EPT Barcelona 2012: In & Out al Day1B

419864101511322089493121521331292n

Riassunto del Day1B e chipcount ufficiale direttamente dall'European Poker Tour di Barcellona

Comunque lo si guardi – a meno che non ci si chiami Dario Minieri… - l’appuntamento con l’European Poker Tour di Barcelona è stato un successo tale da far levare il cappello davanti alla grandissima capacità organizzativa dimostrata (ancora una volta) da PokerStars.

Forte dei successi raccolti nel corso delle precedenti edizioni e consapevole di come la tappa inaugurale di ogni stagione EPT sia sempre considerata uno degli eventi più importanti dell’anno nell’immaginario del poker europeo, la sala della Picca ha scelto di rischiare la partenza della sua avventura 2012 – 2013 puntando tutto su una delle nazioni più in difficoltà del momento, la Spagna.

Presa in una ferocissima morsa fatta da crisi economica, legislazione sul gioco ancora poco digerita e prospettive di crescita pari a numeri che non fa certo piacere scrivere – la nazione ospitante della tappa in corso dell’European Poker Tour ha comunque dimostrato di essere pronta a mettere quello che serve per guadagnarsi un posto di leadership nel panorama del poker internazionale riuscendo a catturare la partecipazione di ben 670 player al day1B che, aggiunti agli oltre 400 del Day1A hanno reso questo EPT Barcelona 2012 il più grande torneo nella storia del poker spagnolo.

Tra gli italiani che sono riusciti a brillare nel corso della giornata – conquistandosi tra l’altro anche un posto nella lista dei 370 giocatori iscritti al Day2 del torneo troviamo due uomini-simbolo del poker italiano come Salvatore Bonavena e Luca Pagano: due team PokerStars sui quali sia la sala che il tricolore sanno di poter contare nei momenti davvero importanti.

Oltre a loro due, il Day2 del torneo vedrà arrivare ai tavoli anche Gianluca Bernardini (il meglio piazzato degli italiani al termine del Day1B con 94.000 chip), Carmelo Germano, Daniele Scatragli, Marco Leonzio, Alessandro Longobardi, Riccardo Marchini, Patrizio Di Miceli, Marco Sposito, Michele D’Aniello e Sergio Grosso.

Nulla da fare, invece, per alcuni tra i player più titolati della delegazione italiana in quel di Barcellona che sono sembrati cadere come mosche vittime di uno dei peggiori disastri che si ricordino in quel dell’European Poker Tour.

Dario Minieri a parte (che, cerchiamo di essere onesti, siamo piuttosto abituati a veder uscire nelle fasi iniziali della maggior parte degli eventi EPT) anche altri player come Andrea Benelli, Sergio Castelluccio, Simone Ruggieri e Virgilio di Cicco non sono riusciti a graffiare con successo il Day1B finendo per salutare i tavoli ed accomodarsi mestamente all’uscita del torneo.

La loro stessa sorte – quasi questo potesse consolare qualcuno – è toccata anche ad altri mostri sacri accorsi in Catalogna come Rupert Elder, Jonathan Duhamel, kevin MacPhee, ElkY Grospellier e Justin Bonomo. Tutti in sit out e tutti destinati a rinviare l’appuntamento con la vittoria di un EPT.

L’altra faccia della medaglia – quella dei grandi nomi che invece sono riusciti a rispettare le aspettative qualificandosi al Day2, ci mostra l’immagine di un field di livello assoluto con player del calibro di Jason Mercier, Xuan Liu, Gaelle Baumann, Roberto Romanello, Daniel Negreanu, Fatima Moreira de Melo, , Ivan Demidov, Theo Jorgensen, Gus Hansen e Pierre Neuville pronti a dare battaglia per guadagnarsi il titolo di primi vincitori della stagione.

Queste le prime posizioni del chipcount ufficiale dell’EPT Barcelona al termine del Day1B:

Guy Bachar

193.100

Samir Hadad

169.200

Hila Dan Ionut

168.400

Alain Roy

146.600

Jason Wheeler

142.900

Kevin Schulz

140.900

Enver Khvitia

140.800

Alexander Syuldin

132.900

Mohsin Charania

132.400

Lucille Cailly

131.400

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti