Cattive Notizie: il Texas Dichiara Illegale il Poker Online

texas flag

Scongiurata la sciagura del Fiscal Cliff ed asciugato il fiume di promesse che ha inondato il periodo elettorale, gli Stati Uniti tornano ad occuparsi di poker online con il nuovo (e temibilissimo) Texas Poker Gaming Act of 2013.

A pochi mesi di distanza dagli articoli che cercavano di spiegare al mondo come il candidato del partito Repubblicano Mitt Romney fosse quello da boicottare per il bene del gioco del poker considerate le sue posizioni da ultra conservatore ed i milioni spesi in suo supporto da un nemico del gioco online come Sheldon Adelson [Lettura consigliata: Ecco perché Adelson ha comprato Mitt Romney con 70 Milioni di Dollari, 28.09.2012], si finisce con lo scoprire che neppure la permanenza di Mr. Obama stia riuscendo a far avverare le speranze degli amanti del poker americani.

Grazie alla straordinaria opera di Eddie Rodriguez, un Senatore del Texas classe 1971 che può già vantare una carriera più che decennale che lo ha visto attivo in tutti i campi dello scibile umano  - dalla vendita delle armi da fuoco con una recente (ed un po’populistica) proposta post-massacro di Newtown ad una memorabile serie di interventi per la regolamentazione delle attività delle fattorie -,  il suo Stato può finalmente ricominciare a vantare una posizione oltranzista e proibizionista nei confronti del poker online.

Eddie Rodriguez
Eddie Rodriguez
 

Secondo il Texas Poker Gaming Act of 2013 il poker sarà ufficialmente qualificato quale gioco di abilità esclusivamente nella sua versione “dal vivo” – perché, in nome del nobile proposito di riuscire ad adottare una legislazione in grado di combattere il fenomeno del gioco illegale, il Texas ha accettato di sacrificare i tavoli elettronici ed il gioco online.

La legge, che ha come sponsor quello stesso Eddie Rodriguez che una volta riuscì pure a finire in prima pagina dopo essere stato arrestato per guida in stato di ebbrezza, è stato criticato dalle autorità di molti altri Stati americani che hanno dichiarato il proprio scetticismo davanti ad una così determinata scelta di rifiutare le entrate che potrebbero venire con una attenta legalizzazione del gioco online.

8025593790d91fb27615b
Raymond Lesniak
 

Una direzione completamente opposta, infatti, sembra quella presa dallo Stato del New Jersey grazie al lavoro del Senatore Raymond Lesniak e di altri quattro colleghi firmatari della proposta S1565 oggi all’esame del Governatore Chris Christie.

In una lettera inviata al suo Governatore per sollecitare una  firma sulla proposta depositata ufficialmente, il Senatore Lesniak ha infatti specificato che, considerate le “condizioni del fisco e dei casinò dopo la devastazione dell’uragano Sandy non ci si possa più permettere di attendere oltre prima di procedere ad una legalizzazione del gioco online” in modo da permettere allo Stato di beneficiare di tutte le entrate derivanti dal settore dell’egaming – sia in termini di tasse che di sviluppo tecnologico e di creazione di posti di lavoro.

Una curiosità conclusiva? Sia Lesniak che Rodriguez sono due Senatori del partito Repubblicano. Solo che, mentre il partito conosce Rodriguez per esser stato quello che si è fatto arrestare perché proprio non riusciva ad evitare di sbandare da una parte all’altra mentre guidava da ubriaco…Raymond Lesniak si è guadagnato i suoi consensi a suon di curriculum, ruoli di spicco nelle campagne di Bill Clinton ed Al Gore ed iniziative di legge sul tema dell’egaming.

A voi la scelta di decidere chi dei due sa davvero di cosa si parli quando si discute di poker online.

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti