EPT San Remo Day3: il Giorno degli Impronunciabili

DSC0108
Le tesoriere dell'EPT mettono le chip a sicuro per domani.

Dopo Maracchione ci si mette anche un francese: mai tanti cognomi assurdi in un EPT. Renaud Desferet vince il titolo di uomo bolla del torneo.

Qualche ora dopo la pubblicazione della nostra intervista a Giovanni Rizzo, è già tempo di consegnare questo day3 dell’EPT San Remo agli archivi con (sorpresa!) la testa della chip lead ancora nelle mani del gelatinosissimo norvegese Inge Dahl Forsmo.

Ancora della partita anche il chiacchieratissimo Charly Maracchione, player costretto a subire ogni tipo di soprannome possibile ed immaginabile nel corso delle ultime ventiquattro ore con varianti che sono andate dal classico “Tony Maccherone” ad altre tanto creative quanto poco presentabili in un articolo come questo.

A rovinare la festa di chi ama giocare con i nomi degli altri, è stato il solito francesino del caso – quell’Eric Nhouyvanisvong che ancora non siamo riusciti a pronunciare neppure una volta senza almeno fare due pause prima di arrivare all’umanamente comprensibile “vong” finale.

Il giorno della  bolla

La giornata di oggi, trascorsa per lo più senza acuti particolari né imbarazzanti situazioni da regalare agli amanti del gossip è stata caratterizzata dallo scoppio della bolla  - ingrato compito che è fino tra le mani dell’inglese Renaud Desferet abilissimo a chiudere il suo EPT sanremese in posizione numero 121, appena uno di troppo rispetto ai 120 pagati.

L’eliminazione di Desferet ha quindi permesso di allentare la tensione in sala regalando ai 120 ancora della partita la consapevolezza di aver già garantita almeno una bandierina ed un ITM da aggiungere alla propria collezione di piazzamenti importanti.

Tra gli eliminati in zona premi della giornata spiccano senza dubbio i nomi dell’ex campionessa dell’European  Poker Tour di San Remo Olivia Liv Boeree e del mostro sacro del poker Chris Moneymaker che nonostante esser riuscito a sopravvivere ad un fastidiosissimo mal di testa nel corso del Day2 (combattuto a colpi di CocaCola) non è riuscito a superare la barriera del Day3.

Per i due super campioni un premio da 8.000€ e la consapevolezza di aver raggiunto un risultato che, considerate le qualità già espresse in precedenza, non può rappresentare un punto di arrivo particolarmente soddisfacente.

Ancora più di una speranza per gli italiani

Nonostante il giovane Forsmo sia sembrato anche oggi in ottima forma, la truppa italiana presente a questo Day3 ha dimostrato di esserci, di volersi far sentire e di non avere alcun timore a giocarsi la strada verso il final table vivendo una carta dopo l’altra.

Tra il norvegese e l’impronunciabile Nhouyvanisvong troviamo infatti  Angelo Recchia, Carmelo Vasta e Giuseppe Ottaviani i meglio piazzati nel gruppo degli italiani che hanno imbustato le proprie chip in attesa della partenza del Day4 alle ore 14.00 di domani.

EPT San Remo 2012: Chip Count Provvisorio

Curiosi di conscere le prime dieci posizioni del chip count ufficiale al termine del Day3 di questo straordinario EPT San Remo? Eccovi serviti.

Queste le prime 10 posizioni alle 23.49:

1. Inge Forsmo, 1.021.000
2. Angelo Recchia, 851.000
3. Carmelo Vasta, 844.000
4. Giuseppe Ottaviani, 810.000
5. Eric Nhouyvanisvong, 763.000
6. Michele di Lauro, 721.000
7. Laurent Polito, 717.000
8. Jason Tompkins, 681.000
9. Michele Bianchi, 614.000
10. Charly Maracchione, 596.000

 

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti