EPT Deauville 2011: Profili del Final Table

Martin Jacobson

Dopo l’eliminazione degli ultimi player italiani in gara, Deauville si prepara ad accogliere i finalisti dell’EPT Deauville per quello un vero mezzogiorno di fuoco.

Per riempire l’attesa che ci separa dallo shuffle up and deal di questo pomerigio, vi presentiamo i profili di tutti gli otto protagonisti del final table di Deauville così da incominciare a conoscerli un po’meglio e tentare un pronostico sul risultato finale della tappa francese dell’European Poker Tour 2011.

Seat 1 – Anthony Hnatow (FRA), 1.644.000 chips
Giovanissimo ventiduenne, Anthony è un giocatore specializzato nel Texas Hold’Em No Limit e cresciuto nel mondo del poker online. Amante dei cash games online, Anthony Hnatow alterna le partite davanti al PC a quelle live nelle più famose card rooms di Parigi.
L’EPT Deauville rappresenta il suo primo torneo live importante, visto che fino ad oggi Hnatow aveva provato il fascino dei tornei di poker live solamente alle Poker Series francesi di PokerStars lo scorso dicembre.

Una curiosità: se dovesse riuscire a vincere il torneo di questo pomeriggio, Hnatow sarebbe pronto ad acquistare una villa e farne un nightclub con ingresso libero.

Seat 2  - Julien Claudepierre (FRA), 3.244 chips
Ventiquattrenne laureato in ingegneria, Julien ha confessato di aver scoperto il poker nel 2006 dopo aver visto al cinema il film Rounders. Amante del Texas Holdem No Limit, Julien Claudepierre non disdegna anche partite di Pot Limit Omaha e competizioni di livello – tra i suoi risultati migliori troviamo una vincita da 100.000€ in un evento online insieme al quinto posto all’evento finale dello Spanish Poker Tour 2010

Seat 3 – Martin Jacobson (SWE), 7.280.000 chips
A soli ventitrè anni, Martin Jacobson è probabilmente il giocatore più temibile tra quelli seduti al tavolo. Iniziando il final table dell’EPT Deauville come chipleader, Jacobson si accomoda al seat numero tre in compagnia della sua fama di ottimo player di eventi live. Tra i suoi successi troviamo i quasi 300.000€ vinti allo scorso EPT Villamoura oltre al terzo posto guadagnato all’EPT Budapest ed i quasi 250.000€ vinti alla tappa veneziana del World Poker Tour.

Curiosità: Jacobson si è qualificato all’EPT Deauville 2011 vincendo un torneo satellite online nel giorno di Capodanno.

Seat4 – Ruslan Prydryl (UKR) 1.154 chips
Abitudinario del circuito dell’European Poker Tour di PokerStars, Ruslan parte con gli occhi puntati sulla sua prestazione visto lo stack “a rischio” con il quale è costretto a cominciare il final table.

Tra i suoi risultati vanno evidenziati un buon quinto posto all’EPT di Varsavia (Stagione 5) ed altri ITM all’EPT Berlino e Praga. Ruslan Prydryl ha 44anni, è sposato, ha una bambina di 13 anni e, prima di passare al poker, era un avvocato di professione.

Seat 5 – Kaspars Renga (LV), 470.000 chips
Coetaneo del palyer ucraino, Kaspars Renga è l’unico tra i finalisti dell’EPT Deauville a non dirsi un professionista di poker; nonostante il giocatore lettone passi una gran parte del suo tempo a giocare a poker, la sua occupazione principale rimane sempre il giornale di caccia per il quale scrive in Lettonia.

Player molto concreto, Renga è al suo quinto ITM nel circuito EPT su sette apparizioni.

Seat 6 – Alex Wice (CAN), 6.248 chips
Ventidue anni, ex studente di matematica (dice di aver abbandonato gli studi per riuscire a dedicare più tempo al gioco del poker) Alex Wice ha già ottenuto tre risultati di grandissimo livello nel corso della sua carriera pokeristica:135.000$ in un Sunday Warm Up online di PokerStars, un ITM all’EPT Londra (stagione 6)  ed un terzo posto al World Championship Mixed Events #Game 8 delle WSOP 2010.

Amante del calcolo matematico, il canadese Wice ritiene l’analisi delle mani uno dei punti fondamentali per migliorare il suo cammino nel poker professionistico.

Seat 7  - Kenny Hallaert (BEL), 3.599 chips
Giocatore semi-professionista, Kenny è in gara per diventare il primo campione EPT nella storia del poker belga.
Nonostante uno stack non esattamente straordinario, Kenny Hallaert è pronto a sedersi al tavolo e dare battaglia fino all’ultimo come ha (quasi) sempre fatto in tutti i quasi 15 EPT ai quali ha già partecipato.

Quando non è seduto al tavolo di poker per giocare, il player belga non si allontana mai troppo dalle sale da gioco: la sua occupazione, infatti, è quella di organizzare tornei live al casinò di Namur e di curare il marketing della sala per i clienti che non parlano francese.

Seat 8 – Lucien Cohen (FRA), 3.085.000
Amante dei cash games e del poker Omaha, Cohen è il giocatore con più esperienza nel mondo del poker visto che dice di giocare da oltre vent’anni. Accopagnato dal suo inseparabile portafortuna (un topolino di plastica) Lucien non ha grandi statistiche nei tornei live ma, per sua stessa ammissione, il fascino del final table guadagnato all’EPT di Deauville è l’incentivo migliore per cominciare a giocare tornei live con sempre maggiore frequenza.

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti