Doyle Brunson: le Biografie di Pokerlistings

Doyle Brunson Twitter

Biografia completa di Doyle Brunson, vero e proprio mito tra i giocatori di poker professionisti. Scopri carriera e strategia di uno dei pro più forti di sempre!

·         Nome: Doyle Brunson

·         Soprannome: Texas Dolly

·         Residenza attuale: Las Vegas, Nevada

·         Data di nascita: 10 agosto 1933

·         Città: Longworth, Texas, Stati Uniti

Non vi conviene sfidare Doyle Brunson soltanto per la sua veneranda età. Questo giocatore di poker leggendario fa ancora parlare di sé e spera ancora di portare a casa l'undicesimo braccialetto World Series of Poker.

Per la pensione, ha detto Doyle Brunson, meglio aspettare fino a quando smetterà di vincere.

Nato il 10 agosto del 1933 in un piccolo centro del Texas, Longworth, Doyle Brunson, la futura leggenda del poker, era un semplice ragazzo nato in un paese di cento anime. In gioventù Doyle Brunson si avvicinò all'atletica con risultati invidiabili.

Dopo aver vinto il campionato texano in diverse discipline ed essersi guadagnato un posto all'interno della squadra di basket nazionale, Brunson poté scegliere quale college frequentare all'interno degli Stati Uniti, grazie a tante borse di studio a disposione. Alla fine scelse la Hardin-Simmons University di Abilene, perché si trovava a soli 50 km da casa sua.

Al college studiò educazione e pedagogia e venne scelto poi dalla squadra di basket NBA dei Minneapolis Lakers.

Fu però a causa di un problema al ginocchio che Doyle si porta dietro tuttora, che il giovane giocatore fu costretto ad abbandonare la carriera di basket e di atleta a livello professionistico. Decise così di terminare gli studi, si laureò e prese anche un MBA.

Nel frattempo, per pagarsi gli studi, Brunson aveva iniziato a giocare a poker in diversi college del Texas. Stando a quello che dice, Doyle imparò velocemente a giocare a questo appassionante gioco, anche grazie alla sua capacità di osservare gli avversari e di imparare dalle loro mosse.

Dopo essersi laureato, Brunson iniziò a lavorare in quello che sarà il suo primo e unico lavoro normale e diurno in un'azienda di vendita di articoli di ufficio.

Dopo aver riscosso il suo primo stipendio, una miseria se paragonato alle sue vincite di poker, Brunson si licenziò e decise di diventare un giocatore di poker professionista, avvicinandosi ad un mondo completamente diverso da quello al quale era abituato.

Giocando a poker Doyle doveva fare attenzione sia alla polizia che ai criminali di ogni tipo che bazzicavano quel mondo.

Una volta il giocatore che sedeva di fianco a lui venne ucciso con un colpo di pistola, mentre un'altra volta giocò per un'intera partita fissando la canna di una pistola che un altro giocatore teneva bene in vista.

Nel 1960 Doyle Brunson incontrò Louise, la donna che poi sposerà dopo anni e anni di corteggiamenti e dopo averla convinta che non c'era niente di strano nello sposare un giocatore d'azzardo di professione.

All'inizio del loro matrimonio a Doyle venne diagnosticato un tumore alla gola e la prognosi era molto grave. I dottori gli diedero soltanto qualche mese di vita, dal momento che il tumore si stava spostado allargandosi verso il cervello.

Giocatore fino in fondo, Doyle Brunson decise di tentare la sorte con un'operazione molto rischiosa come ultima spiaggia.

L'operazione andò bene e Doyle guarì completamente. La notizia non poteva arrivare in un momento migliore, visto che Louise era incinta del loro primo figlio e Doyle doveva tornare al lavoro di giocatore di poker per guadagnare abbastanza per l'intera famiglia, adesso arricchita di un nuovo membro, al quale ben presto si aggiunsero due altre figlie, Doyla e Pamela, e il figlio Todd, anche lui un giocatore di poker professionista.

Brunson continuò ad aiutare la sua famiglia giocando e vincendo ai tanti tornei di poker ai quali partecipava e dove una volta incontrò il suo mentore Johnny Moss così come i suoi futuri partners Amarillo Slim Preston e Sailor Roberts.

Insieme giravano per il Texas, vincendo grandi somme e facendosi un nome di giocatori quasi imbattibili di high-stakes poker. Alla fine il trio si divise dopo aver perso il loro enorme bankroll a Las Vegas, ma Brunson non aveva perso il suo amore per il poker.

Dopo aver detto addio al Texas, la sua terra natale, Brunson fece le valigie, prese moglie e figli e se ne andò a Las Vegas dove il poker era un gioco legale.

Nel 1976, Doyle aveva vinto il suo primo titolo delle World Series of Poker, seguito da un altro titolo nel 1977. Anche grazie a questi due titoli la gente iniziò a chiamare la mano 10-2 a Hold'em un "Doyle Brunson" perché vinse entrambi i titoli con un full di dieci e due.

Nel 1978 Doyle fece ancora parlare di sé, questa volta scrivendo il libro Super/System, che con gli anni fu considerato una sorta di Bibbia del poker.

Sulla scia di questo bestseller, Doyle ha poi anche curato la stesura di Super/System 2 insieme ad altri campioni del poker mondiale. Doyle Brunson ha inoltre scritto un libro di memorie e un libro sulle mani più incredibili che abbia mai visto.

Nel 2005 vinse il suo decimo braccialetto alle World Series of Poker, un record che attualmente divide con Johnny Chan.

A rafforzare l'enorme fama di questo campione del poker è stato battezzato a suo nome un evento del World Poker Tour.

Il Doyle Brunson North American Championship è il main vent del Five Diamond World Poker Classic al Bellagio, dove può tranquillamente capitare di vedere Doyle giocare i suoi cash games più alti. Questo campionato è il secondo più grande torneo ad ingresso gratuito del WPT con i suoi buy-in di $15,000, secondo solo al $25,000 WPT Championship.

Il successo al tavolo da gioco e la fama a carattere internazionale non hanno comunque impedito a Doyle Brunson di allargare i propri orizzonti.

Doyle possiede e gestisce un sito di giochi online, DoylesRoom.com, che ha fatto parlare di sé quando nel 2006 è stato oggetto di alcuni indagini circa il suo effettivo funzionamento.

Ancora in ottima forma, sebbene non più un ragazzino, Doyle Brunson è impegnato come sempre e, a suo dire, vince ancora più soldi di quanti non ne perda.

Passato da essere un ragazzino di umili origini a un mito vivente del poker mondiale, vale la pena ascoltare Doyle Brunson quando dice che "un uomo con i soldi non ha nessuna speranza di vincere contro un uomo con una missione".

Curiosità

·         Ha scritto Super/System, secondo molti la Bibbia del poker

·         Ha vinto circa 5 milioni di dollari soltanto in tornei

·         Ha vinto 10 braccialetti d'oro delle WSOP, un record condiviso con Johnny Chan

·         Ha vinto le sue due prime World Series of Poker con in mano 10-2

·         Scelto da giovane per giocare nella squadra di basket dei Minneapolis Lakers, una ex squadra del campionato professionistico americano, l'NBA

Risultati recenti

Torneo Risultato Vincita
2008 WSOP, Event 45, World Championship H.O.R.S.E. 16 $124,320
2008 WSOP, Event 8, World Championship Mixed Event 21 $16,243
2008 Special, NBC Heads-Up Championship 10 $25,000
2007 WSOP, Event 50, World Championship Pot-Limit Omaha 6 $123,967
2007 WSOP, Event 26, H.O.R.S.E. 22 $9,024
2006 WSOP, Event 45, No-Limit Hold'em 21 $3,372
2006 WSOP, Event 20, H.O.R.S.E. 8 $274,560
WPT Season 4, Bellagio Five Diamond 3 $563,485
2005 WSOP, Event 31, $5,000 No-Limit Hold'em, Short-Handed... 1 $367,800
2004 WSOP, Event 33, World Championship No-Limit Texas... 53 $45,000
2003 WSOP, $2,000 H.O.R.S.E. 1 $84,080
1998 WSOP, $1,500 Seven-Card Razz 1 $93,000
1991 WSOP, $2,500 No-Limit Hold'em 1 $208,000
1979 WSOP, Event 4, Mixed Doubles 1 $4,500
1978 WSOP, Event 4, Seven-Card Stud 1 $68,000
1977 WSOP, Event 5, Seven-Card Stud Hi/Lo 1 $62,500
1976 WSOP, Event 3, Deuce to Seven Lowball 1 $80,250
1980 WSOP, Event 6, No-Limit Deuce-to-Seven with Rebuys 2 $75,000

Statistiche personali

Cashes

25

Vincite totali

$4,452,348

Primi posti

11

Braccialetti WSOP

10

Scheda tecnica di Doyle Brunson

Descrizione

Doyle è un'autentica leggenda del poker americano,un mito indiscusso. Accanito avversario nonostante i suoi più di 70 anni di età, Doyle è ancora uno dei cinque migliori giocatori di poker al mondo. Una volta si dedicava soprattutto al No-Limit ed era uno specialista, anche se probabilmente divenne un altrettanto valido giocatore di Limit quando stava lavorando alla stesura del suo libro, la Bibbia del poker Super/System. La gente che non lo conosce rimane impressionata quando lo vedono arrivare al final table di uno dei pochi tornei ai quali ultimamente partecipa. Nonostante l'età, Doyle è ancora un giocatore molto più valido di tutti quelli presenti alle qualificazioni dei tornei.

Gioco preferito

Doyle è un grande giocatore a tutte le forme di poker

Punto dbole

Poca resistenza, anche se Doyle ha migliorato questo aspetto in seguito ad un'operazione chirurgica allo stomaco

La pagella di Doyle Brunson

6.7/10

·         Aggressività 5

·         Gioco "loose" 4

·         Limit 7

·         No-Limit 8

·         Side Games 8

·         Sangue freddo 7

·         Contro giocatori forti 8

·         Tornei 7

·         Partite Short-Handed 7

·         Contro giocatori deboli 6

Aneddoto divertente

Quando iniziai a giocare contro Doyle, giocavamo sempre in posti decisamente fuori mano, visto che alcuni giocatori non volevano giocare dopo potevano essere riconosciuti dalla gente o dove c'era troppo pubblico. Quando chiedevo a Doyle qualcosa sul poker, lui parlava sempre invece del cibo e di cosa c'era da mangiare durante le partite. All'epoca pesava 150 kg e poteva dirmi: "Guarda quelle bistecche di maiale" o "Dimmi se hai mai provato patate migliori di queste." Sembrava molto più interessato e soddisfatto quando mangiava che quando giocava a poker.

Barry Greenstein

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti