Come giocare la fase italiana del PartyPoker Millions

millions partypoker

Mancano poco più di quaranta giorni allo start ufficiale del PartyPoker Millions. Nel frattempo, in Italia si giocherà la fase italiana di qualificazione: vi spieghiamo come giocarla.

Il prossimo 9 marzo scatterà la lunga fase di qualificazione, in programma presso il Saint Vincent Resort & Casino. In palio i pass per prendere parte al torneo, che si giocherà dal prossimo 21 aprile al Dusk Till Dawn Casino di Nottingham.

La casa da gioco valdostana ospiterà quattro giorni di gioco, in cui si potrà qualificare per il grande evento. In Inghilterrà si giocherà per un montepremi garantito di 6 milioni di sterline, uno dei quali sarà garantito per il vincitore.

La struttura della fase italiana

Tornando ai giorni di qualificazione in Italia, si potranno giocare due diverse tipologie di evento. La prima è la cosiddetta Phase 1, ripetuta il 9 e il 10 marzo. La seconda vede la disputa del Day 1 e del Day 2.

Si potrà tentare l’accesso a uno dei due “day” in programma attraverso le due Phase, pagando un buy-in di 660 euro. Oppure pagando direttamente le 6.300 sterline e partendo direttamente dallo step successivo.

Chi sarà stato eliminato al Day 1, potrà comunque ricominciare da capo e giocare il Day 2. Al termine proprio del Day 2, i giocatori avranno ancora delle chip davanti saranno qualificate per il grande evento di Nottingham.

Per questo motivo c’è da aspettarsi una folta schiera di giocatori pronti a darsi battaglia per aggiudicarsi i ticket messi in palio.

Ma qual è la giusta strategia da applicare in eventi del genere? Meglio essere aggressive durante le due Phase e più parsimoniosi nel Day 1 e soprattutto nel Day 2? Oppure provare a difendersi con le unghie e con i denti nelle Phase e giocarsi tutto nel due Day successivi?

Proveremo a rispondere a domande di questo tipo, però sempre seguendo una regola aurea: non esiste un modo giusto e un modo sbagliato, ma al tempo stesso sarà difficile mantenere lo stesso stile di gioco se si vuole giungere al traguardo.

Phase 1, occhio alle sportellate

 

casino saint vincent

Partiamo dal primo step di qualificazione, il Phase 1. Ce ne saranno due, entrambi prevedono uno stack d’ingresso di 100.000 chip e vedranno 14 livelli di gioco da 40 minuti ciascuno.

Il consiglio che ci sentiamo di dare è quello di non spingere più di tanto per evitare delle brutte sorprese.

Ci saranno molti giocatori che, approfittando di un buy-in non proibitivo, proveranno invece ad accelerare al massimo, per cercare di fare stack oppure – nella peggiore delle ipotesi – per fare re-buy.

L’obiettivo, in questo caso, sarà soprattutto uno: cercare quantomeno di qualificarsi al Day 1. Almeno per cercare di giocare l’ultimo step nella corsa verso il Millions pagando 1/10 del buy-in dello stesso Day 1.

Una doppia chance verso Nottingham

Come detto, una volta superata la Phase 1, l’ultimo ostacolo che vi separa dal Millions è il Day 1. A seguire bisognerà giocare anche il Day 2, al quale si potrà accedere senza aver giocato gli step precedenti.

Secondo la struttura prevista dall’organizzazione di PartyPoker, infatti, si potranno pagare solamente – si fa per dire – i 6.600 euro previsti come buy-in e dare l’assalto al Day 3 che si giocherà in Inghilterra.

In ogni caso, il consiglio che ci sentiamo di darvi qualora foste giunti al Day 1 – e magari anche al Day 2 – attraverso la Phase 1, è quella di accelerare un po’ e aumentare il vostro tasso di aggressività al tavolo.

In fondo, è un po’ come se non aveste più nulla da perdere, ma anzi dovrete alzare l’asticella per crearvi un’immagine strong e “farvi rispettare”, in modo da aumentare il vostro stack. A meno che non arrivino delle bad beat o dei colpi imparabili.

Qualora, invece, aveste saltato la Phase 1 e aveste versato il buy-in per partecipare direttamente al Day 1 o al Day 2, non è esattamente indicato spingere troppo, anche per ‘rispetto’ del denaro che avrete investito.

Cercate in questo caso di giocare secondo il vostro A-game, e avrete anche il tempo necessario per sbollire la rabbia per un eventuale colpo andato male. Del resto, con i livelli da 75 minuti ciascuno, si può fare.

In ogni caso, evitate di forzare le mani se vorrete avere delle chances di staccare il pass per il Dusk Till Dawn di Nottingham. E soprattutto, di farlo con uno stack di tutto rispetto.

Detto questo, non possiamo che stampare un bel ‘GL’ a tutti coloro che prenderanno parte alla fase italiana di qualificazione al PartyPoker Millions. Da qualunque step decideranno di partire!

 

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti