EPT Barcellona Main Event: a 21 anni porta a casa la vittoria

sebastian malec ept13 barcelona
Andrea Cortellazzi chiude 12°

Segui tutti i risultati del Main Event dell'EPT Barcellona, con particolare attenzione ai giocatori italiani che potrebbero mettere le mani sulla picca!

Una stagione molto promettente la tredicesima dell’EPT già preannunciata dal successo dell’Estrellas che ha battuto il suo precedente record.

[Leggi anche: I risultati degli italiani nei side events]

Ebbene con un Day 1B da urlo anche il Main Event dell’EPT Barcellona infrange i suoi record superando i 1750 iscritti, per un buy-in, tutt’altro che accessibile, di 5000 euro.

 

Final Table: vince il polacco Sebastian Malec

Una vittoria non proprio preannunciata quella del 21enne polacco Malec, ex giocatore di scacchi, che ha messo in saccoccia uno dei premi più alti mai visti nel Main Event dell'EPT: 1,122,800 euro.

A sorprendere in questa edizione era stata anche la grande partecipazione diqualificati tramite satelliti tanto che al tavolo finale si contavano ben 5 qualificati online su Pokerstars.

Tra questi il vincitore che pare sia approdato al Main con un investimento di sole 27 euro!

Questo il payout finale:

1: Sebastian Malec, Polonia, Qualificato su PokerStars, €1,122,800
2: Uri Reichenstein, Germania, €807,100
3: Adam Owen, UK, Qualificato su PokerStars, €646,250
4: Thomas De Rooij, Olanda, Qualificato su PokerStars, €535,100
5: Zorlu Er, Turchia, €431,550
6: Andreas Chalkiadakis, Grecia, Qualificato su PokerStars, €330,290
7: Harcharan Dogra Dogra, Spagna, €230,950
8: Pavel Plesuv, Moldova, Qualificato su PokerStars, €165,950

 

 

Day 5: si ferma la corsa di Andrea

andrea Cortellazzi ept barcelona 2016
Splendida perfomance di Cortellazzi

Ci avevamo creduto davvero man mano che il numero di giocatori si riduceva e le prestazioni al tavolo di Andrea Cortellazzi divenivano sempre più impressioannti.

Ma il poker è uno sport imprevedibile e nella quinta giornata del torneo purtroppo Andrea si è dovuto scontare con una serie di situazioni molto difficili e con una ricorrente coppia di Re che lo ha decisamente buttato a terra.

La prima batosta quando con una coppia di dieci si scontra con i KK di Andres Chalkiadakis, e la seconda quando con A-10 ritrova i KK ma di  Harcharan che lo mandano al tappeto.Chiuderà poi 12esimo per un bel premio di 81.000 euro.

[Riguarda lo streaming del day 5]

Questi i sette giocatori che compongono il tavolo finale:

  1. Uri Reichenstein Germania 11,325,000
  2. Thomas De Rooij Olanda 11,175,000
  3. Adam Owen UK 9,800,000
  4. Sebastian Malec Polonia 7,325,000
  5. Zorlu Er Turchia 7,075,000
  6. Andreas Chalkiadakis Grecia 5,050,000
  7. Harcharan Dogra Dogra Spagna 1,700,000

 

Day4: Grande Cortellazzi! 6°a 24 left

cortellazzi ept
Andrea a caccia della picca

Quanti uomini servono a vincere un EPT? uno. E noi ce lo abbiamo e si chiama Andrea Cortellazzi.

Certo gli altri azzurri sono stati sfortunati e ritrovarci già dal Day 3 con un solo rappresentante in campo aveva abbassato molto la possibilità di vedere una nuova picca tricolore. 

Ma Cortellazzi ha fatto miracoli ieri piazzandosi al sesto posto del chipcount mentre grandi nomi del poker internazionale come Eugene Katchalov, Jason Mercier e Jason Koon abbadonavano il campo.

La strada ora è meno lunga ma molto tortuosa se si pensa che ancora in gioco ci sono giocatori come Owen e Mortensen, e la sorpresa Ruzicka, il November Nine della Repubblica ceca che a quanto pare è davvero affamato di vittorie. Staremo a vedere!

 

  1. Sebastian Malec Polonia 5,690,000
  2. Uri Reichenstein Germania 3,870,000
  3. Alexandru Baron Canada 3,666,000
  4. Michael Addamo Australia 3,245,000
  5. Andreas Chalkiadakis Grecia 3,140,000
  6. Andrea Cortellazzi Italia 2,925,000
  7. Pavel Veksler Israele 2,435,000
  8. Konstantin Puchkov Russia 2,360,000
  9. Jean-Jacques Zeitoun Francia 2,300,000
  10. Harcharan Dogra Dogra Spagna 2,225,000

 

Day 3: Cortellazzi unico superstite tra gli azzurri

Una giornata lunga e davvero faticosa per l’Italia dell’EPT che ha perso 8 dei 9 suoi rappresentanti in gara.

Tutti a premio ma al di sopra della 100esima posizione.

Delusione per Alessandro Borsa che aveva chiuso benissimo il Day 2 e che abbandona la corsa al 145°posto.

Peccato anche per Luca Moschitta che si era ripreso nelle prime fasi per poi essere buttato fuori da un river impietoso. Il player siciliano ha condiviso la sua ultima mano su twitter:

Andrea Cortellazzi vola al Day 4

Con 877.000 chip Andrea Cortellazzi parte in gran forma nel Day 4 di questo sofferto Main Event insieme con altri 97 giocatori tra cui troviamo Jason Mercier in tredicesima posizione, Bryn Kenney in 24esima, e il November Nine Vojtech Rusicka in 29esima.

Non ce l'hanno fatta invece tra gli altri: Leo Margets, Davidi Kitai, Kitty Kuo, LHarrison Gimbel , Philipp Gruissem e Mike McDonald.

Questa la top 10 del chipcount:

  1. Anthony Chimkovitch Belgiuo  1825000
  2. Marco Caza Canada  1521000
  3. Nuno Capucho Portogallo  1375000
  4. Simon Lofberg Svezia  1200000
  5. Uri Reichenstein Germania  1187000
  6. Alejandro Belluccia Argentina  1148000
  7. Harcharan Dogra Dogra Spagna 1100000
  8. Jose Quintas Portogallo 1091000
  9. Ramon Miguel Munoz Spagna  1082000
  10. Aku Joentausta Finlanda  1063000

La lista degli Italiani a premio nel day 3:

145° Alessandro Borsa 9.780€
173° Manlio Iemina 9.260€
182° Alessandro Sarro 9.260€
233° Gaetano Preite 8.660€
251° Raffaele Castro 8.660€
260° Luca Moschitta 8.660€
291° Alessio Di Cesare 5.630€
292° Massimo Mosele 5.630€

 

 

 

Day 2: Record iscritti e 1,2 milioni al primo classificato

Sono 294 i player qualificatisi per il Day 3 dopo un’intensa giornata che ha visto anche alcune registrazioni dell’ultimo momento cportare il totale dei giocatori a 1785.

Un record assoluto grazie al quale il vincitore si porterà a casa un primo premio di ben 1,122,880 euro.

Il giocatore più vicino a questa corposa prima moneta è al momento Nicolas Chouity che in realtà corre per la doppietta. Il player libanese aveva infatti vinto nel 2010 il Grand Final dell’EPT Montecarlo.

Tra i nomi più noti ancora in gara troviamo Georgios Zisimopoulos, Martin Kabrhel , Jake Cody, Jason Mercier, Davidi Kitai e Felipe Ramos.

Non ce l’hanno fattoa ma sono andati a premio, Pablo Gordillo, Fatima de Melo, Anton Wigg e il November Nine Fernando Pons. Usciti ma a premio anche la coppia Ivan Luca e Maria Lampropulos.

Gli Italiani nel Main

Tra gli italiani clamorosa l’uscita di Luca Pagano che va all-in con AA contro JJ.

Il turn e il river regalano un poker all’avversario come commenta lo stesso Luca in un Tweet:

Ce la fa invece Luca Moschitta che imbusta 75k chip (average 185k) e ritorna in gara al Day 3.

Passano anche Mosele, Cortellazzi e Castro anche se sotto average mentre il migliore degli azzurri con più di 300.000 chip è Alessandro Borsa:

Alessandro Borsa  302500
Manlio Iemina       257000
Gaetano Preite  166000
Alessandro Sarro        142500
Andrea Cortellazzi      128000
Luca Moschitta       75000
Alessio Di Cesare      63500
Massimo Mosele        49000
Raffaele Castro      31500

 

 

Day 1B: Altri 29 italiani passano il taglio

Un’altra giornata positiva per il tricolore che vede ben 29 italiani passare il taglio su 669 superstiti che si ripresenteranno al Day 2, dove le iscrizioni però saranno ancora aperte.

Raffaele Sorrentino è il migliore tra gli azzurri con 148.100 chips in 26esima posizione seguito a ruota da Curcio, Savinelli, Cortellazzi, Preite e molti altri.

Riescono a passare anche i vari Mosele e Pagano ma ben più distanziati nel chipcount. Si qualifica poi anche Luca Moschitta intento a condividere alcune delle sue mani sul suo profilo Twitter:

Al comando troviasmo il giocatore russo Andrey Sharonov per una top ten molto variegata con player da ogni parte del globo.

 

  1. Andrey Sharonov – Russia - 278600
  2. Marco Caza – Canada - 262000
  3. Van Hiep Tran – Germania - 227200
  4. Mikhail Molchanov – Russia - 210300
  5. Nicolas Chouity – Lebano - 207100
  6. Daniel Nagao – Brasile - 197500
  7. Alin Grasu - Romania - 187800
  8. Miroslav Forman - Republica Ceca - 180700
  9. Jean-Jacques Zeitoun – Francia- 180000
  10. Mathias Siljander – Finlanda - 167300

 

 

Day 1A: Castro al comando di 18 italiani

raffaele castro wsop
Raffaele Castro era già stato tra i protagonisti delle WSOP 2016

Gli azzurri si sono difesi piuttosto bene nella prima giornata del Main Event dell’EPT Barcellona, con Raffaele Castro primo tra loro con 117.000 chip in 22esima posizione.

Per chi non lo ricordasse, Raffaele si era già messo in luce alle WSOP 2016 raggiungendo un tavolo finale e chiudendo poi in ottava posizione.

Tra gli altri a passare il turno segnaliamo Treccarichi, Borsa, Bianchi, Viali e Spampinato.

A guardare tutti dall’alto è però l’olandese Alex Brand e ben 6 giocatori che si sono qualificati per l’evento grazie a dei satelitti su Pokerstars. Com.

In decima posizione chiude la top 10 Shaun Deeb.

 

  1. Alex Brand (Olanda) 178800
  2. Bernd Vogelhuber (Germania) 167600
  3. Michael Addamo (Australia) 153100
  4. Dorian Rios Pavon (Venezuela) 152700
  5. Kestutis Gecevicius (Lituania) 152200
  6. Victor Bogdanov (Russia) 150200
  7. Jose Quintas (Portogallo) 145400
  8. Simon Appleby (UK) 138600
  9. Cyriel Dohmen (Olanda) 137900
  10. Shaun Deeb (USA) 136500

 

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti