altro che eterno secondo

[Leggi anche: Le migliori mani: l'incredibile call di Seidel con Jack-carta alta]

 

 

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti