Da 100$ a 100.000$ con il poker: André Coimbra

Andre coimbra
"Comunque vada...sarà un successo!"

Dodici mesi per cambiare la vita di qualcuno creando 100mila dollari dal nulla: benvenuti nella vita di André Coimbra.

Mentre mezzo mondo celebrava l’inizio del nuovo anno con I soliti propositi di mangiare di meno, bere di meno, giocare di meno e magari passare un po’più tempo lontano dal PC, il pro portoghese André Coimbra cercava di trovare qualcosa di un po’più impegnativo per rendere il suo 2013 davvero memorabile.

Come riuscire a trasformare 100 dollari in 100mila per poi regalarli tutti ad un’organizzazione non governativa. Giocando a poker, s’intende.

A cinque mesi esatti dall’inizio di una sfida con il mondo che lui racconta puntualmente sul suo blog, Esther Diaz Amores è riuscita a raggiungere André per un’intervista esclusiva nella quale ci svela qualche particolare importante sulle scelte che lo hanno portato a lanciarsi in questa non certamente semplice avventura.

PokerListings: Come ti è venuto in mente di buttarti in un’impresa simile? 100 mila dollari partendo da 100?

André Coimbra: Ho deciso che il 2013 potesse essere l’anno giusto per specializzarmi in MTTs e così mi son detto “perché non provare a farlo con una grande sfida?” Le sfide sono divertenti – e con tutto il seguito che comincio ad avere...mi sembra pure di farlo un po’anche per i miei fan!

PL:  Si, ma perché 100mila dollari? E perché partendo da 100?

AC: Perché ho pensato che 100$ fossero un buon punto di partenza per moltissimi motivi.

È una cifra che mi permette di avere un certo margine quando le cose non vanno benissimo e, soprattutto all’inizio, è fondamentale avere la possibilità di recuperare. Se poi pensi che solo il primo giorno ho chiuso con un passivo di 30$...!

Poi, insomma, più o meno tutte le persone che giocano a poker online possono permettersi di giocare 100$ ed anche per questo penso sia una cifra più adatta di tante altre. 1.000 sarebbero stati troppi e 10 troppo pochi per sopravvivere agli inevitabili downswing del MTT.

Quanto ai 100.000$ come risultato da raggiungere, li ho scelti perchè sono una cifra attraente, difficile ma comunque non totalmente impossibile. Avevo bisogno di qualcosa che non fossi sicuro di poter fare ma che sapevo essere in qualche modo possibile.

PL: Diciamo, per ipotesi, che tu riesca a raggiungere i 100mila dollari prima della fine dell’anno: cosa farai in quel momento? Smetterai di giocare?

AC: Assolutamente si. Pensa: non sarebbe molto bello se io raggiungessi i 100mila che voglio donare in beneficenza e poi finissi con il ritrovarmi con meno soldi alla fine dell’anno per qualche partita sbagliata di troppo.

Coimbra 3
"I rischi della mia sfida? Praticamente nessuno"
 

PL: Ho visto che sei molto attivo sul tuo blog nel riportare immediatament i risultati del gioco ai tavoli. Ma, che mi dici a proposito dei periodi di downswing? Hai posto qualche “regola” per evitare di perdere troppo?

AC: Cerco di aver un preciso sistema di bankroll management per ogni bankroll e di postare tutto sul blog. In questo modo, chiunque abbia in mente di fare qualcosa di simile, può vedere per filo e per segno come ho condotto il mio gioco.

Perdere tutto, a questo punto, è quasi impossibile – visto che meno ho e meno gioco. Quindi, per finire completamente broke, dovrei perdere un numero assurdo di buy in. E siamo sull’ordine delle migliaia...

PL: Quale pensi possa essere il peggior rischio di questa tua avventura?

AC: Onestamente non mi sembra di star rischiando moltissimo visto che anche se non dovessi riuscire ad arrivare a quota 100mila, darei comunque in beneficenza dei soldi che le organizzazioni altrimenti non avrebbero.

PL: E quale è stata la reazione di PokerStars? La sala sta promuovendo la tua iniziativa?

AC: La sfida è stata una mia idea, anche se è stata approvata da PokerStars fin dal principio ed anche io ho deciso di portarla avanti giocando soltanto su Stars.

Grazie al mio contratto di sponsorizzazione con la room posso pagare le bollette e pure dedicare una parte del mio tempo in beneficenza: perfetto, direi!

PL: Sai già a chi devolvere la somma accumulata alla fine del 2013?

AC: No, ancora non ho deciso – lo decider nei prossimi mesi e, come sempre, lo comunicherò immediatamente ai lettori del mio blog.

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti

×

Sorry, this room is not available in your country.

Please try the best alternative which is available for your location:

Close and visit page