Chiude il Taj Mahal, il casinò preferito da Mike McDermott e 'Verme'

taj mahal2
L'esterno del Taj Mahal

Lo storico casinò di Atlantic City ha terminato definitivamente le operazioni. Fu lì che vennero girate alcune scene di Rounders.

Il Taj Mahal non c'è più. O meglio, di uno dei casinò più famosi di Atlantic City rimarrà soltanto il guscio - fino a quando il proprietario, Carl Ichan, non deciderà cosa fare. La storica sala da giochi ha chiuso, per sempre, due giorni fa.

La notizia non arriva certo come un fulmine a ciel sereno. La crisi dei casinò del New Jersey è iniziata già da qualche anno, tanto che dal 2014 ad oggi il Taj Mahal è già la quinta struttura ad uscire dal business del gambling.

Un risultato sconcertante, per quello che di fatto era il secondo mercato del gaming più ricco dopo quello di Las Vegas. Secondo alcuni, tra l'altro, il Taj Mahal è durato anche troppo, viste le condizioni in cui versava.

Nel 2014, infatti, iniziò un processo di bancarotta che vide più volte il casinò rischiare la chiusura. Fino allo scorso febbraio, quando Carl Ichan - uno dei principali creditori della struttura - decise di acquistare il Taj Mahal dall'ex proprietario, Donald Trump - che oggi ha ben altri problemi di cui preoccuparsi.

Purtroppo però le sorti del casinò non sono migliorate, fino a quando a luglio lo Unite Here Local 54 (un sindacato che raccoglie un migliaio di dipendenti del casinò) ha dichiarato uno sciopero che di fatto ha piantato i proverbiali chiodi nella bara del Taj Mahal.

Matt Damon
Matt Damon

Fu la 'casa' di Rounders

Sono lontani gli anni in cui le luci del Taj Mahal illuminavano il poker del New Jersey. Nel 1996, qui si disputò il primo torneo da 10.000 dollari di buy-in della costa Est, lo US Poker Championship.

Fu un successo senza precedenti. Il boom del poker sarebbe arrivato da lì a sette anni, e le WSOP non erano ancora quell'evento mediatico di oggi, eppure lo US Poker Championship era seguitissimo dai fan del poker made in USA.

Due anni dopo, poi, ci pensò il cinema ad innalzare il Taj Mahal a icona del gioco. Fu proprio quello il casinò scelto dalla produzione di Rounders per girare alcune scene, due su tutte.

La prima quando Mike McDermott, il personaggio interpretato da Matt Damon, ricorda di aver bluffato con successo nientemeno che con il due volte (consecutive) campione del mondo Johnny Chan.

La seconda, quando lo stesso Mike si ritrova al tavolo con altri giocatori a lui noti (tra i quali anche John 'Joey Knish' Turturro), insieme ai quali 'spenna' tutti gli ignari turisti che decidono di provare questa variante chiamata Texas Hold'em.

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti